Uno strepitoso Fabio Basile demolisce tutti gli avversari e si prende l'oro nella categoria 66 kg del judo maschile. E' il primo oro azzurro a Rio 2016, ma soprattutto si tratta della 200esima medaglia più preziosa nella storia olimpica dell'Italia: percorso netto per il piemontese, nella finale con il coreano An è decisivo un ippon. E dal judo arriva anche l'argento nei 52 kg femminili di Odette Giuffrida, sconfitta dalla kosovara Kelmendi in finale.

Leggi la notizia

Messo in mezzo da consulenti imbroglioni il portiere della nazionale e' stato stangato per 20 milioni di euro.Tutta la storia all'interno .

 



Leggi la notizia

dal nostro corrispondente a New York Matteo Corsini.

Non c'e' dubbio che la vittoria di Flavia Pennetta gli Us Open e' la piu' grande vittoria di sempre del tennis italiano nel mondo.Una vittoria storica che fa trasalire noi italiani nell'Olimpo dei Dei dove pochi hanno nel corso della vita la fortuna di arrivare.Flavia Pennetta e' una semidio una guerriera del tennis che ha saputo vincere ogni sfida impossibile fino a trionfare dove non era possibile arrivare.Un grande momento che ho goduto insieme agli amici Micheal Douglas e Chaterina Zetha Jones a Matteo Renzi il presidente del consiglio italiano arrivato per la finale tra italiane.

Quello a cui abbiamo assistito e' un gesto epico della storia del nostro tennis il momento assoluto per ognuno di noi.Flavia Pennetta e' sul podio piu' alto del mondo annuncia il suo ritiro ma forse la vedremo ancora sara' sempre la' nell'olimpo delle piu' grandi tenniste di sempre.

Una vittoria netta sulla connazionale e corregionale finalista Roberta Vinci, che ritorna a casa invece, dal torneo più cospicuo al Mondo, con soli 1,6 milioni di dollari.La Pennetta, vincitrice nella prima semifinale contro la Halep, trionfa in due set: 7-6; 6-2.
Sugli spalti anche il fidanzato Fabio Fognini, miglior tennista italiano, anch’egli presente agli Us Open alcuni giorni fa e autore di un’impresa sbalorditiva: l’eliminazione di Rafa Nadal.

Fra il pubblico presente anche il premier italiano Matteo Renzi che ha preso un volo per New York con il presidente del Coni Giovanni Malagò; gli attori Robert Redford, Michael Douglas e Catherine Zeta Jones. 

Durante la premiazione in campo, la Pennetta annuncia quasi commossa il suo prossimo ritiro, con lo sgomento del pubblico presente e della cronista, ritenendosi arrivata al punto più alto della propria carriera, facendo riferimento a quanto dichiarato alcuni giorni prima e cioè di voler costruire presto una famiglia e di dedicarsi finalmente a se stessa.

 

 



Leggi la notizia

Non c'e' che dire nella civilta' moderna costruita intorno alle prestazioni professionali, sportive, personali, le dimensioni del pene maschile hanno acquisito la simbologia del totem concetto di possessione volontaria riferimento alla divinita' ancestrale .Prova ne e' che l'enorme pene di  Rocco Siffredi e' ormai una star della televisione dall'Isola dei famosi in poi fino alla partecipazione in conferenze stampa in qualita' di testimonial.Centinaia di giornalisti e fotografi assiepati per scattare la fotografia al pisellone fuori dai mutandoni di Siffredi .Se ci pensiamo bene la cultura della televisionie trash italiana di stampa berlusconiano ha invaso come liquido mefitico le case degli italiani sgombrando il posto ai libri di storia di letteratura a quel senso della logica che dovrebbe dominare l'essere umano.Il Totem super cazzo e' il simbolo del predominio sociale e dunque sessuale del maschio sul mondo ma sopratutto l'obiettivo di gran parte della popolazione italiana che vive scolpendo il proprio corpo dai tatuaggi propri delle tribu' indiane.Sesso tatuaggi doping la societa' italiana si sta involvendo in una tribu' di ossessionati dall'aspetto fisico le dimensioni del pene delle tette dall'inchiostro dei tatoo.Il grande pene di dimensioni enorme dal glande esplosivo richiamo della foresta ululato del lupo in cerca di prede.Intorno le starlet della televisione come la Marchini che ingoia in diretta il famoso wurstel sbruciacchiato imitando il sesso orale un pompino insomma e le altre da Barbara d'Urso in poi.Un popolo soggiogato dal Cazzo Totem che in fondo appartiene anchesso ad una realta' virtuale chimica inventato dal doping.Tutti possono avere un cazzo enorme come delle tette enormi basta seguire diete ingerire aminoacidi sostanze stupefacenti anabolizzanti come il GH che trasforma il pene di un uomo normale nel Totem di Rocco Siffredi.In realta' il Cazzo Totem non e' altro che il risultato del doping sessuale che induce poi molti di questi pornodivi a morti atroci terribili per le conseguenze che provocano l'assunzione diquesti farmaci dilatanti.Vi sono cure naturali per aumentare le dimensioni del pene la larghezza la durata dell'erezione in sostanza l'afflusso del sangue nei corpi cavernosi.Anche un giornalista poco pratico di sostanze stupefacenti idealmente e culturalmente distante dallo scenario quotidiano dei pornodivi puo' farsi largo dalla folla e concorere in dimensioni con il Totem di Rocco Siffredi e magari lo surclassa in bellezza estetica proporzioni colore rosso vermiglio .Noi del Corsera abbiamo testato alcuni di questi prodotti sul mercato e il risultato ci pare apprezzabile.



Leggi la notizia

E meno male che il suo motore era depotenziato: chissà cosa avrebbe combinato Hamilton con la sua power unit senza limitazioni... Il dominatore di Monza infatti è stato un vero fenomeno: dopo un solo giro aveva già rifilato un secondo e mezzo a Vettel, e dopo essere stato sempre in testa si è preso più volte il lusso di far segnare il giro veloce. Insomma, una gara senza concorrenti, senza mai nessuno che sia riuscito ad impensierirlo: Hamilton fatto letteralmente a pezzi tutti al Gp di Monza. E solo sul podio è stato raggiunto da Vettel e Massa.

In questa impressionante prova di forza della Mercedes non mancano però le ombre: Rosberg è sceso in pista con  il vecchio motore (quello nuovo ha avuto dei problemi, per questo è stato montato in versione depotenziata sulla macchina di Hamilton) che poi, mentre Nico era terzo e stava per passare Vettel, a due giri della fine è esploso miseramente: fumo, fuoco e fiamme. Addio gara.

Stesso discorso di luci e ombre per la Ferrari: se Vettel infatti ha conquistato uno spettacolare seconda posizione, poi Raikkonen ha mandato in scena un vero disastro. E già perché mentre tutti si aspettavano una sua partenza a razzo, Kimi è rimasto piantato al via (e meno male che nessuno l'ha tamponato, sarebbe finita male): da secondo a ultimo... "Sbaglio suo dice Marchionne, ma è un grande pilota...". Peccato davvero però perché Kimi oggi andava forte e non a caso alla fine della sua bella rimonta si è piazzato quinto.

Sul terzo gradino del podio, la Williams di Felipe Massa, che ha preceduto il compagno di squadra Bottas. Quinto come dicevamo Kimi Raikkonen, davanti alla Force India di Sergio Perez. A punti anche l'altra Force India di Nico Hulkenberg, giunto settimo, la Sauber di Ericsson e la Red Bull dell'australiano Ricciardo, nono al traguardo. Decimo posto il suo compagno di squadra Kvyat.

Ora Hamilton con questa vittoria - e il ko di Rosberg

Leggi la notizia

Trombette, tifo da stadio e cori, a Monza le Ferrari volano a dispetto dei pronostici. Raikkonen è in prima fila a un passo dall’imprendibile Lewis Hamilton, altra prestazione monstre per l’inglese: 11 pole su 12. Ma la sorpresa è vedere Kimi, che spesso sbaglia le qualifiche, davanti al compagno di squadra Vettel che precede Nico Rosberg. In una pista favorevole ai motori Mercedes, il Cavallino galoppa con la nuova power unit “gettonata”. E spezza il dominio delle Frecce al sabato, come era già successo quest’anno in Malesia e Bahrein quando Vettel era partito secondo. La pole quella manca dal lontano 2012. Ma non si può pretendere troppo qui: Seb e Kimi non hanno sbagliato un colpo mettendo a segno giri velocissimi. «Sono più che contento», ha commentato il presidente Sergio Marchionnne presente ai box. «Siamo in prima fila a casa nostra». Elogi a Kimi: «Ho visto un pilota diverso, mi aspettavo che si sarebbe rilassato dopo il rinnovo del contratto e invece… Complimenti alla Scuderia e a tutti i ragazzi. E’ una battaglia continua e loro fanno miglioramenti continui».

Leggi la notizia

Nel giorno del giudizio sulla superficialità intorno al doping fioccano i deferimenti: il più pesante è quello per Carolina Kostner, che adesso rischia ufficialmente ben quattro anni e tre mesi di squalifica, molto più della pena data a Schwazer che è stato trovato positivo. Lei è colpevole di averlo coperto, ha mentito agli ispettori antidoping quando sono venuti a cercare il marciatore a casa sua, a Oberstdorf, prima dei Giochi 2012. In più le versioni dei due ex fidanzati su quanto accaduto in quella giornata sono molto discordanti. Kostner ha deciso di mettere da parte l’agonismo dopo la medaglia di Sochi, si sarebbe concessa qualche gara, come i campionati in Italia ma il deferimento cambia le cose. Ora dovrà difendersi nel processo sportivo e cercare di salvaguardare una carriera. Lei non è mai personalmente stata associata al doping, ma in quanto tesserata ha violato regole precise.

Leggi la notizia / Video

Grenoble 1 Gennaio 2014 Corsera.it dal nostro inviato Luca Airoldi Grenoble ospedale,migliaia di fans hanno pernottato nella notte davanti all'ospedale di Grenoble per assistere il loro idolo Micheal Schumahcer.Il bollettino medico questa mattina parla di situazione stabile,anche se i miglioramenti dovrebbero aiutare a sperare per il futuro.Il cervello di Micheal Schumacher e' avviluppato da un grande ematoma,in parte ridotto con l'ultima operazione ed emorragie interne che non possono essere al momento toccate,devono riassorbirsi da sole.Non si sa quali saranno le condizioni di Micheal Schumacher al suo risveglio,quali funzioni saranno state danneggiate.Il sangue deve riassorbirsi piu' velocemente possibile altrimenti i rischi di danni potrebbero essere permanenti per Micheal Schumacher.

Leggi la notizia

(AGI) - Roma, 30 dic. - Tutto il mondo dello sport e non solo e' in ansia per Michael Schumacher, il campione di Formula 1 che lotta per la sua vita in un letto d'ospedale a Grenoble, in Francia. L'ex pilota tedesco resta in coma e in condizioni molto gravi dopo l'incidente di sci di ieri sulle nevi di Meribel, in Alta Savoia, dove durante un fuori pista ha sbattuto la testa su una roccia dopo essere stato sbilanciato da un'altra. Tutti gli incidenti di Schumi in F1 - Video Il secondo bollettino dei medici ricalca il primo: "E' nel reparto di rianimazione con prognosi riservata, non possiamo pronunciarci sul suo futuro - ha ammesso il professor Jean-Francois Payen, responsabile del reparto di terapia intensiva del Policlinico dell'Universita' di Grenoble - Abbiamo ridotto l'edema cerebrale, la situazione e' stabile ma resta critica". La violenza dell'impatto, assicurano i sanitari, e' stata tale che senza casco non sarebbe arrivato vivo: "troppo presto per fare una prognosi, e in questo stato non sono previsti altri interventi chirurgici".

Leggi la notizia

Roma 24 Maggio 2013 Corsera.it

Inizia stasera venerdì 24 maggio la serie di semifinale scudetto tra Acea Roma e Lenovo Cantù. I canturini scenderanno in campo alle 20.10 (diretta su Rai Sport 2) al PalaTiziano di Roma per gara 1 contro la Virtus di coach Marco Calvani. I capitolini hanno sconfitto nei quarti per 4 a 3 la Trenkwalder Reggio Emilia mentre i biancoblu si sono imposti con identico risultato sul Banco di Sardegna Sassari.

Principale pericolo offensivo della Virtus è sicuramente Gigi Datome, nominato MVP della Serie A in questa stagione e miglior marcatore dei laziali anche nella serie contro Reggio Emilia con 18,9 punti di media a partita. Per la Lenovo invece capocannoniere nella serie contro i sardi è stato il nuovo arrivato Joe Ragland, con 15,3 punti di media a gara, seguito da Alex Tyus con 12,7 punti di media a sfida e da Pietro Aradori con 11,8 punti di media.

Il derby della capitale valido per la finale di Coppa Italia di calcio, sfratta il basket. Per ragioni di ordine pubblico infatti, gara2 di playoff tra Acea Roma e Lenovo Cantù è stata spostata di un giorno. Domenica 26, allo stadio Olimpico andrà in scena il derby Lazio-Roma, atto conclusivo della Coppa Italia di calcio.
Ecco il programma definitivo: gara 1 venerdì 24 maggio alle 20.10 a Roma; gara 2 lunedì 27 maggio alle 20 a Roma; gara 3 mercoledì 29 maggio alle 20 alla NGC Arena; gara 4 venerdì 31 maggio alle 20 alla NGC Arena; eventuale gara 5, domenica 2 giugno alle 20 a Roma; eventuale gara 6, martedì 4 giugno alle 20 alla NGC Arena; eventuale gara 7, giovedì 6 giugno alle 21 a Roma. 



Leggi la notizia

Roma 18 Marzo 2013 Corsera.it

Piero d’Inzeo.Crisi della Federazione italiana sport equestri.Piero d’Inzeo il leggendario cavaliere dell’equitazione italiana. Ha compiuto 90 anni. Piero e Raimondo gli indimenticabili fratelli hanno fatto la storia della Scuola italiana di equitazione nel dopoguerra dalle Olimpiadi del 1948. Nell’edizione del 1960 a Roma vinsero la medaglia d’oro ( Raimondo) e d’argento ( Piero ) nel concorso ippico individuale. La festa di compleanno si è svolta 10 marzo sul terreno della Società Ippica Romana alla Farnesina. Tante persone amici e ammiratori. Una bella festa. L’unica nota stonata la presenza del neo ...



Leggi la notizia

Roma 29 Gennaio 2013 Corsera.it di Renato Cosini

Election day CONI. Bersani esce inaspettatamente allo scoperto. Presentato il programma sullo sport del PD. L’occasione le elezioni del 19 febbraio per la successione di Gianni Petrucci al vertice dell’Ente pubblico. La proposta di un ministero dello sport senza portafoglio.Ottima la scelta di Josefa Idem per il neo dicastero. In cantiere una legge di riforma dell’organizzazione delle attività sportive.Ridemensionati i poteri del CONI limitati nell’ambito dello sport olimpico.Dirigismo è la prima sensazione che si ricava dalle intenzioni programmatiche. Il sistema non viene rovesciato dal vertice alla base. Il limite del programma. La politica sportiva deve riconoscere il fallimento dell’organizzazione attuale la sua inadeguatezza alla realtà sociale e economica. Passaggio dal sistema ....



Leggi la notizia

Roma 9 Ottobre 2012 Corsera.it

 

Paolo Barelli e Giorgio Quadri antagonisti nelle imminenti elezioni per la presidenza della federazione italiana nuoto.

Circola negli ambienti natatori un dossier sul conto di Barelli, senatore del PDL,  che non lo riguarda personalmente. Investe la sua gestione federale per spese ritenute eccessive definite sprechi. Quadri ex nuotatore nazionale di fondo intende ricorrere alla Corte dei Conti trattandosi di cospicue spese sostenute con i finanziamenti che la federnuoto riceve annualmente dall’ente pubblico CONI. Pagamenti di fatture rilasciate dal ristorante  di Ostia “ Il Pescatore” per il vitto degli atleti ....



Leggi la notizia

ROMA 30 SETTEMBRE 2012 CORSERA.IT

SCOPPIA LO SCANDALO DELLA REGIONE LAZIO,MA AR CONI SONO TRENTANNI CHE SE BALLA ER MAGNA MAGNA E I FUNZIONARI FANNO NA VITA DA NABABBI.DA GIULIO ONESTI,A FRANCO CARRARO A MARIO PESCANTE,TUTTI GLI UOMINI DER MAGNA MAGNA.QUANDO ALLA FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO CALCIO DILETTANTI SE REGALAVANO CAPRETTI E OROLOGI D'ORO A GIORNALISTI E AMICI DEGLI AMICI.GLI ANNI D'ORO DEL MAGNA MAGNA DELLA GESTIONE BENECK.IL CONI DEL TOTOCALCIO,UN WATERGATE ANCORA INESPLORATO,LA PIU' GRANDE MUCCA DA LATTE DELLA POLITICA ITALIANA.QUARANTA ANNI DI STORIA RACCONTATI DA RENATO CORSINI GIORNALISTA SPORTIVO.

TRENTANNI DI SPRECO DEL DENARO PUBBLICO AL CONI E NELLE FEDERAZIONI.GLI STIPENDI D'ORO DEL PRESIDENTE DEL CONI E DEI PRESIDENTI DI FEDERAZIONE,RIMBORSI BENZINA,VIAGGI,BENEFIT DI OGNI SORTA E ...



Leggi la notizia

ROMA 19 SETTEMBRE 2012 CORSERA.IT DI RENATO CORSINI

Le liberalizzazioni del Prof. Monti si infrangono contro le corporazioni sportive del CONI, le federazioni sportive nazionali. Il caso emblematico del poker texano in odore di disciplina olimpica.L’obbligatorietà della affiliazione alle corporazioni per esercitare il diritto al lavoro nell’ambito dell’ordinamento sportivo. La giustizia sportiva casereccia  e inaffidabile non offre alcuna garanzia di indipendenza del giudizio dal potere corporativo. Le corporazioni ostacolano la libertà di non associarsi per lo svolgimento delle attività sportive, quelle stesse riconosciute dal CONI monopolista nazionale.

              



Leggi la notizia

<< - Pagina 2 di 5    [1 2 3 4 5 ] - >>