AGI) - Bergamo, 26 mag. - "La lotta all'evasione fiscale non si fa con parole vacue o con gesti di protesta". Lo ha affermato il premier, Mario Monti, intervenendo a Bergamo al giuramento della Guardia di finanza. "L'evasione non e' solo una violazione della legge ma un ostacolo alla concorrenza leale". "La Guardia di finanza e' al centro di attivita' essenziali per la ripresa - ha aggiunto - chi si impegna per la legalita' e il rispetto della legge non e' lontano dalle persone ma al loro fianco e al loro servizio. Questo vi dara' la capacita' di resistere alle pressioni".
  "Meditare anziche' vociare": questa la risposta del premier, Mario Monti, ai contestatori che oggi a piu' riprese hanno disturbato il suo intervento in piazza Vittorio

Leggi la notizia

(AGI) - Roma, 25 mag. - Silvio Berlusconi torna sulla scena, ma non per l'annuncio fatto assieme al segretario Angelino Alfano di una riforma presidenziale alla francese, bensi' perche' di fatto svela - pur forse non avendone l'intenzione - di non disdegnare affatto una sua candidatura al Quirinale per il dopo Napolitano, 'aiutato' anche dal lapsus dell'ex Guardasigilli che lo definisce gia' presidente della Repubblica. Il Cavaliere si guarda bene dal dirlo chiaramente ("Faro' cio' che mi chiede di fare il Pdl"), tuttavia le parole dell'ex premier ottengono come risultato quello di 'oscurare' in parte il tema della conferenza stampa (le riforme, appunto) e di creare piu' di qualche malumore all'interno dello stesso Pdl. In realta', viene spiegato da fonti pidielline, nel partito in pochi ripongono speranze sulla concreta possibilita' che gli altri partiti, Pd in testa, aprano a una riforma presidenzialista.


Leggi la notizia

ROMA 26 MAGGIO 2012 CORSERA.IT

CRISI IN EUROPA.LA SINISTRA SI RICOMPATTA INTORNO ALL'IDEA DI UNA NUOVA VASTO 2.E' LA POLITICA,LA SCIENZA DELLA POLITICA.RINNOVAMENTO PER L'ITALIA IN LOTTA PER BATTERE LA CRISI.I FENOMENI POLITICI VISTI DALL'UNIVERSITA' GUGLIELMO MARCONI E LA SUA CELEBRE FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE.INFORMATI PRESSO L'ATENEO segreteria.scpolitiche@unimarconi.it

MILANO - «Cosa lancia Bersani? Ancora non lo sappiamo. Sappiamo invece ciò che proponiamo noi: ripartire da Vasto andando oltre quell'alleanza, che deve essere un punto di partenza. Poi ci saranno tante altre sigle, noi per



Leggi la notizia

BERLINO 11 GENNAIO 2012 CORSERA.IT

ITALIA SFIANCATA DALLA CRISI ECONOMICA E DALLA CRISI DELL'EURO.MARIO MONTI DOVRA' SALVARE CAINO E ABELE ,IL FRATRICIDIO SOCIALE ITALIANO CHE E' IN ONDA DA CORTINA A PALERMO.LA MANOVRA FINANZIARIA HA RIDOTTO L'ITALIA AD UN LETAMAIO.LA MERDA A SECCHI CE L'AVEVANO SPALMATA PDL E LEGA NORD,CON IL LORO GOVERNO DEI FANTOCCI.MI PARE SIANO ANDATI QUASI TUTTI AL MARE MALDIVE E MIAMI,OPPURE HO VISTO MALE?

CRISI EURO.IL PROFESSOR MARIO MONTI,PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA ITALIANA,VOLA A BERLINO PER INCONTRARE LA CANCELLIERA TEDESCA ANGELA MERKEL.UN BRACIO DI FERRO TRA ITALIA E GERMANIA,SUL FRONTE DEI SACRIFICI E DELLE CONCESSIONI CHE BERLINO SARA' DISPOSTA A CONCEDERE ALL'EUROPA.MARIO MONTI PRIMA DI PARTIRE HA RILASCIATO UN'INTERVISTA AL QUIOTIDIANO TEDESCO DIE WELT,IN CUI PREANNUNCIA LA DURA PRESA DI POSIZONE DELL'ITALIA.

Leggi la notizia

ONIAMO IL CASO DI UNICREDIT. «Il problema specifico che poniamo - a chi ha la responsabilità politica del Tesoro e a chi svolge l'attività di vigilanza - il caso dell'Unicredit: a questo proposito un osservatore assai attento come Massimo Mucchetti sul Corsera ha sollevato degli interrogativi assai seri e gravi che richiedono risposte convincenti e autorevoli». «Anzi», ha concluso Cicchitto, «per favorire che queste risposte vengano realmente date ci ripromettiamo di fare sull'argomento una interrogazione in Parlamento».

Domenica, 08 Gennaio 2012



Leggi la notizia

Milano 22 Luglio 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Crisi finanziaria.In Italia serve un nuovo leader.Possibilmente che abbia tutti i capelli in testa,non soffra di inestetismi della pelle.Insomma un leader gagliardo,uno che sappia menare le mani e suonare la carica.

La crisi del debito sovrano italiano,ci ha messo con le spalle al muro.Tanto bastava da ridicolizzare il paese difronte al mondo,piegando le gambe alle nostre banche,la cui inutile reazione è stata quella dell'amministratore delegato Federico Ghizzoni che semplicemente ricordava a se stesso:" UNICREDIT è un titolo molto liquido e si presta alle speculazioni finanziarie",come dire siamo in balia di ogni colpo di tosse.Mi sarei aspettato una reazione diversa,dura,quelal di un leader del nostro settore finanziario italiano,pronto a sacrificarsi per difendere le nostre principali istituzioni economiche del paese,la struttura portante di un sistema italia,che altirmenti naufragherebbe ad ogni avvisaglia di tempesta.Ma nessuno ha pensato di arginare la presa della speculazione finanziaria,senza comprendere che il deragliamento del differenziale tra i nostri BTP e i BUND tedeschi,ha rappresentato una vera e propria Caporetto del....



Leggi la notizia

Roma 20 Lugblio 2011 CORSERA.IT inviato da Maurzio Turbielli 

La manovra finanziaria rischia di spingere l'Italia verso il paradosso dell'abisso ecomico e la questione morale diventa un imperativo per quelle forze politiche,come la Lega Nord,che vogliono sopravvivere allo schianto del Governo di Silvio Berlusconi. 

07:03 - C'è attesa per il voto alla Camera sulla richiesta di arresto di Alfonso Papa, coinvolto nello scandalo P4. Il capogruppo del Pdl, Fabrizio Cicchitto, ha annunciato che la linea del partito "è quella di votare no". Quanto alla concomitanza del voto sia per Alfonso Papa alla Camera, sia per Alberto Tedesco al Senato, Cicchitto ha risposto: "Io non darei l'arresto né per Papa né per Tedesco".

La Lega, invece, è per la libertà di coscienza: "L'indicazione che darò al gruppo - ha fatto sapere il presidente dei deputati del Carroccio, Marco Reguzzoni - è favorevole all'arresto ma con libertà di coscienza".

Sì alle manette, invece, da parte del Pd, che "voterà sia alla Camera sia al Senato a favore dell'arresto di Alfonso Papa e di Alberto Tedesco", ha annunciato la presidente del partito, Rosy Bindi.

Sulla questione.....


Leggi la notizia

Milano 20 Luglio 2011 CORSERA.IT

La manovra finanziaria,come concepita dal ministro Giulio Tremonti,rischia di trasformarsi in un cataclisma per il paese,perchè aggiunge forza e vigore agli effetti della grave crisi economica europea e dell'Italia.L'aggravio di tasse e imposte ha innervosito la popolazione,ha esteso e prolungato le conseguenze della penuria di liquiditàè in circolazione,che si sommano alle esose richieste del nostro sistema bancario,che per rispondere ai balzelli di Basilea 3,ha dovuto ricorrere al mercato per garantirsi risorse finanziarie,altrimenti esaurite.La crisi di liquidità sta mettendo in ginocchio il paese e la prima accecante verità è il blocco del mercato immobiliare,che in Italia rappresenta il vero polmone,il cuore dell'intera struttura economica del paese.Se si ferma il mercato immobiliare,si ferma il sistema anche degli investimenti,che.....



Leggi la notizia

Roma 16 Luglio 2011 CORSERA.IT Inviato da Luigi Marchini 

ROMA - Taglio alle indennità dei parlamentari addio, o quasi. Meglio equipararsi ai sei paesi più ricchi dell'Unione europea. E poi rimborsi elettorali ridotti ma dalla prossima legislatura, auto blu da ridimensionare ma dal 2012, vitalizi salvati in extremis, finanziamenti ai partiti appena sforbiciati. Doveva essere il fiore all'occhiello della manovra lacrime e sangue. Il buon esempio all'insegna dell'austerity dato dalla politica, perché - ammoniva Tremonti ancora pochi giorni fa - non si possono chiedere sacrifici agli italiani senza imporli alla classe dirigente.

E invece ecco servito il bluff. La manovra appena approvata da 70 miliardi, che si abbatterà tra ticket e superbolli su famiglie e risparmiatori, nel testo definitivo rinvia e in qualche caso annulla i buoni propositi di chi l'ha scritta. Il colpo grosso è andato in scena nel chiuso delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio al Senato sulla norma più attesa. Proprio quella che avrebbe



Leggi la notizia

Roma 14 Luglio 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

L'Italia nel baratro,continueremo a sostenere il costo sociale di migliaia di giovani laureati disoccupati,di migliaia di giovani laureati in giurisprudenza,che dovranno faticare altri tre o quattro anni prima di entrare a far parte con dignità nel mondo del lavoro.Ma saranno centinaia di migliaia di giovani laureati in giurisprudenza che sapranno chi votare alla prossima tornata elettorale,che scenderanno in piazza nauseati e schifati dai maggiordomi del Presidente Silvio Berlusconi,i lacchè di stato,quei quattro cialtroni di avvocati che siedono in Parlamento,senza essere stati direttamente eletti dal popolo,ma soltanto dal raggiro della legge elettorale cosiddetta porcellum.

L'Italia è destinata a cedere a morire,sotto i colpi della tassazione,anzichè stappare il mercato e la sua economia,questo Governo destruttura quei provvedimenti necessari a far ripartire l'occupazione giovanile,perchè le corporazioni non gradiscono la concorrenza.Le corporazioni degli ordini professionali,come l'Ordine dei Giornalisti,i cui vertici da mesi si dibattono in tribunale per frode al mediatore,come l'ordine degli avvocati,di cui conosciamo gli scandali per il superamento degli esami di stato(una finta barzelletta) oppure dell'ordine dei notai,che operano nei rogiti immobiliari,senza alcuna necessità di una verifica strutturale delle effettive difformità,abusi,edilizio-urbanistici.

Nessuna rivoluzione nella manovra finanziaria,stroncate sul nascere le norme sulle liberalizzazioni che aveva invocato Pierluigi Bersani da oltre 4 anni.Milioni di giovani disoccupati laureati si ritroveranno ancora una volta a dover lottare con i laccioli burocratici,con il ritardo dei tempi necessari per svolgere una attività.

Dopo il voto della manovra finanziaria,l'Italia tornerà dopo poche ore nel buio medioevale in cui siamo finiti grazie alla dissennata politica di questo Governo e di Silvio Berlusconi,affiancato dai "ricattatori" della LEGA NORD e delle trote del lago dei perchè senza risposta.

Un drappello di gerarchi fascisti,uno squadrone di dittatori,blocca la norma sulle liberalizzazioni in Italia.Al contrario vengono inserite nuove tasse,il bollo sul conto titoli ad una cifra straordinaria fino a 680 euro,viene reintrodotto i ticket sanitario,una sfilza di ripieghi a danno dei cittadini.La sola grande rivoluzione culturale,sociale ed economia del paese viene tamponata da un gruppo di....



Leggi la notizia

Perugia 30 Giugno 2011 CORSERA.IT inviato da Gianni Nasiti

ROMA - Giornata in salita per il governo alla Camera. Nel primo voto su una serie di stralci proposti, per snellire i lavori, dall'esecutivo e dal relatore al ddl Comunitaria 2010, relativo all'articolo 8 sull'etichettatura prodotti alimentari, la proposta è stata respinta a parità di voti.

La maggioranza ha poi recuperato qualche presenza riuscendo ad approvare, con margini variabili fra uno e sette voti, gli stralci di 11 articoli (mangimi, contrasto all'evasione Iva, etichettatura vini, importazione di legnami, specie autoctone, inquinamento acustico, difesa del suolo e gestione risorse idriche, emissioni industriali, prodotti fitosanitari, etichettatura dei prodotti alimentari, rifiuti delle industrie estrattive).



Leggi la notizia

Milano 29 Giugno 2011 CORSERA.IT

Il naso di Pinocchio si allunga sull'Italia,dalle promesse al BUNGA BUNGA.Silvio Berlusconi ci aveva promesso durante la campagna elettorale di togliere il bollo sugli autoveicoli,al contrario adesso piove l'aumento sui SUV.E' ora che il Governo vada affanculo.Si aggiunge anhe la beffa della tassa sul trading speculativo,in un momento in cui le transazioni mobiliari sono le più dolorose di tutte.Si finisce di tarpare qualsiasi movimento speculativo e dunque la circolazione del capitale.

UN Governo fallito,come la sua politica finanziaria.Giulio Tremonti un maldestro,capace soltanto a vendere le spiagge al russo di turno,che poi non arriva.



Leggi la notizia

Milano 26 Giugno 2011 CORSERA.IT

E' giunta nella notte la notizia che il consigliere politico delo Ministro Giulio Tremonti,Marco Milanese,si è dimesso dal suo incarico allo scopo di salvaguardare la delicata attività del ministero.,Ma ciò che succede è un terremoto per il Governo,Marco Milanese avrebbe infatit fatto il nome del Generale della Guardia di Finanza Mario Adinolfi.



Leggi la notizia

Milano 21 Giugno 2011 CORSERA.IT

Il pm John Woodcock ha messo in crisi il sistema di potere che ruota intorno a Palazzo Chigi.Ha centrato l'obiettivo mettendo a fuoco quella relazione particolare tra Gainni Letta e Luigi Bisignani,una relazione di cui si vociferava molto per i salotti romani,di cui tutti conoscono la feconda intensità.tanto è vero che Gianni Letta è costretto puntualizzare le circostanze della sua relazione con il faccendiere finito agli arresti domiciliari.Una relazione che diventa una spina nel fianco dell'intero Governo,della stessa struttura di Palazzo Chigi,che coinvolge a pieno titolo la sicurezza del paese,perchè le notizie dell'inchiesta di John Woodcock una cosa l'hanno già



Leggi la notizia

Pontida 20 GIUGNO 2011 CORSERA.IT

Proclami inutili quelli di Umberto Bossi,il Ricattatore.Inutile ricordare che la storia politica della Lega Nord,nasce con un ricatto:le inchiesta della La Padania sul Silvio Berlusconi Mafioso.Il ricatto politico si conclude con l'accordo tra Umberto Bossi e Silvio Berlusconi.Si parla di ricatto quando l'accordo avviene con colui che era il bersaglio,il nemico.Il resto sono chiacchiere per il popolo padano,bue e cornuto.

(AGI) Bologna - Il segretario generale della Cgil Susanna Camusso definisce "proclami inutili" le richieste arrivate oggi a Pontida dai vertici della Lega. Secondo il leader sindacale, stasera a Bologna per concludere i



Leggi la notizia

<< - Pagina 31 di 72    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 ] - >>