Farooq Aftab, di origine pachistana, secondo le autorità investigative stava preparando un attentato all'aeroporto di Orio al Serio: è stato per 2 anni il leader azzurro della nazionale giovanile

 


Leggi la notizia

Era pronto a colpire l’aeroporto di Orio al Serio, in provincia di Bergamo. Il terzo scalo d’Italia con più di 10 milioni di passeggeri. Attaccare per vendicare i «musulmani uccisi», colpire «i militari», «terrorizzare la gente». Aftab Farooq, 26 anni, il pachistano espulso ieri su ordine del ministro dell’Interno Angelino Alfano aveva giurato fedeltà al califfo Abu Bakr al Baghdadi. 

Leggi la notizia

A distraught dad discovered his missing daughter’s strangled body near the remote Queens jogging path where the pair usually ran together, said police, who added she may have been raped.

Karina Vetrano, 30, was jogging alone Tuesday evening because her retired firefighter father was nursing a bad back, said Chief of Detectives Robert Boyce.

There were no arrests in the killing, and police don’t have a specific suspect in the case. Cops have spoken with two homeless people who may live in the nearby Gateway National Park.

“Right now we’re investigating anybody who uses this park,” the chief said Wednesday.



Leggi la notizia

A distraught dad discovered his missing daughter’s strangled body near the remote Queens jogging path where the pair usually ran together, said police, who added she may have been raped.

Karina Vetrano, 30, was jogging alone Tuesday evening because her retired firefighter father was nursing a bad back, said Chief of Detectives Robert Boyce.

There were no arrests in the killing, and police don’t have a specific suspect in the case. Cops have spoken with two homeless people who may live in the nearby Gateway National Park.

“Right now we’re investigating anybody who uses this park,” the chief said Wednesday.



Leggi la notizia

Agguato in vico delle Nocelle, a pochi passi dalla centrale piazza Dante. Due morti e un ferito. Sul posto gli investigatori per ricostruire la dinamica dei fatti e il possibile movente.sono Ciro Marfè, di venticinque anni e Salvatore Esposito di trentadue. Il ferito è Pasquale Amodio di quarantatrè anni.

Leggi la notizia

L'Isis colpisce ancora, e stavolta lo fa centrando in pieno cuore il mondo del calcio. Quattro famosi calciatori siriani, militanti nella popolare squadra dell'Al Shabab, sono stati infatti decapitati dalle milizie dello Stato islamico a Raqqa (Siria), in pieno giorno. L'accusa è quella di giocare a calcio, una attività ritenuta contro l'Islam.

Leggi la notizia

C’è il bagno di folla coi cittadini, sotto Palazzo Senatorio, che attendono di essere «guidati» dentro il Campidoglio dalla sindaca nell’insolita versione di «Cicerone». C’è la difesa a spada tratta di Paola Muraro, assessora all’Ambiente nel mirino per le sue consulenze passate all’azienda dei rifiuti (Ama). Ma, in Virginia Raggi, da ieri comincia a trapelare anche un po’ di fretta. Perché oggi è il primo agosto e perché, da oggi, la sindaca ha 20 giorni di tempo per la sua prima prova: pulire la città, scongiurare almeno momentaneamente l’emergenza rifiuti che ciclicamente torna e che con l’estate è riemersa. Il 20 agosto è la scadenza che l’Ama ha dato al piano di ripulitura presentato al Comune che glielo ha energicamente richiesto.

Leggi la notizia

Roma, 29 lug. - No alle attenuanti generiche per Salvatore Parolisi, l'ex caporalmaggiore dell'Esercito condannato in via definitiva a 20 anni di reclusione per l'omicidio della moglie Melania Rea. La prima sezione penale della Cassazione, con una sentenza depositata oggi, spiega perche', il 13 giugno scorso, ha confermato il verdetto emesso in sede di appello-bis dalla Corte d'assise d'appello di Perugia.



Leggi la notizia

MUKILTEO, Wash. -- Three people were killed and one person was wounded in a shooting at a party in Mukilteo early Saturday morning.

 



Leggi la notizia

CATANIA - Uccisa nella sua abitazione, nella frazione di Madonna degli Ammalati a Misterbianco, in provincia di Catania, mentre il marito era fuori casa per acquistare giornale e sigarette. La vittima, Marina Zuccarello, è una cinquantenne. E’ stato proprio il coniuge, rincasando, a trovare il cadavere della donna in una lago di sangue. La donna, che da pochi giorni si era trasferita in questa abitazione utilizzata per le vacanze estive, è stata sgozzata. I carabinieri, avvertiti dal consorte, hanno effettuato i primi rilievi e avviato le indagini.

 



Leggi la notizia

Uccisa, avvolta in un piumone,gettata in un cassonetto trasportato poi in un campo di via Mazzeo di Ricco, a Settecamini: una transessuale ha trovato la morte così, venerdì mattina. Ammazzata, forse, con un violento colpo alla testa. Un giallo su cui gli uomini e le donne della squadra Mobile diretta da Luigi Silipo stanno indagando.

Il cassonetto. Alle undici un inquilino di via Mazzeo di Ricco esce dal portone. Vede due uomini che stanno litigando spingendo il cassonetto dell'indifferenziata verso il campo. "Ma che state facendo?" gli urla. "Perché buttate il cassonetto nel campo? Ma che state a fa'? È del condominio: state fermi!" Uno dei due guarda l'altro e gli urla: "Corri! Corri! Avanti!". Mollano il cassonetto e scappano, a piedi.

I piedi. L'inquilino allora va verso il cassonetto per rimetterlo al suo posto. E gli prende un colpo. Vede infatti spuntare due piedi. Dentro c'è un cadavere. Si volta verso la direzione in cui sono scappati i due, impaurito perché li ha visti bene in faccia, corre verso il portone, si chiude dentro e chiama la polizia.

Leggi la notizia

Due marocchini sono stati arrestati dalla polizia nell’ambito di un’indagine collegata al terrorismo. Una terza persona è stata denunciata. I tre, che hanno tra i 27 e i 44 anni e hanno dei precedenti penali (spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali e in materia di falso) sono tutti residenti nella provincia di Savona e si troverebbero in Italia da anni. L’attività di indagine, diretta dalla procura distrettuale antiterrorismo di Genova, nasce a seguito della segnalazione di una giovane savonese al commissariato di polizia online della polizia postale e delle comunicazioni, relativa ad un messaggio whatsapp pervenuto sull’utenza cellulare della ragazza da un contatto non presente nella sua rubrica e originante da un numero del Marocco. I due sono accusati per il momento soltanto di reati legati al possesso di stupefacenti, precisa però la polizia.

Leggi la notizia

E' rimasta per quasi quattro ore chiusa nella macchina della mamma parcheggiata lungo una strada, dimenticata, ieri mattina a Vada (Livorno). Quando la donna ha finito di lavorare, dopo mezzogiorno, è andata verso l'auto e ha trovato la sua bimba, 18 mesi, ormai priva di senso. La lunga permanenza nel caldo torrido dell'abitacolo è stata fatale. La bambina è morta oggi, mercoledì, intorno alle 18.30, quando all'ospedale Meyer di Firenze si sono concluse le procedure necessarie ad accertare il decesso da parte di una commissione di medici. I genitori sono sotto shock per il dramma che stanno vivendo, così come tutta la comunità del paesino sulla costa livornese, dove la famiglia è molto conosciuta.

Mentre martedì sera la situazione non sembrava drammatica, fin dalla prima mattinata di oggi si è capito che le cose stavano precipitando: "Le condizioni della bambina sono gravi, in mattinata la situazione si è ulteriormente complicata, sicuramente c'è un danno che potrebbe aver compromesso le funzioni neurologiche". Così il direttore sanitario del Meyer Francesca Bellini con i giornalisti:  "Siamo preoccupati per l'esito". Subito dopo i medici sono andati a parlare con i genitori per dare la drammatica notizia. Anche se sconvolta dal dolore, la coppia ha acconsentito al prelievo degli organi.

 

Leggi la notizia

Orrore in un centro disabili in Giappone. Un uomo armato di coltello, con i capelli biondi e vestito di nero, ha ucciso 19 persone e ne ha gravemente ferite altre 45 a Sagamihara, nella prefettura di Kanagawa, a poche decine di chilometri a ovest di Tokyo. L'uomo, poco più che ventenne, si è poi consegnato alla polizia che aveva circondato l'edificio e avrebbe detto - secondo alcuni media locali - di aver compiuto l'orribile gesto con l'intenzione di «liberare il mondo dai disabili».

Leggi la notizia

È stato “sgozzato” il prete che era stato preso in ostaggio da due squilibrati, assieme ad altre persone, in una chiesa della Normandia, in Francia.
La vittima, Jacques Hamel, aveva 86 anni.
Un altro ostaggio sarebbe ferito in modo gravissimo.
I due assalitori sono stati uccisi dalla polizia francese.

Leggi la notizia

<< - Pagina 14 di 88    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 ] - >>