Roma 19 Settembre 2010 (Corsera.it)

Lunedì mattina le borse europee tremeranno,sia per il rischio insolvenza dell'Irlanda,ma sopratutto per le parole del Presidente della Bundesbank arrivate nel week-end.Le banche tedesche potrebbero aver bisogno di altri 50 miliardi .I crediti default swaps sui titoli di stato irlandesi intanto schizzano alle stelle di oltre 38 punti base,raggiungengo il massimo storico a 428.3 punti.



Leggi la notizia

(AGI) Berlino - Le banche tedesche avranno bisogno di altri 50 miliardi di euro di capitale con i requisiti fissati da Basilea 3. Lo riferisce il settimanale Der Spiegel citando le stime degli esperti della Bundesbank. In particolare, secondo quanto riporta il settimanale, istituti come Deutsche Bank (Xetra: 514000 - notizie) , Commerzbank (Xetra: 803200 - notizie) , WestLb, Lbbw e BayernLb potrebbero non essere in grado di coprire da sole le esigenze di capitale. La Bundesbank avrebbe infatti calcolato che le banche potrebbero procedere ad aumenti di capitale per 40 miliardi di euro entro la fine del 2019 attraverso profitti e aumenti di capitale ma gli istituti potrebbero aver bisogno di trovare le risorse restanti altrove

Leggi la notizia

Roma 12 Luglio 2010 (Corsera.it)

Gli effetti della crisi economica e la conseguente diminuizione dei tassi di interesse spianano la strada ad una superinflazione,anche se ad oggi Luglio 2010 ,sembra ancora contenuta nell'ordine dell'1.7% su base annua.

Leggi la notizia

Roma 6 Agosto 2010(Corsera.it)

Gianni Letta tira la volata a Catricalà per la Consob. Il garante archivia l’istruttoria sul Cartello del riso per l’intervento del governo. Un comportamento censurabile che viola la disciplina legislativa in materia di concorrenza e di mercato. L’eliminazione di Aschei dal mercato dovuta al finanziamento del governo iraniano al progetto agroalimentare dell’imprenditore pavese con la sua società Europea spa. I servizi segreti italiani e della CIA hanno agito per impedire l’accordo.

 



Leggi la notizia

(AGI) Roma - La Coldiretti fa sapere che il caldo fa crollare le produzioni di pomodori e di latte, specie nella pianura padana. Nei campi e' strage di pomodori, con un calo stimato del 20%, mentre nelle stalle si registra un crollo delle produzioni di latte per effetto dello stress a cui sono sottoposte le mucche. Per la Coldiretti gli effetti piu' devastanti si sono registrati laddove sono piu' elevati i picchi di temperatura, come nella pianura padana. In Italia la prima decade di luglio ha fatto registrare - riferisce la Coldiretti - una temperatura massima superiore di 1,3 gradi centigradi rispetto alla media del periodo di riferimento del trentennio 1970-2000, sulla base dei dati della statistica decadale Ucea. La situazione piu' difficile - precisa la Coldiretti - si e' registrata nelle regioni del nordest Italia dove nello stesso periodo si sono registrati scostamenti di 3,5 gradi in piu' rispetto alla media ed in quelle del centro ovest dove il termometro e' risultato superiore di 2,6 gradi rispetto alla media. La produzione del pomodoro destinato a passate, polpe e conserve scendera' probabilmente a 600 quintali per ettaro rispetto agli 800 di una situazione normale. Sopra i 30 gradi - spiega la Coldiretti - anche le piante vanno in stress e, non riescono piu' a lavorare e si fermano, nonostante l'irrigazione. I campi sono stati stretti in una morsa di condizioni meteo estreme: prima le piogge torrenziali del mese scorso hanno allagato i campi e impedito lo sviluppo delle radici, mentre adesso - continua la Coldiretti - l'afa africana sta indebolendo i pomodori, che seccano, facendo cadere fiori e frutti. A sentire gli effetti del grande caldo sono anche le mucche nelle stalle che, stressate dalle alte temperature, producono fino al 15 per cento di latte in meno, rispetto ai circa 30 litri al giorno che vengono munti in periodi normali. Una emergenza - sottolinea la Coldiretti - aggravata notevolmente dall'umidita' che, come per persone, aumenta la sensazione di caldo anche per le mucche. Per loro - riferisce la Coldiretti - la temperatura ideale e' fra i 22 e i 24 gradi, invece con l'arrivo dell'afa gli animali hanno iniziato a soffrire, mangiano poco, bevono molto e producono meno latte. In soccorso nelle stalle sono state allestite - riferisce la Coldiretti - doccette, ventole e condizionatori ed utilizzati integratori specifici a base di sali di potassio nell'alimentazione preparata dagli allevatori. Al brusco calo delle produzioni di latte si aggiunge dunque anche - conclude la Coldiretti - un notevole aumento dei costi alla stalla per i maggiori consumi di acqua ed energia che gli allevatori devono sostenere per sopperire alle necessita' di benessere delle mucche colpite dall'afa. .



Leggi la notizia

(ASCA) - Roma, 1 lug - Prosegue il disimpegno del Tesoro Usa dal capitale delle banche in cui era entrato nei momenti piu' acuti della crisi finanziaria. A partire dallo scorso 26 maggio, il Tesoro (NYSE: TSO - notizie) ha venduto 1,1 miliardi di azioni Citigroup (NYSE: C - notizie) riducendo al 18% la propria partecipazione nel capitale della banca. Nella nota, il Tesoro, spiega che dalle vendite dei titoli ha finora ricavato complessivamente 10,5 miliardi di dollari e di possedere ancora 5,1 miliardi di azioni Citigroup.



Leggi la notizia

Roma 8 Giugno 2010 (Corsera.it)

Continuiamo a leggere bufale sui giornali,uno dei motivi perchè ormai la gente non compra più la carta stampata e preferisce internet,dove le bufale sono smentite pochi secondi dopo essere state pubblicate.La menzogna sulla rete non esiste,perchè ogni battito viene fotocopiato milioni di volte e si ripercuote fin dove tocca chi può smentire la notizia,e quando torna indietro,se è finta,muore nel breve volger di qualche istante.Il Corriere della Sera ieri è stato un esempio lampante,di ...



Leggi la notizia

Tokyo 7 Giugno 2010 (Corsera.it)

E' certo che la BCE non stà effettuando manovre a mercato aperto,non vende dollari e neanche yen.L'idea dell'euro debole comincia a stimolare le menti atrofizzate degli eurograndi.

Tutto hanno paura,ma io continuo a sostenere che l'economia europea beneficerà in pieno del crollo del tasso di cambio dell'euro con dollaro e yen.La reazione della borsa giapponese oggi è una cartina di tornasole.Il Giappone è undell'inflazione.



Leggi la notizia

Roma 7 Giugno 2010 (Corsera.it)

Angelo Balducci aveva un cassiere,si chiama Fernando Mannoni,che custodiva i soldi della famiglia Balducci.Lo scoprono i militari dell'Arma durante la perquisizione presso lo studio del commercialista Stefano Gazzani.I conti correnti intestati a Fernando Mannoni sono pieni zeppi di soldi,come forzieri antichi.



Leggi la notizia

(ASCA) - Roma, 7 giu - Movimenti contrastati sulla rete carburanti, con le compagnie ormai quasi tutte oltre 1,4 euro/litro sulla benzina. Fanno eccezione Agip e Shell (Londra: RDSB.L - notizie) . Anche se nel caso del market leader, che dal 1* giugno ha adottato una nuova politica di pricing con listini personalizzati impianto per impianto, la forchetta di prezzi di riferimento rilevata sulla verde va da 1,384 a 1,426 euro/litro. Ma vediamo nel dettaglio gli ultimi interventi. Dal monitoraggio di quotidianoenergia.it risulta che Api-IP hanno tagliato di 0,3 centesimi la verde, a 1,401 euro/litro e di 0,5 centesimi il diesel a 1,264 euro/litro. Erg (Milano: ERG.MI - notizie) ha aumentato di 0,5 centesimi entrambi i prodotti, con la benzina andata a 1,403 euro/litro e il diesel a 1,264 euro/litro. Esso (Parigi: FR0000120669 - notizie) ha diminuito invece di 0,5 centesimi i due listini: pertanto il prezzo di riferimento della verde risulta a 1,402 euro/litro, quello del diesel a 1,260 euro/litro. Al contrario Q8 ha rivisto all'insu' dello stesso importo i due carburanti andati cosi' a 1,408 e 1,269 euro/litro. Tamoil ha aumentato di 0,6 centesimi la benzina a 1,405 euro/litro e di 0,5 il diesel a 1,269 euro/litro. Infine Total ha rialzato di 0,6 centesimi entrambi portando la benzina a 1,405 e il diesel a 1,265 euro/litro.

Leggi la notizia

Atene 7 Giugno 2010 (Corsera.it)

L'euro affonda toccando quota 1.19 sul dollaro e la crisi peggiora con le notizie provenienti dall'Ungheria.La borsa di Atene crolla,sotto gli effetti di una grande manovra speculativa,perchè la Grecia si rimetterà in piedi con questa estate.L'euro debole favorirà l'export e il turismo interno e a settembre le trimestrali delle aziende saranno piene di utili per un exploit borsistico senza precedenti.Ricordate che ogni movimento al ribasso contiene principalmente una pressione speculativa.

(AGI) - Roma, 7 giu. - Le Borse europee riducono leggermente le loro perdite, anche se Atene affonda a -4,47%. Londra cede l'1,16%, Milano lo 0,66%, Francoforte lo 0,82% e Parigi l'1,23%. Budapest arretra del 2,8%.



Leggi la notizia

Balzo mensile del 2,8% per gli ordini all'industria in Germania ad aprile (consensus era -0,4%). A livello tendenziale risultano in crescita del 29,7% rispetto al +25,4% atteso.

Leggi la notizia

Roma 4 Giugno 2010 (Corsera.it)

Se si deve rispondere alla crisi,si deve prendere il toro per le corna.Il professor Giulio Tremonti sale in cattedra e promuove una manovra per la liberalizzazione delle attività economiche.Rivoluzione liberale anche per le professioni,notai e avvocati in primis.Abolizione degli ordini professionali come prima misura necessaria,abolizione dei fardelli burocratici,autocertificazione.Un provvedimento



Leggi la notizia

Roma 3 Giugno 2010 (Corsera.it)

Finalmente qualcuno del board della BCE si è sbilanciato a parlare dichiarando che il tasso di cambio dell'euro con il dollaro è in linea con la media delgi ultimi dieci anni.L'inflazione è sotto controllo.

Le preoccupazioni per il tasso di cambio in Europa sono forse eccessive. A dirlo è il membro del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, Lorenzo Bini Smaghi, in un'intervista al mensile Espansione riportata da Il Giornale.

L'euro, che ha perso oltre il 7% contro il dollaro Usa nel mese appena concluso per una flessione del 14% da inizio anno, solo martedì scorso ha toccato un nuovo minimo da quattro anni.

Commenti rassicuranti sui livelli attuali dell'euro sono giunti oggi anche dal governatore di Banca di Francia e consigliere direttivo della Bce, Christian Noyer.

Per Noyer il tasso di cambio euro/dollaro "non è insolitamente basso" perché si trova "circa al livello corrispondente alla media degli ultimi dieci anni".

Nell'intervista al mensile che uscirà domani allegato a Il Giornale e che viene anticipata in parte oggi dal quotidiano, Bini Smaghi ha affermato inoltre che "al momento non ci sono spinte rilevanti" sull'inflazione, fatta eccezione per le materie prime.

Sul tema della crescita Bini Smaghi ha sottolineato che "la domanda interna resta insoddisfacente



Leggi la notizia

Roma 3 Giugno 2010 (Corsera.it)di Renato Corsini

IL riso. L’oro bianco che sfama miliardi di persone sparse  nel mondo. In Italia è in atto una guerra per il controllo del mercato in un settore strategico qual è quello alimentare. Il Garante della concorrenza e del mercato Antonio Catricalà ha aperto ufficialmente un’istruttoria sul cartello tra i principali produttori  di riso. Il business con la Siria per la fornitura delle riserve strategiche dell’esercito. Le infiltrazioni mafiose che aprono un altro capitolo dell’economia criminale. Affiorano le interferenze politiche.

segue all'interno



Leggi la notizia

<< - Pagina 25 di 36    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 ] - >>