TOKYO - Tracollo per l'euro, che poco piu' di un'ora fa a Tokyo si e' attestato a quota 1,2242 sul dollaro, ai minimi dall'aprile 2006. La moneta unica perde anche sullo yen, con cui e' stato scambiato a 112,80, ai livelli piu' bassi degli ultimi 18 mesi, prima di riavvicinarsi a quota 113. (RCD)

Corsera.it 17 Maggio 2010 ore 6.45.

Quello che ci stiamo apprestando a vivere sarà un Lunedì nero,come da tempo non avevamo visto.La Piazza nipponica questa mattina è scesa decisamente,anche se il Giappone è soltanto indirettamente colpito dalla svalutazione dell'Euro,sebbene questo improvviso indebolimento renderà più competitive le aziende esportatrici europee.

L'Europa al contrario,si appresta a vivere una giornata da incubo,con pesantissime flessioni dei mercati azionari.La speranza è che le autorità intervengano con dichiarazioni ufficiali e sopratutto indicazioni precise sull'attuazione del programma del fondo salva-euro.Ma crediamo che l'abilità speculativa degli hedge funds e dei fondi sovrani non lascerà il tempo per contrastarne la speculazione.

E' in atto la più grande manovra speculativa sul fronte dei cambi monetari e l'Euro sta crollando,velocemente,senza potersi salvare.Gli hedge funds e i fondi sovrani abbandonano i titoli in euro, e' un fuggi fuggi generale.La svalutazione dell'Euro dovrebbe alla lunga portare dei...



Leggi la notizia

In data odierna, ottenute le necessarie autorizzazioni, Intesa Sanpaolo (Milano: ISP.MI - notizie) ha perfezionato la cessione del ramo di attività di securities services a State Street Corp (NYSE: STT - notizie) . per un corrispettivo di circa 1.750 milioni di euro, di cui circa 1.280 milioni relativi al solo avviamento, che si traduce per il Gruppo Intesa Sanpaolo in una plusvalenza lorda di circa 740 milioni di euro e in un recupero dell'avviamento di circa 540 milioni di euro, con un effetto positivo di circa 37 centesimi di punto sul coefficiente patrimoniale Core Tìer 1.
Intesa Sanpaolo è stata assistita nell'operazione da Rothschild S.p.A. e Banca IMI in qualità di advisor finanziari, da McKinsey&Company in qualità di consulente industriale e da Pedersoli e Associati in qualità di consulente legale.

Leggi la notizia

Il Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali (Milano: G.MI - notizie) , riunitosi oggi a Milano sotto la presidenza di Cesare Geronzi, ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2010. In un trimestre ancora segnato da una difficile congiuntura economica mondiale, i risultati al 31 marzo confermano la capacità di Generali di continuare a crescere in termini di produzione e di redditività del proprio business. Il periodo si chiude con un utile netto di € 527 milioni, in forte progresso rispetto a quello del primo trimestre del 2009, che aveva registrato un risultato di € 104 milioni.
Il risultato conferma il trend di crescita iniziato nel secondo semestre dello scorso anno, ed è stato spinto in particolare dall'ottimo andamento del segmento Vita, che ha beneficiato dell'elevata raccolta, del miglioramento dei mercati finanziari e del contenimento dei costi. Il risultato operativo vita è salito a € 866 milioni (+60,8%) contribuendo alla crescita del risultato operativo complessivo a € 1.201 milioni (+22%).
Per quanto riguarda la produzione, i premi lordi complessivi sono cresciuti del 16,2% a € 20,9 miliardi (€ 18,5 miliardi nel primo trimestre 2009). L'andamento è sostenuto dall'ottima performance del segmento vita con premi a € 14,2 miliardi (+25,7%) in forte crescita nei principali mercati di operatività del Gruppo, in particolare in Italia (+36,4%) e in Francia (+27,8%). Stabili i premi danni a € 6,6 miliardi nonostante il difficile contesto macroeconomico.
Si conferma inoltre il focus sull'efficienza operativa del Gruppo che ha permesso nel corso del primo trimestre un ulteriore calo delle spese amministrative e degli altri oneri operativi del 2,3%. La solida struttura patrimoniale del Gruppo è invece attestata dalla crescita del patrimonio netto a € 18.002 milioni, in crescita rispetto a € 16.652 milioni di fine 2009. L'indice di Solvency I (calcolato secondo le disposizioni dell'organismo di vigilanza italiano) si attesta a 129% e migliora di un punto percentuale rispetto a fine 2009, nonostante il capitale assorbito dall'elevata crescita nel segmento vita. Va inoltre tenuto conto che tale indicatore non comprende, in particolare, le plusvalenze immobiliari non iscritte a bilancio che aumenterebbero l'indice di oltre 15 punti percentuali.
La politica degli investimenti del Gruppo si è caratterizzata per un corretto bilanciamento tra il rischio e la redditività di medio-lungo periodo. Gli investimenti, esclusi quelli relativi a contratti linked, sono stati pari a € 319 miliardi, in crescita rispetto ai € 310 miliardi di fine 2009, con una suddivisione che vede il 79% riferito a strumenti finanziari a reddito fisso, il 9,4% ad azioni, il 4,6% ad investimenti immobiliari, il 2,8% a disponibilità liquide ed il 4,1% ad altri investimenti.

Il Presidente Cesare Geronzi ha affermato: ”Nonostante il perdurare di un difficile contesto macroeconomico, il Gruppo Generali è stato capace di chiudere il primo trimestre con un forte progresso, accentuando le strategie di lungo periodo e di diversificazione dell'operatività a livello territoriale e settoriale. Questi risultati premiano la capacità d'innovazione e la competitività del Gruppo, dimostrando di essere in grado di migliorare la redditività e di corrispondere alle aspettative di una clientela diversificata. Le Generali hanno puntato sullo sviluppo della linea tradizionale di tutela del risparmio per rispondere alla crescente concorrenza a livello internazionale e per operare in un contesto che, come si è visto, presenta ricorrenti fenomeni di crisi con i connessi bisogni di sicurezza da parte della clientela. Il Gruppo può continuare a porsi obiettivi ambiziosi perché può far leva su collaboratori capaci di condurre le sfide più impegnative”.

Leggi la notizia

Milano 16 Maggio 2010 (Corsera.it)

Ieri il Financial Times ha scritto di vaste vendite di bond da parte di molti investitori istituzionali, compreso il colosso Pimco, il fondo obbligazionario n.1 del mondo, con assets per oltre $1 trilione di dollari. Bill Gross e El-Erian, i due amministratori, hanno venduto tutti i titoli di stato dellla Grecia e del Portogallo che avevano in portafoglio.



Leggi la notizia

Milano 16 Maggio 2010 (Corsera.it)

L'Italia insieme all'Europa è un malato moribondo,prossimo al collasso.Giulio tremonti è impegnato in extremis a individuare dove inserire il bypass,altrimenti rischiamo di naufragare insieme alla Grecia e al Portogallo.La manovra finanziaria di Giulio Tremonti sarà drastica,almeno 30mila miliardi.L'euro scivola ai minimi termini nei confronti del dollaro,e forse a lungo andare potrebbe essere l'ancora di salvezza per la bilancia dei pagamenti dell'Europa.Ma nel breve l'indebolimento dell'euro condurrà allo schiacciamento del debito pubblico e sopratutto l'allontamento degli investitori...



Leggi la notizia

AGI) - Berlino, 16 mag. - Il peggio della crisi dell'euro e' passato. Lo ha detto il commissario Ue all'Energia, Guenther Oettinger, anche se, aggiunge, lo sforzo per rimettere in ordine i bilanci e' appena iniziato.

Leggi la notizia

MILANO - Ad aprile vola l’inflazione. I prezzi al consumo sono cresciuti dell’1,5% rispetto allo stesso mese del 2009, attestandosi ai livelli massimi da febbraio di un anno fa (+1,6%), dopo l’1,4% registrato a marzo. Lo rileva l’Istat, confermando le stime preliminari.

I PREZZI AL CONSUMO - Rispetto al mese precedente l’indice nazionale dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,4%. L’inflazione acquisita per il 2010 è pari a +1,2%. L’andamento dell’inflazione ad aprile, spiega l’Istat, riflette gli effetti sia degli aumenti congiunturali dei prezzi dei beni, in particolare di quelli energetici, che delle tensioni al rialzo nel comparto dei servizi. Al netto della componente energetica e degli alimentari freschi, il tasso tendenziale di crescita dei prezzi al consumo è pari all’1,5%, un decimo di punto percentuale al di sopra del dato di marzo. L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca), calcolato tenendo conto delle riduzioni temporanee di prezzo, ha registrato un aumento dello 0,9% rispetto al mese precedente ed è risultato dell’1,6% più elevato rispetto ad aprile 2009.



Leggi la notizia

(ASCA) - Roma, 14 mag - Euro sempre piu' debole, la moneta unica e' scesa sul dollaro fino a 1,2460, il minimo dallo scorso 3 marzo 2009 (1,2454). ''Si va verso 1,20 e, forse, anche fino a 1,15. Non dimentichiamo che l'euro resta ancora sopravvalutato in termini di parita' di potere d'acquisto. Non vedo chance di intervento sul mercato dei cambi da parte della Bce, le linee di swap in dollari con la Fed consentono di assecondare la domanda di biglietti verdi. Poi gli Usa per crescere puntano sui consumi piuttosto che sull'export...

Leggi la notizia

Balzo del surplus delle partite correnti in Giappone: nel mese di marzo ha registrato un'impennata su base annua del 65,1%, a 2.530 miliardi di yen (21,5 miliardi di euro). Il risultato è stato reso possibile dalla forte ripresa delle esportazioni. Lo ha comunicato il ministero delle Finanze.

Leggi la notizia

(AGI) - Washington, 13 mag. - I prezzi alle importazioni negli Stati Uniti in aprile sono aumentati dello 0,9%, in linea con le attese degli analisti. Si tratta del maggior rialzo degli ultimi tre mesi. A spingere l'indice nel mese sono state le importazioni di prodotti petroliferi che hanno registrato prezzi in aumento del 3,3% rispetto a un mese fa e del 58,7% rispetto all'aprile 2009.

Leggi la notizia

Jobless claims (richieste di sussidio di prima disoccupazione, n dr) poco variati la scorsa settimana negli Usa, a quota 444 mila, con sole 4 mila domande in meno rispetto alla settimana precedente (il cui dato iniziale è però stato contemporaneamente rialzato di 4 mila unità).

La media a quattro settimane registra invece una flessione di 9 mila domande a quota 450.500. Il dato resta nelle vicinanze delle attese di consensus che prevedeva un calo a 440 mila domande complessive. (l.s.)



Leggi la notizia

Milano 12 Maggio 2010 (Corsera.it)di Matteo Corsini

Se il cambio euro dollaro scende,l' Italia si avvantaggia.

La speculazione selvaggia dei mercati finanziari ha messo a dura prova la resistenza dell'euro nelle ultime settimane.Questa crisi sembrerebbe dunque essere l'effetto di una manovra di accerchiamento da parte dei famigerati hedge funds.Ma è proprio vero?

A grandi linee possiamo al ...



Leggi la notizia

Milano 12 Maggio 2010 (Corsera.it)

In passato siamo stati critici con Alessandro Profumo,ma dobbiamo ricrederci.Unicredito batte le stime e il consensus degli analisti:la trimestrale del gruppo bancario è da paura,520milioni di utile netto.Una notizia che potrebbe dare la stura al mercato azionario italiano questa mattina e a tutto il comparto bancario.Malgrado piazza Affari sia partita negativa,il frizzante andamento della banca di Piazza Cordusio,guidata da Alessandro Profumo,è una stella in un cielo fino a ieri bigio.L'Italia passa dunque dal suggerito default statale,alla prima della classe.Ottimo lavoro Alessandro!



Leggi la notizia

) - MAdrid, 12 mag. - L'economia spagnola e' cresciuta dello 0,1% nel primo trimestre su base mensile mentre su base annuale ha visto una contrazione del 1,3% (contro le stime di un -1,4%) e dopo il tonfo del 3,1% dell'ultimo trimestre del 2009. Lo rende noto l'ufficio di statistica Ine. Il rialzo del dato mensile del primo trimestre segna che il paese e' uscito dalla recessione dopo due anni di contrazione del prodotto interno lordo.

Leggi la notizia

ASCA-MarketNews) - Atlanta, 12 mag - La crisi finanziaria? ''Destinata a ripetersi, la Grecia ha solo suonato la sveglia'', cosi' Dennis Lockhart, presidente della Federal Reserve di Atlanta. Lockhart ha nuovamente puntato il dito sugli eccessivi rischi finanziari fronteggiati dalle banche con capitale insufficiente. ''Dobbiamo gestire una situazione nella quale non abbiamo alcun proiettile magico per quelli che sono troppo grandi per fallire. Per le banche c'e' bisogno di piu' capitale, per i mercati di maggiore regolamentazione e piu' in generale di applicare i paletti ( tra banca commerciale e di investimento) proposti da Paul Volcker'', ha detto il numero uno della Fed di Atlanta.

Leggi la notizia

<< - Pagina 27 di 36    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 ] - >>