Pochi minuti fa, precisamente alle 17,25 (ora italiana), una nuova scossa di magnitudo 4.4 è stata registrata ad est dello Stretto di Gibilterra, a seguito del forte terremoto di magnitudo 6.3 che il 25 Gennaio ha colpito il Mare di Alboran. Oltre ad essere la scossa più forte negli ultimi 2 giorni quella di oggi pomeriggio presenta una caratteristica diversa dagli eventi precedenti, poiché ha avuto il suo epicentro diverse decine di chilometri più a nordest rispetto al sisma della settimana scorsa.

Infatti, secondo l’EMSC, il terremoto sarebbe avvenuto proprio a ridosso delle coste dell’Andalusia, ad una distanza di 17 chilometri ad E di El Varadero, con una popolazione di 2.000 abitanti, e 56 chilometri a SE di Granada, città che ospita quasi 235.000 abitanti. L’ipocentro del sisma è stato rilevato ad unaprofondità di circa 10 chilometri ed è stato nettamente avvertito in quasi tutta l’Andalusiada Malaga ad ovest ad Almeria ad est, e da El Varadero a sud fino a Jaen a nord.



Leggi la notizia

ISIS ANTITERRORISMO A ROMA SCATTATA QUESTO POMERIGGIO UNA VASTA OPERAZIONE ANTITERRORISMO CHE HA VISTO ALCUNE PATTUGLIE DEI FALCHI IN AZIONE NELLA CENTRALISSIMA VIA FRATTINA.FERMATI DUE ARABI PER SOSPETTA APPARTENENZA A FRANGE ESTREMISTE ISLAMICHE.IL FERMO DEI SOSPETTI E' AVVENUTO INTORNO ALLE ORE 15.30.I DUE SOSPETTI SONO STATI FERMATI E CONDOTTI IN QUESTURA.

copyright by CORSERA.IT 



Leggi la notizia

Isis terrorismo.I falchi della questura di Roma oggi pomeriggio intorno alle ore 15.30,hanno arrestato due sospetti terroristi di lingua araba .Il fermo e' stato effettuato nella centralissima Via Frattina a pochi passi dalle sedi istituzionali di Palazzo Chigi e del Parlamento.Quattro pattuglie in moticicletta dei falchi hanno accerchiato i due sospetti terroristi nella centralissima Via Frattina.L'inseguimento e' stato inoltre coadiuvato anche da una pattuglia in borghese sopravvenuta su un auto civetta.Allarme per la strada tra i passanti.

foto copyright by Corsera.it 



Leggi la notizia / Video

ISIS Roma operazione antiterrorismo arrestati nella centralissima Via Frattina due uomini di lingua araba sospetti terroristi dell'ISIS.Quattro pattuglie dei falchi hanno circondato i due sospetti in Via Frattina vicino a Piazza di Spagna a due passi dal parlamento .I due sospetti sono stati arrestati e portati in Questura dove sono stati sottoposti ad interrogatorio da parte degli investigatori.Il fatto e' accaduto oggi a Roma intorno alle ore 15.30.Pubblichiamo il video del fermo in esclusiva mondiale.Copyright Corsera.it 

Leggi la notizia / Video

E' stato messo sotto tutela il figlio del procuratore aggiunto di Reggio CalabriaNicola Gratteri, dopo che due falsi agenti si sono recati nell'appartamento in cui il ragazzo vive, per studiare, a Messina. Gratteri è da anni sotto scorta per le tante minacce ricevute nel corso della sua attività di magistrato impegnato nella lotta alla 'ndrangheta, ai traffici internazionali di droga, e ai rapporti con i cosiddetti colletti bianchi.L'episodio dai contorni ancora misteriosi viene affrontato con la massima attenzione dalle forze dell'ordine. La decisione è stata presa nella sede del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Mercoledì due persone incappucciate hanno suonato al campanello dell'appartamento del figlio del procuratore spacciandosi per agenti di polizia e fuggendo poi per le scale una volta giunti sul pianerottolo. Gli investigatori cercano di verificare se alcune delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona possano avere ripreso immagini utili alle indagini.

Nel frattempo, anche se nessuna ipotesi viene al momento esclusa, l'idea degli inquirenti è che si sia trattato di un modo subdolo della 'ndrangheta per lanciare un messaggio a Gratteri, impegnato in delicate indagini sulle cosche.

Ad una prima lettura dell'episodio, infatti, pare strano che i due abbiano suonato solo casualmente al campanello del figlio di Gratteri. Inoltre si sono presentati come agenti di polizia che - altra circostanza che difficilmente viene ritenuta una casualità - è il Corpo che cura la scorta del magistrato. I due, una volta al piano del figlio di Gratteri sarebbero poi fuggiti, forse perché si sono resi conto che davanti la porta d'ingresso dell'appartamento c'è un cancello metallico che era chiuso. E' confermato che i due non abbiano detto niente, ma questo, a giudizio degli investigatori, non renderebbe meno credibile l'ipotesi di un avvertimento.

Leggi la notizia

Una provocazione inaccettabile e irresponsabile": cosi' il Pentagonosull'ultimo test nucleare nordcoreano dopo un colloquio tra il segretario alla difesa Usa Ash Carter e il suo collega sudcoreano Han Min-koo. I due "hanno concordato che le provocazioni della Corea del Nord avranno conseguenze", secondo il portavoce del Pentagono Cook.

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu "condanna" il nuovo test nucleare della Nord Corea, che rappresenta una "chiara violazione" delle sue risoluzioni" e annuncia che iniziera' a lavorare immediatamente su ulteriori misure restrittive con una nuova risoluzione.

"La Corea del nord è uno Stato responsabile, non saremo mai noi i primi ad utilizzare armi nucleari né a trasferire tecnologie": lo afferma il governo di Pyongyang in un comunicato diffuso dalla missione della Nord Corea all'Onu, dopo l'annuncio di un nuovo test nucleare.

La Corea del Nord ha reso noto di aver condotto con successo un test con una bomba nucleare all'idrogeno. Le autorità sudcoreane e il Servizio geologico americano poco prima avevano rilevato un sisma di magnitudo 5.1 a 49 km a nord di Kilju, l'area dei test nucleari nordcoreani. Secondo Seul il sisma era di origine artificiale. La bomba potrebbe essere atomica e non all'idrogeno. Lo sostengono gli 007 di Seul che hanno informato le autorità sudcoreane.

Ban, Pyongyang cessi attività nucleare  - Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, un sudcoreano, ha chiesto alla Corea del Nord di "cessare qualsiasi ulteriore attività nucleare". Parlando ai giornalisti, Ban ha condannato inequivocabilmente il nuovo test nucleare di Pyongyang chiedendo al Paese di "rispettare i suoi obblighi sulla denuclearizzazione".



Leggi la notizia

E' di due morti e cinque feriti il bilancio provvisorio della sparatoria in un affollato pub di Tel Aviv, nella centrale via Dizengoff.
Ancora non è chiaro se si tratti di un attentato terroristico ma gli ingredienti per esserlo sembrano esserci. Nell'attacco l'aggressore avrebbe usato armi automatiche. Secondo alcuni testimoni l'uomo è fuggito a piedi, secondo altri potrebbe aver agito con un compplice.

Il pub colpito è frequentato dalla comunità omosessuale. 

La polizia avrebbe fermato un sospetto che si aggiravano lungo la vicina Gordon Street ma lo sparatore è ancora a piede libero.

Circa 20 minuti dopo altri colpi, infatti, sono stati esplosi da un uomo alla guida di una motocicletta contro una pattuglia della polizia in una strada (Geha) della cintura intorno alla città, nei pressi dell'hotel Mandarin, nel quartiere settentrionale di Barutch. 

Non sono, al momento, confermati collegamenti tra i due fatti.   

 



Leggi la notizia

L’hanno soprannominata “la miracolata del Bataclan“. Laura Croix, cantante di 31 anni, era al concerto degli “Eagles of Death Metal” al Bataclan quella sera del 13 novembre quando i terroristi hanno fatto irruzione nella nota sala concerti parigina aprendo il fuoco sulla folla di giovani fan. Centrata da sei colpi di kalashnikov all’addome e al petto, la giovane ha sfiorato la morte ma dopo un mese di coma, il 10 dicembre si è risvegliata e giorni fa ha parlato per la prima volta come ha raccontato il fratello al Sunday Times.

Cantante del gruppo rock “The Draps”, Laura Croix ha subito dieci interventi chirurgici, fra cui una tracheotomia. Crivellata di colpi, una pallottola le si era fermata fra il cuore e i polmoni. Si era anche fratturata un braccio e l’anca e tagliata due dita.
Il 10 dicembre la “miracolata del Bataclan” è uscita dal coma e si è messa a piangere quando ha sentito la voce della madre. Impossibilitata a parlare direttamente, ha prima comunicato con gli occhi. Dopo alcuni giorni, ha ritrovato la parola. “La prima cosa che voleva sapere è cosa era successo”, ha raccontato il fratello al Sunday Times. “Fa degli incubi terribili. Sa che molte persone sono morte e si fa mille domande”, aggiunge. Secondo delle confidenze fatte alla stampa inglese, Laura ricorda di aver sentito i membri del commando gridare “Allah Akbar” e di averli visti sparare poi “nel mucchio”. La famiglia spera che potrà continuare a cantare e a riprendere i concerti. Laura resterà in ospedale ancora un anno.



Leggi la notizia

Attentato al Bataclan: "Il progetto era noto da 5 anni, l'inchiesta fu archiviata"

Il settimanale Le Canard Enchainé sostiene che l'attentato al Bataclan poteva essere previsto. Un giudice aveva già indagato tra il 2010 e il 2012 su un progetto di attentato contro  il famoso locale. 

Non vennero però trovati elementi concreti, l'inchiesta era stata archiviata il 14 settembre 2012, rivela l'edizione in edicola oggi del settimanale satirico, e quindi non era stato adottato alcun provvedimento per rafforzare la sicurezza della sala, dove il 13 novembre scorso vennero massacrate 89 persone.

Era il 22 febbraio del 2009, scrive Le Canard Enchainé, quando una bomba esplose nella capitale egiziano Il Cairo e uccids una studentessa francese. Un'altra francese, Dude Hoxha, viene arrestata ed estradata in Francia.

Come leggiamo ogni attentato terroristico e' ipotizzabile proprio come per il Bataclan e forse per le torri gemelle.Il vademecum per sopravvivere al terrorismo ci spiega che e' possibile sventare gli attentati terroristici se questi sono visibili se appaiono proprio come al Bataclan o nei ristoranti vicini.E' chiaro che non si possono evitare le collisioni come per gli aerei delle torri gemelle, ma evitare una sventagliata di mitra in pieno centro o dentro un locale e' possibile, basta attenersi alle regole del vademecum antiterrorismo.La prima sola cosa da fare e' attivare i nostri sensi la vista ispezionare cosa ci accade intorno e semmai fotografarlo per rivederlo subito dopo.Fotografare ogni posto in cui si arriva,filmare se necessario,capire se il puzzle possibile della realta' combacia con la normalita',perche' se vi sono pezzi del puzzle che disorientano che stonano dobbiamo interrogarci se in quella automobile o dietro il volto di un uomo o di una donna si cela un terrorista pronto ad entrare in azione.


 
Potrebbe interessarti:http://www.today.it/rassegna/strage-bataclan-minacce-2009.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


Leggi la notizia

Si misura in milionesimi di metro il nemico più temibile di questo inverno italiano. Pm 10 e Pm2,5, come abbiamo imparato a chiamarlo: «Polveri composte di particelle solide e liquide - spiega l’ingegnere Alessandro Bigi, ricercatore all’università di Modena e Reggio Emilia e autore di vari studi sull’inquinamento atmosferico nella Pianura Padana - rispettivamente con un diametro inferiore a 10 micrometri (milionesimi di metro appunto, o se si preferisce millesimi di millimetro) e a 2,5 micrometri». Sono infinitesimali, basti pensare per esempio che un globulo rosso ha un diametro di 8 micrometri. «Le polveri sottili sono in parte il residuo diretto dei processi di combustione, - prosegue Bigi - e in parte il prodotto dell’invecchiamento di gas inquinanti, che rimanendo nell’atmosfera si trasformano in particelle. In questo periodo non piove e non c’è abbastanza vento per disperderle e quindi rimangono intrappolate e si accumulano nei primi 3-400 metri di atmosfera». Il traffico di autoveicoli e il riscaldamento domestico (insieme all’agricoltura e all’allevamento intensivi) sono i loro principali responsabili. A Milano in particolare, secondo i dati di Rse (Ricerca sul Sistema Energetico), i tubi di scappamento e le caldaie di casa producono il 35-40% delle polveri sottili presenti in città, mentre il restante 60% arriva da fuori. Anche a Torino i trasporti causano il 35% della concentrazione media annua delle polveri sottili (Pm 2.5). Valore che scende al 20%, al di fuori delle aree urbane. Più pesante l’apporto dei riscaldamenti nelle aree prealpine e preappenniniche, dove arriva al 20-25% perché è piu diffuso l’uso di legna e pellet che producono quantità maggiori di polveri sottili.

 

 



Leggi la notizia

Non c'e' dubbio che dopo la diramazione del rapporto della polizia viennese, sul pericolo di attentati terroristici in Europa nel corso del Capodanno 2015 ,le feste per la ricorrenza subiranno una contrazione ovunque.Difficile infatti immaginare che le persone si raduneranno nelle piazze affollate, perche' saranno il primo obiettivo dei terroristi,cosi' come i bar all'aperto,i concerti .La psicosi terrorismo attanaglia l'europa la polizia delle principali capitali europee.Ma il rischio il gioco d'azzardo rientra nell'ambito della sfera personale, saranno i cittadini a scegliere cosa fare nel corso della notte piu' lunga dell'anno.

Nel giorno di Santo Stefano la polizia di Vienna ha reso noto che diverse capitali europee potrebbero essere oggetto di attentati nei giorni compresi tra Natale eCapodanno. Secondo un'informativa di "servizi di intelligence amici" le maggiori città europee potrebbero finire nel mirino dei terroristi con attacchi da bombe e armi da fuoco.

Le autorità austriache, però, non hanno specificato quali sarebbero le capitali minacciate. La soffiata, riporta tra gli altri Vice News, includerebbe anche i nomi dei potenziali attentatori. Christoph Pölzl, portavoce della polizia di Vienna, ha dichiarato a The Guardian che quest'ultimo dettaglio resta ancora da confermare: "Non sappiamo se queste persone esistano davvero o se si tratti solo di nomi che celano uomini di paglia. Non abbiamo prove che si trovino a Vienna e nemmeno che si trovino in Europa".

Nella capitale austriaca, comunque, la polizia ha annunciato che verranno intensificati icontrolli nei luoghi più affollati, a partire dagli aeroporti, e che saranno effettuate verifiche più serrate su borse o pacchi sospetti. L'allarme arriva a sei settimane dagli attacchi di Parigi, che hanno notevolmente innalzato la soglia di attenzione contro la minaccia terroristica in tutta Europa.



Leggi la notizia

CITTA' DI CASTELLO - Una donna di 55 anni è stata uccisa a coltellate nella sua abitazione in località Varesina. A dare l'allarme è stato, lunedì mattina,  il figlio di 21 anni. Sul posto sono arrivati i carabinieri. «Venite subito, ho trovato mia madre in un lago di sangue», queste le parole del ragazo quando ha chiamato le forze dell'ordine. Al momento non si conoscono altri particolari della vicenda, i carabinieri stanno ascoltando il figlio per cercare di avere informazioni più precise su quello che ha scoperto in modo da avviare le indagini con qualche elemento investigativo in più.
 
Sul posto il pm Antonella Duchini e il comandante provinciale dei carabinieri, Cosimo Fiore. Al momento della tragedia il marito della donna non era in casa. La coppia ha un figlio più grande di 28 anni che non vive con i genitori.

Leggi la notizia

Natale al caldo e con lo smog a livelli preoccupanti. Succede a Milano, Roma, dove da lunedì partiranno i provvedimenti anti inquinamento. Ma anche a New York che ha visto temperature decisamente al di sopra della media. E a Pechino, dove a causa dello smog sono stati bloccati centinaia di voli.

 

Due gradi e mezzo in più

In Italia l’allarme arriva dalla Coldiretti nel sottolineare che a sconvolgere la natura è stato un mese di dicembre con 2,5 gradi di temperatura in più rispetto alla media ma anche con la quasi assenza di pioggia (-95%) dopo che anche novembre le temperature massime erano state di 2,5 gradi in più della media con piogge praticamente dimezzate (-49%) ma con punte di meno 80% al Nord. Se il fiume Po come molti altri corsi d’acqua è agli stessi livelli del periodo estivo, in alcune zone in montagna è scattato l’allarme incendi completamente fuori stagione per la presenza di erba e arbusti rinsecchiti nei boschi ma gli effetti - sottolinea la Coldiretti - ci sono anche sugli animali con i ghiri che non sono andati in letargo ma ci sono ancora insetti fastidiosi come le zanzare che hanno sviluppato un numero di generazioni superiori alla norma per il clima anomalo. Un problema - continua la Coldiretti - che riguarda anche i campi coltivati dove si aspettano nella stagione produttiva forti infestazioni degli insetti patogeni che non sono stati limitati dal tradizionale freddo invernale. Per il mancato abbassamento delle temperature nelle campagne il grano - rileva la Coldiretti - è più alto del normale e si teme per i raccolti mentre le gemme delle piante sono rigonfiate come in prefioritura e se dovesse verificarsi adesso un forte ed improvviso abbassamento della temperatura si avrebbe una seria compromissione dei raccolti. Siamo di fronte agli effetti dei cambiamenti climatici che si stanno manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi con pesanti effetti sull’agricoltura italiana che negli ultimi dieci anni ha subito danni per 14 miliardi di euro tra alluvioni e siccità che è stata particolarmente violenta nel 2003, 2007 e 2012.



Leggi la notizia

Continua l'allarme smog in tutta Italia, ma la situazione più critica resta quella di Milano: nel capoluogo lombardo le polveri sottili sono risultate sopra i limiti anche nel giorno di Natale. La media giornaliera registrata dall'Arpa Lombardia nella centralina del 'Verziere' nel centro cittadino, il Pm 10 ha segnato valori di 57 microgrammi per metro cubo contro il limite di 50. Ancora superiore la concentrazione a Città Studi, zona semi centrale con 67 e 63 a Limito di Pioltello, nell'hinterland. Per quanto riguarda i comuni della cintura milanese, a far registrare l'inquinamento maggiore è stata la stazione di Meda (85). La media nell'agglomerato di Milano si è attestata a 62 microgrammi per metro cubo, di poco superiore a quella di Bergamo (55) e Brescia (53). Valori oltre i limiti anche a Pavia (59). Resta quindi confermato nel capoluogo lombardo il blocco del traffico dal 28 al 30 dicembre dalle ore 10 alle 16.

Roma, dopo "approfondita valutazione tecnico-scientifica dei dati sull'inquinamento", il Campidoglio ha deciso di ripristinare le targhe alterne nei giorni 28 e 29 dicembre.Intanto sui social è divampata la protesta dei cittadini per la chiusura della metropolitana nel giorno di Natale a partire delle 13. Per oggi l'azienda dei trasporti cittadini promette mezzi pubblici con orari festi regolari, con solo "qualche lieve riduzione dei mezzi in circolazione".

Situazione critica anche a Torino, dove per scongiurare l'ipotesi di un blocco del traffico il comune ha varato il biglietto unico giornaliero (1.5o euro) per viaggiare sulle linee di trasporto pubblico urbano e suburbano. L'iniziativa andrà avanti fino al 29 dicembre.

Intanto i cambiamenti climatici stanno producendo fenomeni inediti. Le mimose stanno fiorendo in anticipo di due mesi e mezzo ma nei campi ci sono anche primule, viole e cresce l'erba come in primavera a confermare una anomalia climatica che con caldo e assenza di pioggia e vento ha provocato lo smog nelle città ed una storica siccità invernale nelle campagne. Secondo la Coldiretti, a sconvolgere la natura è stato un mese di dicembre con 2,5 gradi di temperatura in più rispetto alla media ma anche con la quasi assenza di pioggia (-95%) dopo che anche novembre le temperature massime erano state di 2,5 gradi in più della media con piogge praticamente dimezzate (-49%) ma con punte di meno 80% al Nord.

Leggi la notizia

LECCE - Nessuna traccia di droga, Lorenzo Toma era «pulito». La sua tragica morte, all’alba di domenica scorsa sulla pista da ballo della discoteca «Guendalina» di Santa Cesarea Terme, è dovuta esclusivamente a cause naturali, la cardiomiopatia ipertrofica della quale soffriva senza averne consapevolezza. Lo ha reso noto il procuratore capo della Dda di Lecce, Cataldo Motta, dopo essersi consultato con il medico legale, Alberto Tortorella, che ha eseguito l’esame autoptico e disposto le analisi istologiche e fisiologiche sul corpo dello studente leccese di 18 anni.

Leggi la notizia

<< - Pagina 18 di 89    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 ] - >>