Milano 27 Luglio 2011 CORSERA.IT

- Si fa sempre più preoccupante la situazione in cui versa il mercato dei titoli di stato italiani. Il Financial Times ha reso nota infatti la decisione di Deutsche Bank che, nei primi sei mesi dell'anno, ha tagliato l'esposizione netta sui bond italiani di ben l'88%.

La notizia non fa altro che confermare la fuga degli investitori internazionali dall'Italia, la terza economia dell'Eurozona. Di fatto, nei risultati relativi al secondo trimestre della principale banca tedesca, si legge che l'esposizione netta sul debito sovrano italiano è stata ridottA da €8 miliardi alla fine del 2010 a €997 milioni entro gli inizi di luglio. L'intera esposizione verso i Piigs dell'istituto bancario (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna) è scesa del 70% a €3,7 miliardi nello stesso periodo di tempo...



Leggi la notizia

Washington 27 Luglio 2011 CORSERA.IT from Ther White House

Il Presidente americano si è svegliato questa mattina,anzi diciamo che ha dormito giusto quattro ore.Poi ha riunito i suoi stretti collaboratori e ha indicato la strada da seguire per oggi,trovare l'accordo,concludere insomma le negoziazioni con il partito repubblicano,prima che sia troppo tardi.La mossa di anticipare tutti e ogni strategia attendista da parte dei due schieramenti,mette il presidentre Barack Obama in una posizione di preminenza nei confronti degli altri player.Un momento magico che dovrà essere in grado di chiudere.Non saranno i Repubblicani tanto odiati a...



Leggi la notizia

New York 27 Luglio 2011 ORE 19.10 CORSERA.IT

GLI EFFETTI NEFASTI DI UN IPOTETICO DEFAULT DELLA FINANZA PUBBLICA AMERICANA,POTREBBERO ESSERE PARAGONABILI A QUELLI DI UNA TERZA GUERRA MONDIALE,CON IL PIENO COINVOLGIMENTO DI TUTTI I MERCATI FINANZIARI MONDIALI,SIA AZIONARI CHE OBBLIGAZIONARI.QUELLA A CUI STIAMO ASSISTENDO IN QUSTE ORE è UNA CORSA CONTRO IL TEMPO,CHE HA SCATENATO UNA VERA E PROPRIA GUERRA TRA DEMOCRATICI E REPUBBLICANI.UN PIENO ASSAGGIO DI COME SARA' LA PROSSIMA CAMPAGNA ELETTORALE PER LA PRESIDENZA DEGLI STATI UNITI.IL MONDO SEGUE CON IL FIATO SOSPESO QUESTA DIATRIBA,MENTRE I MERCATI AZIONARI DEL VECCHIO CONTINENTE ANCHE OGGI NON SONO RIUSCITI A RESISTERE ALLA SPECULAZIONE FINANZIARIA E ALLE VENDITE DEI BOND GOVERNATIVI,DA PARTE DELLE PRINCIPALI ISTITUZIONI FINANZIARIE DEL PIANETA.SI VENDONO BOND ITALIANI A PIENE MANI,SI VENDONO AZIONI DEI PRINCIPALI....



Leggi la notizia

New York 26 Luglio 2011 CORSERA.IT inviato da ANTONY GUERRA

IL temuto crollo dei mercati finanziati non si è verificato,tranne che in Italia,Cenerentola d'Europa,che ha visto il valore dei titoli degli istituti bancari,flettere ancora una volta sotto la scure della speculazione finanziaria.Dunque Barack Obama,all'indomani dello stallo dei negoziati con i repubblicani, sull'ammontare del tetto del debito pubblico,ha deciso di rilanciare,e lo ha fatto rivolgendosi agli americani dal tubo catodico,dalla televisione.Barack Obama non ci sta a rimanere fuori dalla rielezione del Presidente degli USA prevista per novembre del 2012,e vuole mostrare i muscoli agli avversari.La sua idea è quella di tagliare la spesa pubblica ma di innalzare le tasse ai ricchi,ai ricchissimi americani.Operazione....



Leggi la notizia

Milano 26 Luglio 2011 ore 08.03 2011

CORSERA ECONOMIA I PRIMI AD INFORMARVI.Balzo in avanti dell'euro che sfonda quota 1.45 contro il dollaro.Il mancato accordo tra Repubblicani e democratici sull'aumento del tetto del debito pubblico americano,sta affossando il dollaro sui mercati internazionali.



Leggi la notizia

- Il biglietto per i mezzi pubblici a Milano aumenterà da settembre del 50%, passando da 1 euro a 1,50 euro. La decisione, annunciata oggi dall'assessore alla Mobilità del Comune Pierfrancesco Maran, verrà deliberata nel corso della prossima Giunta in programma il 29 luglio. All'aumento del prezzo corrisponderà un incremento della durata della validità del ticket (da 75 a 90 minuti), mentre l'adeguamento tariffario non intaccherà gli abbonamenti annuali. La giunta ha inoltre introdotto l'addizionale Irpef dello 0,2% per i redditi oltre i 26 mila euro annui. Per il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, si tratta di «misure dolorose», ma «indispensabili

Leggi la notizia

Milano 22 Luglio 2011 CORSERA.IT

Crisi euro Grecia default.UE e FMI lanciano sul piatto della crisi economica,un piano Marshall per salvare la Grecia e rilanciare l'economia non soltanto della penisola ellenica,ma forse di tutta l'Europa.Hanno ragione,la sola spinta propulsiva possibile è proprio quella di una accensione dei motori BOOST THE ECONOMY,come si suol immaginare.Qualcosa di talmente forte e violenta,in grado di riaccendere l'immaginazione,i gangli vitali del nostro sistema economico,che da alcuni anni vive sonnecchiando.Ma non parliamo dell'Italia,ingessata dalle attivitò di un Governo senza idee e senza obiettivi,la cui sola anima nera,appare oggi in evidenza quella del malaffare.



Leggi la notizia

(AGI) Bruxelles - Nella notte a Bruxelles e' stato raggiunto un accordo in extremis tra Angela Merkel e Nicolas Sarkozy per una linea comune sul salvataggio della Grecia da portare al Consiglio europeo di oggi. Poco prima dell'una, al termine di un colloquio durato piu' di sei ore, il cancelliere tedesco e il presidente francese hanno annunciato di aver raggiunto una posizione comune che e' stata comunicata al presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy .

Leggi la notizia

(AGI) Francoforte. - Le banche europee sono pronte a preparare una proposta di salvataggio della Grecia che includa la loro partecipazione ed escluda una tassa agli istituti di credito per aiutare Atene. Le banche sono anzi pronte a ricorrere in sede legale contro l'eventuale proposta di una tassa alla banche, che punirebbe ingiustamente quelle che non sono esposte con la Grecia. La proposta delle banche, elaborata insieme all'Institute of International Finance, si articola in una serie di opzioni .



Leggi la notizia

Milano 19nLuglio 2011 CORSERA.IT

La crisi del debito europeo e americano ha messo in ginocchio i mercati.I titoli azionari scendono a precipizio e sembra senza soluzione di continuità,un terremoto che nessun governo europeo riesce a tenere a bada,tanto meno quello italiano,che si è inventato una manovra finanziaria pigra e del tutto insufficiente.SI cerca d tenere a freno il popolo bue,a non far surriscaldare i toni della crisi sociale del nostro paese,ma siamo effettivamente sull'orlo del baratro,con ogni ulteriore conseguenza nei mercati.La crisi ha colpito la struttura stessa del nostro sistema finanziario,minando alle radici la forza del settore bancario italiano,che questa volta rischia il capitombolo sotto la spinta della speculazione.I nostr istituti potrebbero passare di mano,perchè la crisi costringe tutti a vendere qualsiasi cosa.Ormai siamo sotto i valori di libro per tutte le banche italiane.



Leggi la notizia

La Grecia spera che il summit dei leader della zona euro raggiunga un accordo sul debito che permetta al Paese di mettere al sicuro il proprio finanziamento fino a metà del 2014 senza incorrere in un giudizio di selective default. Lo ha detto il ministro delle Finanze greco nel corso di un'intervista all'Associated Press.

"Il nostro intento è quello di evitare anche un selective default" ha dichiarato Venizelos.

"Ci sono proposte che forniscono una risposta a quanto richiesto e che allo stesso tempo non permettono alle agenzie di rating di emettere quel giudizio" ha aggiunto.

I governi



Leggi la notizia

Milano 15 Luglio 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Anarchia fiscale necessaria.Chiedono soldi non glieli diamo.Basta.

Siamo sull'orlo del baratro e non ce ne rendiamo conto,sono minuti snervanti prima del crack,in cui tutto si rompe,si spacca,come il ghiaccio in primavera ai primi raggi di sole intenso.Non c'è nessuno di noi che verrà risparmiato se la diga si rompe,se le onde del mare passeranno il frangiflutto,se l'inconsistenza di una manovra finanziaria,peggiorerà il corso della nostra economia traballante.Perchè una cosa è certa,il governo di Silivo Berlusconi,che aveva promesso agli italiani che non avrebbe aumentato le tasse,ha piazzato un colpo da 70 miliardi che pende come la lama di una ghiogliottina sul nostro capo.Un colpo basso,anzi un tradimento bello e buono,una manovra della vergogna.Sull'orlo del baratro ci stanno tutti gli italiani insieme e la manovra finanziaria ce li spinge dentro.Sono imposte e tasse per tutti,sono lacrime e sangue per tutti.Non c'è via di scampo nel paese inghiottito dalla penuria,l'arretratezza dei mercati,l'inutile shock che si voleva dare all'economia.Una pletora di aguzzini parlamentari che ha deciso di uscire dall'angolo della crisi,alla solita vecchia maniera,facendo inghiottire agli italiani una marea deprimente di imposte e tasse.Questi ultimi italiani che dovrebbero pagare il canone RAI per vedersi Augusto Minzolini scialaquare i nostri soldi con le carte di credito al festival del cinema ad Hammamet? Oppure continuare a mantenere la casta dei politici parlamentari avvocati che si oppongono alle liberalizzazioni? No,e' guerra aperta sul fronte dei cittadini nei confronti dello Stato,anzi di questa compagine governativa di buffoni e inetti,di incapaci e corrotti.Basta andate tutti a fare in culo.

aderisci al VAFFANCULOTAX e invia il tuo sms di sdegno a redazione@corsera.it



Leggi la notizia

(ASCA) - Roma, 15 lug - Nel 2010, in Italia, 1 milione e 156 mila famiglie (il 4,6% delle famiglie residenti) risultano in condizione di poverta' assoluta, per un totale di 3 milioni e 129 mila persone (il 5,2% dell'intera popolazione). Lo rileva l'Istat nel suo Rapporto sulla 'Poverta' in Italia. L'incidenza della poverta' assoluta, spiega l'Istat, viene calcolata sulla base di una soglia di poverta' corrispondente alla spesa mensile minima necessaria per acquisire il paniere di beni e servizi che, nel contesto italiano e per una determinata famiglia, e' considerato essenziale a uno standard di vita minimamente accettabile.

Leggi la notizia

Milano 14 Luglio 2011 CORSERA.IT

Come ampiamente previsto la manovra finananziaria è un coacervo di aumenti indifferenziati di tasse e potatura di agevolazioni per tutti.Senza le liberalizzazioni è una manovra destinata a comprimere ancora di più l'economia italiana,aumenta i sacirifici ma non rilancia le attività professionali che nel nostro paese valgono il 60% del PIL.

Riparte il rally dello spread tra Btp e Bund decennali: il differenziale di rendimento si è allargato a 302 punti con il tasso del Btp decennale in rialzo al 5,71%.



Leggi la notizia

Trasporti. A giugno, impennata dei prezzi dei biglietti per aerei, traghetti e treni. L'Istat registra aumenti congiunturali "consistenti" per i prezzi del trasporto aereo passeggeri (+6,9%), che crescono su base annua del 13,8%. Un aumento più marcato si rileva per i prezzi del trasporto marittimo e per vie di acque interne (+10,8%), che segnano una crescita rispetto a giugno 2010 del 52,8% (+62,3% a maggio). Anche i prezzi del trasporto ferroviario passeggeri risultano in aumento rispetto a maggio (+2,0%) e salgono dell'8,4% su base annua. Si segnala, inoltre, il rialzo mensile (+0,3%) dei prezzi delle assicurazioni sui mezzi di trasporto, cresciuti su base tendenziale del 5,3%.



Leggi la notizia

<< - Pagina 16 di 36    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 ] - >>