Roma 6 Marzo 2013 Corsera.it

 

Governo e la sua alternativa.”Se il prossimo governo fosse orientato a interrompere il tragitto europeo dell’Italia e quello delle riforme,credo che sarebbero meglio nuove elezioni.” Ha parlato cosi’ Mario Monti analizzando le possibili reazioni dei mercati nel caso di ritorno alle urne. Nessuna forza politica che si e’ affermata in queste elezioni,nemmeno quella che si e’ piu’ affermata,il Movimento 5 Stelle,appare neanche lontanamente in grado di risolvere i problemi del Paese.”

Mario Monti agita lo spettro dello spread,il mostro sacro che ha tenuto gli italiani con il fiato sospeso per mesi e mesi,devastando come un tornando la nostra finanza e facendo esplodere i bilanci delle banche italiane come popocorn. Il diavolo spread, quello che tramutatosi in agitatore delle piazze politiche,ha spedito a casa in men che non si dica Silvio Berlusconi, l’astuto Cavaliere di Arcore, prima ancora che arrivasse l’Uomo Mascherato,al secolo spidergrillo.

Mario Monti immagina di essere la continuazione plausibile del governo italiano,in una fase tanto concitata quanto destinata all’ingessamento.Ma le parole echeggiano nel parterre politico come squilli di tromba,la cavalleria che vuole dare l’assalto alle roccaforti dei rivoluzionari e della vecchia partitocrazia.In effetti Mario ....



Leggi la notizia

Roma 6 marzo 2013 Corsera.it

Dalla Procura della Repubblica di Napoli filtrano nuove indiscrezioni sulle indagini ad ampio raggio condotte dai PM Piscitelli e Woodcock. Riguardano circostanze emerse da alcune denunce nei confronti di Unicredit e di imprenditori nel settore del riso. Si tratta di un filone d’indagine relativo all’altro affare dei rapporti Finmeccanica con il governo indiano per la cessione di 12 elicotteri Agusta Bell 109 ultimo modello e del tentativo di cessione di 6 elicotteri Agusta Bell 412 EP HS all’Iran in seguito fallito. Corsera Magazine al riguardo ha pubblicato due articoli. 25 ottobre 2012 “ Corsera Finmeccanica lo sporco affarismo del sistema Berlusconi”. 8 gennaio 2013 “ Corsera Esteri Marò l’affaire Finmeccanica Agusta Westland che cosa si nasconde all’opinione pubblica italiana”. Al centro ....



Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2013 Corsera.it di Renato Corsini

Le grandi inchieste del Corsera Magazine,quello che facciamo noi e che non fa Beppe Grillo e i grillini.

Sergio De Gregorio. Pesa nell’inchiesta corruttiva nell’operazione libertà ideata dall’innominato di Arcore organizzata e portata a buon fine da De Gregorio in Senato con la caduta del governo Prodi,il ruolo di Gianni Letta. Sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri con delega sui servizi segreti ex Sismi e Aise e Aisi. Altresì pesa il ruolo del generale Nicolò Pollari ex capo del Sismi e del presidente del Copasir Massimo D’Alema. Nel board della Fondazione Italiani nel Mondo il canale di entrata e di uscita dei finanziamenti utilizzati dall’ex senatore , c’è il colonnello della GdF Giuseppe Ioppolo. I due si stringono la mano davanti ai fotografi al battesimo della Fondazione. Un quadrangolo De Gregorio, Pollari, Ioppolo,Letta. Ai bordi Massimo D’Alema. L’investigazione giornalistica resa nota dagli articoli pubblicati da Corsera Magazine apre la questione dei rapporti dei servizi segreti italiani con la CIA da chiarire anche se non sarà possibile per il presunto segreto di Stato.



Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2013 Corsera.it

Bersani e la parabola della zizzania. Il contadino saggio alle prese con gli oppositori che minacciano il suo campo seminato di grano spargendo la zizzania della discordia minando l’unità del partito. “ Un uomo ha seminato nel suo campo.Ma mentre tutti dormivano venne il suo nemico,seminò zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Quando poi la messe fiorì e fece frutto,ecco apparve anche la zizzania. Allora i servi andarono dal padrone di casa e gli dissero: padrone,non hai seminato del buon seme nel tuo campo? Da dove viene dunque la zizzania? Ed egli rispose loro: un nemico ha fatto questo. E i servi gli dissero: vuoi dunque che andiamo a raccoglierla? No, rispose, perché non succeda ...



Leggi la notizia

Roma domenica 3 marzo 2013 Corsera.it

Prima di quello del Vaticano per eleggere il nuovo Papa,e’ partito il Conclave del Movimento 5 Stelle ,riunione tra Beppe Grillo, Roberto Casaleggio e i candidati neoeletti alla Camera e al Senato.M5S e’ al centro del vortice politico,la punta dell’iceberg dell’ingovernabilita’.L’Italia si attende risposte da Beppe Grillo,dal suo comico nazionalpopolare,che forse ha sostituito Silvio Berlusconi dal centro della scena politica.I fari sono accesi sull’hotel Saint John e il peso delle responsabilita’ sovraccarica questo movimento politico,perche’ le forze centrifughe intendono farlo scoppiare,implodere dal suo interno.Sara’ lo spread anche per loro il termometro dell’indecisionismo,del gioco di sponda,di quella melina istituzionale che Beppe Grillo ha individuato come ricettacolo magico per fermasi in parlamento, senza assumersi responsabilita’ di sorta ed evitare il deragliamento del paese convocandolo alle nuove elezioni politiche. Ma cosi’ non sara’,tutti spingono il M5S verso le responsabilita’ di Governo,lo ha detto chiaramente anche oggi pomeriggio alla Rai la Biancofiore:” Se Grillo vuole governare si accomodi,staremo a vedere di cosa e’ capace.” La sfida e’ iniziata,si lascia il palcoscenico al comico ....



Leggi la notizia

Milano, 3 mar. - 'Lo dico a Grillo che gioca a fare l'uomo mascherato: io non apro tavolini e non sto qui a scambiare le sedie. Ha un movimento che ha un terzo dei parlamentari, decida che vuole fare altrimenti andiamo tutti a casa, anche lui'. Cosi' il segretario del Pd Pierluigi Bersani intervistato da Fabio Fazio a 'Che tempo che fa'. Bersani ha escluso che vi siano state 'conversazioni formali', 'perche' io faccio quel che dico - ha proseguito - c'e' un parlare tra noi e loro e si vede anche sulla rete' .

Beppe Grillo ne ha inventata un'altra delle sue,diventa l'uomo mascherato SPIDERGRILLO,e fa perdre la testa a Pierluigi Bersani,che rilancIa nell'etere,il suo disappunto a giocare a mosca cieca con l'uomo mascherato.Pierluigi Bersani sembra ammattito,disperato scalpita nell'arena,come un Toro che insegue il capote rosso.Piu' cerca di incalzare Grillo,piu' questo gli sfugge,e anzi adesso,per colmo della beffa si trasforma nell'Uomo Mascherato.Insomma lo prende per il culo.

Beppe Grillo ha messo in friggitoria le forze politiche e sicuramente se ne disfera' a mani basse alla prossima tornata elettorale.La soluzione e' soltanto nei tempi,lo sappiamo tutti,anche Matteo Renzi che si tiene distante adesso dall'agone politico.Tutto sommato le primarie lo hanno graziato,perche' contro il ciclone Grillo, oggi non si sarebbe salvato neanche lui.Ormai e' chiaro che l'intera popolazione italiana ha firmato un mandato in bianco al comico genovese per sbarazzarsi della vecchia classe politica.Anche Giorgio Napolitano ha paura che questo avvenga,lo sanno quelli del PDL,lo sa Silvio Berlusconi e la Biancofiore,che strepita come una gazzaladra dalla tribuna della RAI,richiamando alla comunanza di intenti PD e PDL.Ma questo matrimonio adulterino,sara' la tomba del bipolarismo italiano.Anche Gianfranco Fini,oggi a passeggio per le vie del centro a Piazza in Lucina e' apparso come rassegnato al ciclone SPIDERGRILLO.Tutti a casa finalmente e forse era anche ora.



Leggi la notizia

Roma 3 Marzo 2013 Corsera.it

Qualcuno comincia a subdorare che l'ha presa in quel posto.Non e' vero che i rappresentanti del M5S in Parlamento percepiranno soltanto 2500 euro al mese,ma andranno sopra i 10 mila euro,tra diarie, rimborso spese,per non parlare dell'indennizzo di fine rapporto che percepiranno al termine di questa legislatura.Iniziano le recrudescenze all'interno del M5S,tra attivisti bugierati,rimasti con un palmo di mano sul naso e i fortunati eletti nelle istituzioni.

 

L’Uomo Mascherato,alisa Beppe Grillo, ha fatto il colpaccio,meglio che ad un caveau di una banca:sono i 42 milioni di rimborso elettorale,destinato al Movimento 5 Stelle,che adesso molti simpatizzanti e militanti,vorrebbero acciuffare.Si mormora nei blog in tutta Italia che sono proprio i simpatizzanti e i militanti del Movimento 5 Stelle,che dopo essersi fatti in 4,sacrificati per anni alla causa del movimento,dovrebbero avere la possibilita’ di usufruire quei denari,anche soltanto fosse lo scarno rimborso per le attivita’ di militanza politica realizzata fino ad oggi. I piu’ determinati fra i militanti del M5S, hanno deciso gia’ da lunedi’ mattina di andare a bussare alla porta della villa di Beppe Grillo per chiedere almeno 1000 euro per uno, come rimborso per le spese sostenute.Il malloppo del rimborso elettorale fa gola a molti all’interno del Movimento 5 Stelle e non toccarli per niente,neanche un po’,significherebbe umiliare i militanti,tutti quelli che sono rimasti fuori dal lauto pranzo dei contratti con lo Stato,come gli eletti tra deputati,senatori e consiglieri regionali.C’e’ chi ride all’interno del Movimento 5 Stelle e c’e’ chi piange.Poche centinaia di persone...



Leggi la notizia

Roma 3 Marzo 2013 Corsera.it

 

Fare Fermare il Declino e caos da sputtanamento,si dimette anche Silvio Enrico.E’ passata in sordina la violenta desitituzione di Silvia Enrico,che era subentrata ad Oscar Giannino alla guida del movimento Fare Fermare il Declino.Secondo fonti ben informate,il movimento era gia’ in crisi prima ancora che scoppiasse lo scandalo delle lauree false di Oscar Giannino.”Il movimento era ingovernabile e regnava il caos a tutti i livelli organizzativi.Ognuno si faceva la pelle con l’altro.Sopratutto i candidati alle regionali facevano campagna elettorale ognuno sopra la testa dell’altro.Le vele con i faccioni dei candidati si incrociavano nelle stesse piazze,creando confusione tra gli elettori.Comunque le fronde che ansimano all’interno dell’esangue movimento,non sanno che strada intraprendere e se presentare le liste alle comunali di Roma."Difficile che questo accada,ci dice la nostra fonte,perche’ lo sputtanamento ormai e’ alle stelle.Ognuno di noi si e’ dovuto scusare con le controparti,i propri elettori e ne abbiamo sofferto conseguenze inimmaginabili.Ma vi rendete conto che io ho fatto 34 esami per laurearmi e un esame di stato per esercitare la mia professione e promuovevo un partito politico con un leader che aveva imbrogliato un po’ tutti?”

Silvia Enrico si e' dimessa,notizia che non e' apparsa sui quotidiani.Nessuno si interessa piu' di Fare Fermare il declino,troppo alto il prezzo dello sputtanamento,una brutta storia da dimenticar subito,anche per la miopia dell'intera stampa italiana,sopratutto di quei giornali,che avevano assunto rapporti di lavoro con Oscar Giannino,propinando i suoi ragionamenti economici esoterici,senza aver verificato la bonta' del suo curriculum alla Toto' e Peppino.

 



Leggi la notizia

Roma 3 marzo 2013 Corsera.it

Fare Fermare il declino la Procura di Roma apre un'indagine sui fondi del finanziamento degli elettori.Esposto presentato da un simpatizzante che aveva versato 50 euro via web al partito fare Fermare il declino.Oscar Giannino e i tesorieri finiscono nei guai.la banda del buco.Pubblicita' ingannevole che sottende alla truffa? Investito della vicenda anche l' Autorita' garante della concorrenza del mercato.

 

Fare Fermare il declino allo sputtanamento generale delle truppe cammellate di Oscar Giannino adesso esplode anche il caso del buco dei circa 2 milioni di euro,dei finanziamenti ricevuti dai simpatizzanti via web,e che adesso qualcuno dovra’ rimborsare,per non correre il rischio di qualche class action collettiva,da parte degli elettori raggirati.Migliaia di elettori indotti a finanziare un movimento politico,che aveva come suo leader un signore che millantava credito di preparazione culturale,esponendo pubblicamente il conseguimento di due lauree,una in legge, una in economia e un master in economia, conseguito niente di meno che nella prestigiosa universita' americana Chicago Booth.Titoli accademici che il signor Oscar Giannino aveva reso pubblici attraverso un mezzo di informazione che raggiunge milioni di persone nel mondo come internet.Fatti non corrispondenti al vero,al solo fine di indurre molti elettori a versare finanziamenti al movimento, nella consapevolezza di avere un personaggio all'altezza di poter concorrere politicamente addirittura nel ruolo di Premier italiano.Fare Fermare il declino dopo lo sputtanamento adesso e' nella merda vera,sopratutto i responsabili di tesoreria e chiunque all'interno del partito ha speso i soldi dei contribuenti elettori e simpatizzanti.La procura della Repubblica di Roma dovra' immediatamente aprire un'inchiesta e capire dove sono finiti tutti quei soldi,come sono stati spesi e chi li ha ricevuti.I soldi dovranno essere restituiti subito e certamente ai malcapitati sostenitori del movimento politico.

Oscar Giannino dovrebbe e dovra’rimborsarli di tasca sua,e si prevedono anche azioni degli stessi rappresentanti di lista,che si sono autofinanziati per effettuare la campagna elettorale. E’ una bomba mediatica non indifferente,una grana dai risvolti penali e civili,per il guitto da fumetto anni ‘30,al secolo conosciuto come Oscar Giannino.



Leggi la notizia

Roma 2 Marzo 2013 Corsera.it di Matteo Corsini

Elezioni politiche 2013. Chi ha vinto e chi ha perso. Ma l’arte della politica non si esercita mai nella quantita’, ma nella qualita’. Il premio di maggioranza oggi in Italia vale 200 deputati,sono 124 mila voti di differenza tra la coalizione di centrosinistra e quella di centrodestra. Quei voti che adesso Silvio Berlusconi vuole raggiungere,per vincere alle elezioni di settembre. Un’impresa che qualcuno in Italia ha realizzato e parliamo del Mir,i Moderati italiani in Rivoluzione di Gianpiero Samori’, come Leonida i 300 spartani delle Termopili,sono gli elettori che hanno scelto il MIR in Italia.

Venerdi’ 22 Febbraio,conclusi la nostra campagna elettorale a palazzo Colonna,dichiarando che “Uno dei nostri vale cento dei loro,uno dei nostri vale duecento dei loro.” La platea rimase attonita,qualcuno non comprese subito quel messaggio elettorale,quella sfida racchiusa in poche parole,semplici e ad effetto. Ma quello slogan oggi si e’ tramutato in realta’, l’euforia in una battaglia vinta,quella elettorale,proprio come quei 300 spartani che fermarono al valico delle Termopoli, l’esercito persiano....



Leggi la notizia

Roma 2 Marzo 2013 Corsera.it

 

 Mantra del Re di Maggio, l’urlo di una generazione e gli esoterismi al buio dei Santoni del M5S Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo.Come funziona il movimento 5 Stelle?

 

Governo.Pierluigi Bersani sfida Beppe Grillo:"facciamo una legge sui partiti." Il leader del Partito Democratico incalza Beppe Grillo anche sulla trasparenza della partecipazione ,come si eleggono gli organismi dirigenti,quale codice etico delle candidature.Pierluigi Bersani segue Matteo Renzi,i consigli del giovane sindaco di Firenze.Sfida Beppe Grillo seguendolo nelle viscere del suo stomaco di rivoluzionario.Chi forma ed elegge i candidati nel Movimento 5 Stelle? Massima trasparenza,altrimenti si rischia di vedere affermarsi un partito dalla nomenclatura comunista.Difficile fidarsi di chi non ha regole di trasparenza e democrazia al suo interno.

Il mantra del Re di Maggio del M5S deve adesso aprirsi alla conoscenza del resto del mondo,dilatare il suo ventre molle e accettare il confronto sulle tematiche politiche.L’essere spiritato,il serpente del web,adesso e’ uscito allo scoperto,oltre l’anima anche i corpi.Vediamo come sono fatti questi grillini e che cosa dicono,come ragionano,quali riflessioni fanno,come intendono relazionarsi con i cittadini.Altrimenti il M5S ha il sapore della vincita ad una slot machine,dove i protagonisti non vedono l’ora di tornare al banco,cambiare le fiche e ....



Leggi la notizia

Roma, 2 mar. - 'Proponi una squadra di governo di altissimo profilo. Sarebbe sbagliato acconciarsi a vivere questo passaggio secondo una logica di sopravvivenza, come se volessimo aggrapparci per resistere'. E' il messaggio che Nichi vendola manda all'alleato Pierluigi Bersani durante l'intervista rilasciata a Riccardo iacona che andra' in onda domani nel corso di Presadiretta. .

Leggi la notizia

Roma 1 Marzo 2013 Corsera.it

Si torna a votare.Non c'era dubbio che il Movimento 5 Stelle deve radicalizzare lo scontro e non concedersi a nessun minuetto con gli altri partiti,rischierebbe di schianatarsi,implodere prematuramente,come la sfortunata avventura di Oscar Giannino.

 

Il Movimento 5 Stelle,per bocca di Claudio Messora,ha proposto l'istituzione del Governo Provvisorio della Rivoluzione,ma nessuno sembra avergli dato credito.Forse potrebbe farlo Giorgio Napolitano.Ma la strada e' segnata.Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo hanno suonato la carica per l'assalto finale della rivoluzione.Nessun accordo e si torna a votare.

 

 Il Movimento 5 Stelle lancia la rivoluzione alla sua fase finale,l’annientamento della partitocrazia. Anche Silvio Berlusconi pare aver compreso l’antifona, mollata la presa sul carosello delle acquisizioni indirette,oggi si e' precipitato a dichiarare che si deve tornare alle urne.Si va allo scontro. D’altronde il Movimento 5 Stelle non ha alternative se non vuole rischiare di implodere. Qualsiasi alleanza ....



Leggi la notizia

AGI) - Firenze, 1 mar. - "Io ho combattuto Bersani a viso aperto quando non lo faceva nessuno, guardandolo negli occhi. Non lo pugnalo alle spalle, oggi: chiaro? Nello zoo del Pd ci sono gia' troppi tacchini sui tetti e troppi giaguari da smacchiare per permettersi gli sciacalli del giorno dopo". Lo scrive Matteo Renzi sulla sua newsletter settimanale. "Niente giri di parole: il centrosinistra le ha perse. La vittoria numerica alla Camera non e' sufficiente e lo sappiamo. E non si dica: "Ah, gli italiani si sono fatti abbindolare, non ci hanno capito, come ha detto qualche solone dei nostri in tv nelle ore della de'bacle. Gli italiani capiscono benissimo i politici: casomai non sempre accade il contrario", scrive il sindaco di Firenze.



Leggi la notizia

Roma 1 Marzo 2013 Corsera.it

 

Fondazione italiani nel mondo.La grande inchiesta del Corsera.it rimbalza sulle prime pagine di tutti i giornali.il Senatore Sergio De Gregorio smentisce Silvio Berlusconi  sull'interpretazione dei fatti data da Berlusconi in mattinata. Il leader del Pdl, indagato dai pm partenopei con l'accusa di aver corrotto il senatore, aveva infatti detto: «De Gregorio ha parlato per paura di finire in cella». L'ex Idv, invece, in una nota replica secco: «La scelta di sottopormi ad interrogatorio è stata il frutto di una mia libera determinazione». Romano Prodi, commentando questa vicenda al Tg1, ha detto: «Se le cose stanno così, si tratta di un vero attentato alla democrazia».



Leggi la notizia

<< - Pagina 13 di 73    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 ] - >>