Roma 6 Marzo 2010 (Corsera.it)

Non perde colpo Antonio Di Pietro,per contrastare la dilagante azione del Governo di Silvio Berlusconi.All'indomani del Si' del Quirinale al decreto della discordia,il leader dell'IDV rilancia contro il Colle: "E' un vero e proprio golpe di Stato".(Corsera.it)

Il Giornale di Vittorio Feltri.Roma - Dopo la "chiamata alle armi in piazza", l'impeachement per il presidente della Repubblica. Antonio Di Pietro va ancora una volta all'attacco non solo del Pdl, ma soprattutto di Napolitano, bersaglio non nuovo per l'ex pm che ritiene necessario "capire bene il ruolo di Napolitano" sul dl salvaliste, una "sporca faccenda", per "valutare se non ci siano gli estremi per promuovere l'impeachment nei suoi confronti per aver violato il suo ruolo e le sue funzioni". "Ieri sera - afferma il leader di Italia dei valori in una nota - appena ho saputo che Napolitano aveva firmato la legge salva Pdl, che permette a chi ha violato la legge di essere riammesso alla competizione elettorale, ho pensato tra me e me, come già è avvenuto per le altre leggi ad personam, che il presidente della Repubblica si era



Leggi la notizia

(AGI) - Bologna, 6 mar. - "Nessuno mette in discussione la leadership di Silvio Berlusconi ma, dietro questa leadership ci deve essere un grande partito partecipato". Lo ha affermato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, per il quale "non ci devono essere potentati, blocchi, cose calate dall'alto". Alemanno, che ha partecipato a Bologna ad un'iniziativa del Pdl in vista delle prossime elezioni Regionali ha detto che "e' necessario affrontare il tema del partito. Il Pdl e' nato da pochi mesi e ovviamente ha avuto la sua fase di diffusione e gestazione tra due partiti diversi. Adesso, dopo le elezioni Regionali, e' venuto il momento di fare una grande verifica". "Dobbiamo - ha continuato - fare congressi e ascoltare la gente" .


Leggi la notizia

MILANO (Reuters) - L'opposizione scende in piazza contro il decreto legge varato ieri dal governo per superare l'impasse delle liste elettorali del Pdl in Lazio e Lombardia, provvedimento ritenuto invece legittimo dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Intanto il Tar della Lombardia ha ammesso alle elezioni regionali del 28-29 marzo il listino del governatore uscente Roberto Formigoni, che era stato escluso per irregolarità nelle firme.



Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2010 (Corsera.it)

Escono insieme da Palazzo Grazioli gli esponenti del Governo Berlusconi:sono Maurizio Gasparri,Ignazio La Russa,Gaetano Quagliarello ,Claudio Scaiola e Giorgia Meloni.Sono registi e protagonisti della brutta storia delle liste elettorali del PDL,sono gli SPAVENTAPASSERI della politica italiana,quelle comparse di secondo piano che alle volte recitano sul palco,alle volte si mischiano con il pubblico per la claque.La maldestra figura è costata alla colizione del PDl quasi...



Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2010 (Corsera.it)di Matteo Corsini

Dopo l'agguato di Ernesto Galli della Loggia,oggi sulla prima pagina del Corriere della Sera,compare un altro editoriale a firma di Sergio Romano,una sorta di lezione di stile e buongusto per il Cavaliere Silvio Berlusconi e la sua orrenda coalizione di spaventapasseri."La prima esigenza è quella dell'osservanza delle norme.",osserva infatti Sergio Romano,che si mette in scia con Ernesto Galli della Loggia,solca il terreno con l'aratro,come un buon padre che consegna un consiglio alla prole che cresce.Ma l'avvitatura è terribile per il Corriere della Sera,che sospira dal ventre massonico della sua proprietà,poichè immagina di sedurre il pubblico con le fulminanti intuizioni di Galli Della Loggia,dal sapore satanico,per poi stemperarle con le dosate gocce di veleno di Sergio Romano,che infatti continua:

 

 



Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2010 (Corsera.it)di Matteo Corsini

Caro Pierluigi Bersani sbagli opponendoti alla riammissione delle liste del PDL,dovresti accettare la sfida elettorale,lasciare alla maggioranza degli SPAVENTAPASSERI,l'opportunità di una seconda chance.Nell'agone elettorale sarebbe...



Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2010 (Corsera.it)

Come vogliamo chiamare una regola che impone,senza appello,che una lista elettorale,volontà dei cittadini,sia fuori dall'agone politico per colpa dell'orario di chiusura? Una puttanata,un delitto contro la democrazia.Pierluigi Bersani cavalca le puttanate della sinistra,la feroce banda dei brancaleoni,con la piratessa Emma Bonino, che gongola,insieme al suo padre Santone Marco Pannella.E' lo sfascio della democrazia,lo sfascio delle istituzioni,lo sfascio della legalità. Se la sinistra chiama giustamente alle sue responsabilità la maggioranza di Governo negli scandali degli appalti della Protezione Civile,male fa a non concedere ossigeno a quella democrazia ,necessaria non soltanto a vincere ,ma a legittimare l'avversario.Una cavalcata delle valchierie,senza gloria,ma semplicemente puttane.(Corsera.it)



Leggi la notizia

AGI) - Lecco, 5 mar. - I vari organi competenti decideranno sulle liste in tempi molto brevi dunque "consiglierei di non pensare a strane scorciatoie". L'auspicio e' del leader del Pd, Pierluigi Bersani, oggi a Lecco per incontrare i cittadini.
  "L'unica cosa sensata - ha aggiunto - e' aspettare le decisioni degli organi competenti, che come sappiamo decidono a giorni".
  Secondo il segretario poi non e' neanche pensabile l'ipotesi di far slittare le elezioni previste per il 28 e 29 marzo.
  "Ritengo impensabile un rinvio - ha spiegato - nessuno ipotizza le conseguenze che sarebbero gravi, inedite. Sono cose che si dicono per dire". Un invito poi al centrodestra ad abbassare i toni, a far attenzione "all'arroganza" e a usare un po' piu' di "umilta' e serieta' perche' stavolta non la racconteranno come vogliono". Anche per il consiglio dei ministri previsto per oggi la speranza del segretario del Pd e' che "prevalga il buon senso".

Leggi la notizia

Roma 5 Marzo 2010 (Corsera.it)

Altro colpo di mano,anzi colpo di forza del Governo di Silvio Berlusconi ,che questa sera ha varato il decreto salva elezioni,cosidetto decreto interpretativo.L'opposizione ha reagito furiosamente,il decreto lascia il sale in bocca,si parla anche di broglio di Stato.

Corriere.it ROMA - Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto interpretativo per risolvere il «nodo» delle liste rimaste escluse in vista delle prossime elezioni regionali. Il via libera è arrivato attorno alle 21,40, circa due ore dopo rispetto l'ora fissata per l'inizio della seduta: un intervallo che è stato reso necessario per affinare il testo e renderlo compatibile con una valutazione positiva da parte del capo dello Stato. Il presidente della Repubblica aveva infatti detto chiaramente di non essere disposto ad avallare un intervento d'urgenza di tipo innovativo.



Leggi la notizia

Roma 4 Marzo 2010 (Corsera.it) di Matteo Corsini

A pensarci bene,quello del Corriere della Sera è stato un agguato al PDL.L'editoriale di Ernesto Galli della Loggia,rifilato in prima pagina,dopo molti pensieri da parte del direttore Ferruccio De Bortoli,è deflagrato mentre il PDl si trovava nel caos assoluto delle elezioni regionali.Galli della Loggia in versione Wolfart,un presunto lupo mannaro,che cerca le sue vittime nel fuggi fuggi generale.(Corsera.it)



Leggi la notizia

Roma 4 MArzo 20101 (Corsera.it

Pubblichiamo integralmente il testo della replica ad Ernesto Galli della Loggia,da parte del PDL e dei suoi coordinatori Ignazio La Russa,Enrico Bondi e Denis Verdini.

Egregio Direttore,
le critiche all’operato del governo, anche quelle più aspre, sono il sale della democrazia e contribuiscono, se bene intese, a correggere i possibili errori e a fare meglio.
Vi sono critiche, invece, come quelle dell’editoriale di ieri del Corriere, che finiscono purtroppo per essere sterili in quanto non scaturiscono da un’onesta riflessione sulla realtà, bensì da un pensiero auto-referenziale, come direbbero gli intellettuali.

Un pensiero che nel caso di Ernesto Galli della Loggia viene ripetuto senza alcuna variazione di nota da più di quindici anni.

La premessa da cui parte il ragionamento di Galli della Loggia è che la scomparsa della cosiddetta prima Repubblica, in seguito alla crisi del comunismo e al fenomeno di Tangentopoli, avrebbe determinato il venir meno di «tutte le culture politiche che la modernità italiana era riuscita a mettere in campo nel Novecento».

Questo vuoto non sarebbe stato



Leggi la notizia

Roma 4 Marzo 2010 (Corsera.it)

Questa sera Silvio Berlusconi salirà le scale del Quirinale,per un giro di valzer con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.Per il Premier il PDL è stato vittima di un sopruso e una soluzione politica è quanto mai opportuna per non esacerbare gli animi già molto tesi.Il Presidente del Consiglio cercherà dunque un appoggio della più alta carica dello Stato per evitare il crollo della sua coalizione alle  prossime regionali.(Corsera.it)

 

 



Leggi la notizia

Milano 4 Marzo 2010 (Corsera.it)di Matteo Corsini.

A pensarci bene,quello del Corriere della Sera è stato un agguato al PDL.L'editoriale di Ernesto Galli della Loggia,rifilato in prima pagina,dopo molti pensieri da parte del direttore Ferruccio De Bortoli,è deflagrato mentre il PDl si trovava nel caos assoluto delle elezioni regionali.Galli della Loggia in versione Wolfart,un presunto lupo mannaro,che cerca le sue vittime nel fuggi fuggi generale.(Corsera.it)



Leggi la notizia

Niente Consiglio dei ministri questa sera. Forse la riunione del governo si terra' domani. Secondo quanto spiegano fonti governative il presidente della Repubblica nell'incontro con il premier, Silvio Berlusconi, avrebbe espresso perplessita' sulla strada del decreto legge per risolvere la questione delle liste regionali. .

Leggi la notizia

Roma 4 Marzo 2010 (Corsera.it)

E' notte alta ,sono circa le ore 23.32.Ferruccio De Bortoli sicuramente dorme.Noi lo salutiamo come ogni sera.

Silvio Berlusconi è salito al Quirinale,con la sua solita plastica facciale,quella che si tira e si allarga a secondo delle circostanze.Questa volta con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,ha dovuto portare con sè una buona dose di coraggio,perchè in realtà il Premier deve rimproverare se stesso,il suo partito di pecoroni e la diatriba interna.Della sparuta delegazione erano presenti Roberto Maroni,Calderoli e Ignazio La Russa.(Corsera.it)



Leggi la notizia

<< - Pagina 51 di 72    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 ] - >>