L'autopsia sui resti di Sarah fu eseguita dal professor Luigi Strada presso la sala settoria dell' Ospedale Santissima Annunziata di Taranto, prima dei funerali.

Dall'esame autoptico è stato impossibile rilevare un avvenuto abuso sessuale dopo la morte sul corpo della giovane, rimasto nell'acqua della cisterna in quell'uliveto tra Lecce e Taranto per 41 giorni.



Leggi la notizia

Avetrana 12 Ottobre 2010 (Corsera.it)

Galoppa ha chiesto la perizia psichiatrica per il suo assistito. Nella richiesta depositata all’ufficio del Gip, Galoppa scrive, inoltre, che "la riferita violenza posta in essere sul cadavere della giovane nipote nelle circostanze immediatamente successive all’omicidio, consistite nell’atto sessuale completo, mostrano senza ombra di dubbio un evidente stato patologico mentale". Il legale di Michele Misseri ha depositato la richiesta di perizia psichiatrica per il suo assistito.si cerca dunque la strada della temporanea infermità mentale,tesi avvolarata dalla strenua difesa della figlia Sabrina,che in televisione ha sempre sostenuto:"Mio padre non è un pazzo,sempre stato tranquillo."

Una perizia psichiatrica che potrebbe salvare il mostro da una condanna all'ergastolo e rimetterlo in circolazione dopo un lungo periodo rieducativo.

Cosa ne pensi? scrivi a redazione@corsera.it  o invia il tuo sms a 3348944664



Leggi la notizia

Avetrana 11 Ottobre 2010 (Corsera.it)

Sarah Scazzi è stata uccisa nel modo più violento che possa esistere,strangolata e poi il suo corpo martoriato da un gesto devastante,sporco,da criminale nazista.Sarah Scazzi è morta per mano di un omicida perfettamente cosciente e narcisista,tumulata in un buco nero,nascosto agli occhi indiscreti del mondo.Un assassino che poi dice di averle rivolto addirittura delle preghiere.Un boia che gira intorno alla brutalità animale con cui ha agito.Ecco perchè siamo convinti che non sia questa la prima volta che la bestia ha agito e che nella sua vita personale,vi sono altrettanti cruenti episodi.Assistiamo in queste ore ai dibattiti televisivi,quelli che cercano di comprendere la psiche di Michele Misseri,rovistano nel suo passato per...



Leggi la notizia

Roma 11 Ottobre 2010(CORSERA.IT)

La patria Italia accoglie i suoi figli tra di sè,tra le mani del Presidente Giorgio Napolitano.Uno strazio indicibile per le famiglie,per i genitori,per noi tutti.I feretri dei quattro alpini italiani sono tornati in Italia,quattro eroi uccisi in una guerra di logoramento,quattro corpi dilaniati per lesioni da scoppio.Un vile attentato,un massacro a cui non ci sono parole per opporsi.Ma qui in Italia dobbiamo fare forza,quadrato intorno all'esercito italiano che tanto si distingue nei suoi sforzi di peacekeeping.Le polemiche lasciano il tempo che trovano.

AUTOPSIA: «LESIONI DA SCOPPIO» - «Lesioni provocate da scoppio». È quanto ha accertato l'autopsia, svolta presso l'istituto di medicina legale de La Sapienza.

all'interno



Leggi la notizia

Avetrana 11 Ottobre 2010 (Corsera.it)

La soluzione dell'enigma della morte di Sarah Scazzi è forse legata al ritrovamento delle cuffiette per ascoltare la musica in formato MP3 dal telefonino.Cuffiette che non si trovano e che non sono neanche menzionate negli atti giudiziari.Un complice dunque potrebbe aver ....



Leggi la notizia

Avetrana 11 Ottobre 2010 (Corsera.it)

Nel giallo dell'omicidio di Sarah Scazzi si cercano adesso le cuffie,quelle che le servivano per ascoltare la musica dal telefonino.Cuffie scomparse e neanche citate negli atti giudiziari.Forse qualcuno le ha tenute per ricordo? Un macabro souvenir? O qualcuno ascoltava la sua...



Leggi la notizia

Avetrana 11 oTTOBRE 2010 (Corsera.it)

Il legale dell'orco ha chiesto questa mattina la perizia psichiatrica per il suo assistito,il signor Michele Misseri.Intanto il criminologo Francesco Bruno spiega che il "racconto dello Zio " e' una favoletta per bambini.Incompatibile per il criminologo le modalità dell'agguato in cantina e il tempo necessario per compiere il delitto.Incompatibile dunque la dinamica spazio temporale,senza che nessuno abbia sentito qualcosa.Ma il buco nero rimane dunque lungo la strada che porta da casa Scazzi a quella dei Misseri,un tragitto che ha ingoiato la vita di una ragaza per sempre.



Leggi la notizia

Avetrana 11 Ottobre 2010 (CORSERA.IT)

Omicidio Sarah Scazzi nessuno sa dov'è l'arma del delitto.Scomparso il cordino dal garage,che non è mai stato messo sotto sequestro dagli inquirenti.Il reoconfesso Michele Misseri ha chiuso la saracinesca delle indagini.Eppure nella dinamica dell'omicidio,avvenuta percaso,improvvisamente,in seguito ad un raptus,tutto appare...



Leggi la notizia

Avetrana 10 Ottobre 2010(Corsera.it)

Durante i funerali,è apparso chiaro sul volto della mamma di Sarah,il risentimento anche per il marito,per questa tragedia.I loro sguardi non si sono mai incrociati,come quelli di Concetta volessero dire:mi hai lasciata sola in questo Inferno.Il papà di Sarah vive a Milano dove lavora insieme al figlio.Poi l'abbraccio avvenuto con la sorella Csima Spagnolo,le parole...



Leggi la notizia

Avetrana 10 Ottobre 2010 (Corsera.it)

Da poche ore sono terminate le esequie,la mamma di Sarah ha abbracciato intensamente la sorella Cosima Spagnolo e le due figlie,Sabrina e Valentina.Un gesto che va oltre il sentimento dell'odio e del dolore,un abbraccio figlio dell'amore,che va oltre la cupa disperazione di queste ore.Aldila' della porta del Diavolo c'è lo spettro di una tragedia sconfinata,arrivata quando...



Leggi la notizia

Roma 10 Ottobre 2010(Corsera.it)

Si potrebbe intitolare l'Italia dei Mostri,quella che sta andando in onda in queste ore,che riempie gli spazi dei giornali di notizie immonde.Cosa succede?

Carcare«Ho fatto una cosa gravissima, voglio essere curato, aiutatemi a smettere». Ma queste parole non cancellano l’orrore. A pronunciarle è stato Stefano Ferrando, un giovane di 21 anni, figlio dell’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Vado Ligure, Maria Teresa Abrate, studente universitario alla facoltà di Pedagogia di Genova, che da almeno un mese stuprava la sorellina di due anni della fidanzata. E lo faceva con la scusa di cambiarle i pannolini. È successo a Carcare, un paese della Valbormida savonese, paese che ancora....



Leggi la notizia

Avetrana 10 Ottobre 2010(Corsera.it)

Sarah Scazzi ha ricevuto una telefonta dalla cugina Sabrina che la cercava.Era morta o ancora viva?

Mariangela Spagnoletti l'amica della cugina Sabrina,dichiara che il telefono squillava e poi fu spento da qualcuno.Telefonaro proprio mentre Michele Misseri uccideva la vittima? Una macabra fatalità? Oppure i due racconti sono incompatibili,anzi si contraddicono.Cosa impedì a Sabrina di scendere nella cantina del carnefice?



Leggi la notizia

SARAH SCAZZI FACEBOOK, FOTO- Ultime notizie: Sarah Scazzi è morta, ma è ancora lontana dal riposare in pace. Su Facebook sono apparse foto del cadavere di una ragazza bionda, con ogni probabilità Sarah Scazzi. Social network e necro-voyeurismo si fondono, rinnovando le perplessità sul potere dei nuovi media, in grado di devastare la privacy di chiunque. In pochi secondi.

SARAH SCAZZI FOTO CADAVERE – La notizia è stata diffusa da la “Gazzetta del Mezzogiorno”. La foto e il profilo sono stati segnalati ai Carabinieri, che sono riusciti a visualizzare i dati della pagina Facebook appena in tempo, poco prima che venisse rimossa ogni traccia.

La foto sembra scattata proprio nell’obitorio Santissima Annunziata, dove il cadavere di Sarah Scazzi è stato custodito per alcune ore.

I Carabinieri hanno avviato le indagini per risalire ai creatori della pagina Facebook. (Continua a Pag. 2…)



Leggi la notizia

Avetrana 10 Ottobre 2010 (CORSERA.IT)

Nella parole di Sabrina si annida un'inquietante verità,qualcosa che in evidenza traspare,proprio dalla violenza delle frasi della figlia del mostro:

Roma, 10 ott. (Apcom) - "Non sono d'accordo con la pena di morte: mio padre deve pagare giorno per giorno e lentamente. La pena di morte è un modo troppo facile". Così Sabrina, cugina di Sarah Scazzi e figlia dell'uomo che l'ha uccisa....



Leggi la notizia

Milano. La tangente di 1 milione 158mila euro nel 2003 al manager Enipower Lorenzo Marzocchi, per un appalto di caldaie da 127 milioni, costa alla Marcegaglia spa 500mila euro di pena pecuniaria patteggiata davanti al giudice Paola Belsito (per l’illecito amministrativo della legge 231) e 250mila di confisca; alla controllata «N.e./C.c.t. spa» 500mila di pena, e 5 milioni 250mila di confisca; e 11 mesi patteggiati (ma sospesi) per corruzione al vicepresidente Antonio Marcegaglia, fratello della presidente designata di Confindustria, Emma. Altre 12 persone o società indagate (fra le quali Alstom Power, SP Cooling Technologies Italia e Tamini) hanno patteggiato da 9 mesi a 2 anni, accettando confische e pene pecuniarie per altri 2 milioni.
L.Fer.


Leggi la notizia

<< - Pagina 64 di 88    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 ] - >>