ROMA - Silvio Berlusconi definisce non "scandalosa" ne' "preoccupante" la scelta di fermare i talk-show politici in vista della prossima tornata elettorale. Il premier, intervenuto alla presentazione del libro di Bruno Vespa, ha difeso la decisione della commissione di vigilanza Rai per l'applicazione della par condicio, definendo le trasmissioni "pollai televisivi". (RCD)

Leggi la notizia

Roma 26 gennaio 2010 (Corsera.it)

Scrive ,questa mattina Ernesto Galli della Loggia,sul cugino Il Corriere della Sera,un editoriale dal titolo," Oligarchi di periferia."Dopo Marrazzo ,Del Bono:nel giro di pochi mesi è il secondo importante amministratore locale eletto sotto le bandiere del PD,costretto a dimettersi per ...



Leggi la notizia

Roma 28 dICEMBRE 2009(CORSERA.IT)

Questa mattina apriamo il Corriere della Sera con la notizia di 5 morti accertati durante le manifestazioni in Irana teheran.Ma noi già sappiamo che sono molti di più,almeno 15.Il 2010 segna la svolta nell'informazione,perchè ormai le notizie corrono sul web,prima che sui giornali di carta,su twitter o facebook.

Da il Corriere della Sera.TEHERAN - La tv di Stato iraniana ha reso noto che sono più di 15 le persone morte negli scontri avvenuti domenica a Teheran, dove l'opposizione ha sferrato la maggiore sfida al regime dal giorno delle elezioni presidenziali. Tra le vittime, secondo il ministero dei servizi segreti, «più di dieci appartenenti ai gruppi controrivoluzionari». Mentre gil altri cinque, si legge nel sito web della televisione pubblica, sono stati uccisi....



Leggi la notizia

Roma 22 Novembre 2009 (Corsera.it)di Matteo Corsini

I cittadini italiani sono in pericolo.Il volto putrido dello Stato ormai vomita i suoi miasmi dalle latrine degli scantinati,dove fino a ieri ordiva i suoi sporchi affari.Lo scontro politico fa emergere la putredine,una enorme infezione di pus che ha braccato e ricatta il nostro sistema costituzionale.La causa sono uomini ,i politici corrotti a ogni livello.Una infernale tangentopoli degli orrori.I cadaveri,gli assassini,i trafficanti di droga.Se le vicende storiche a cui assistiamo sono evidenti,comprendiamo bene che la vita politica in Italia è travolta da una...



Leggi la notizia

Roma 2 Novembre 2009(Corsera.it)di Mac.

Sono tanti gli argomenti questo lunedì mattina,un ginepraio che inizia con il fondo di Ferruccio De Bortoli "I nostri figli ci guardano " sul  Corriere della Sera.Esce anche il libro di Bruno Vespa,che fa il giro dei giornali per alcune notizie contenute al suo interno,come la clamorosa frase del Premier Silvio Berlusconi "Non mi dimetto se mi condannano",il paese è suo,le leggi si inchinano al sovrano.I nostri figli ci guardano e vedono un paese inghiottito dalla volgarità,la sfida politica che diventa anche omicidio dell'avversario,come accaduto per Piero Marrazzo.Adesso investigando si scopre che ...



Leggi la notizia

Roma 27 ottobre 2009(Corsera.it)

Anche oggi Corsera.it è andato offline diverse volte per eccesso di visitatori ,si calcola almeno due milioni di persone hanno cercato di accedere alle pagine della testata online,alcuni con esito positivo altri con esito positivo.Raccomandiamo ai visitatori di rientrare periodicamente per garantirsi l'accesso alle informazioni.

Ringraziamo tutti ricordando che gli utenti registrati ricevono in anteprima gli articoli e si possono dunque garantire la lettura anche quando il sito è offline incendiato da eccesso di traffico.

 

Grazie

L'editore

Matteo Corsini



Leggi la notizia

Roma 27 Ottobre 2009(Corsera.it)

Roberta Sardoz  ,ha preso la decisione giusta, quella di stare accanto al marito.Roberta Sardoz è diventata un'icona perchè a trovare la forza in una situazione del genere poche sarebbero riuscite.Eppure l'istinto della madre,della conservazione,del privilegio della vita sopra ogni altro principio,ha vinto ancora una volta,nel pieno della tempesta Roberta è come la skipper che si lancia alla ....



Leggi la notizia

Roma 25 ottobre 2009 (Corsera.it)di Big Mac

Adesso giura davanti alla moglie,a quella Roberta Sardoz che oggi difronte al mondo scopre di avere un marito che la tradiva ripetutamente con un gruppo di viados.Una donna che ha concesso il suo cuore,procreato una figlia insieme a lui.Adesso Piero Marrazzo sembra davvero impazzito,ormai senza ragione nella sua spasmodica difesa per arginare la tempesta.Ma se continua così peggiora le cose.Come si fa a giurare su una donna dileggiata pubblicamente in .....



Leggi la notizia

Roma 25 Ottobre 2009(Corsera.it ) di Matteo Corsini

Corsera.it sta volando sul web,primo tra tutti i giornali e  quotidiani italiani nelle parole chiave afferenti la vicenda dello scandalo Marrazzo,segno evidente che la libertà dalle ideologie politiche premia il giornalismo d'inchiesta.Corsera.it è forse il solo ed unico quotidiano web libero in Italia,libero da preconcetti ideologici e politici,poichè come abbiamo colpito duramente il Premier Silvio Berlusconi stiamo adesso facendo per la vicenda del contraltare politico Piero Marrazzo.Nessun pregiudizio,nessun asservimento anche al potere indutriale o bancario come nel caso del Corriere di Ferruccio De Bortoli,nè l'asservimento del Messaggero alla strategia politica dei Caltagirone Casini,nè l'asservimento di Vittorio Feltri al padre padrone Silvio Berlusconi.Inoltre l'equazione dell'equivalenza degli scandali sessuali ,che secondo alcuni esponenti politici si annullano,appare perdente.Se i lettori leggono il Corsera.it e il profilo tagliente delle notizie,vuol dire che la nausea è profonda per gli scandali sessuali del potere,il mio convincimento è che andremo presto ad un ribaltamento totale delle posizioni politiche fino ad oggi cristallizzate .

Corsera.it non deve difendere posizioni,non deve tutelare interessi politici o industriali.Corsera.it fa il suo mestiere di randello dell'informazione di quella cronaca positiva che ormai tutti i giornalisti in Italia hanno lascito dentro il cassetto e dai risultati economici delle loro testate questo è del tutto evidente.La libertà ideologica rende grande un giornale,rende grande se stessi,la propria coscienza.Quella di Piero Marrazzo è anche la storia di un giornalista diventato politico e di questo tradimento della professione è rimasto vittima,paradigma dell'insuccesso della formula della dipendenza ideologica della notizia.

Difendiamo la notizia e la libertà di informazione in Italia.

L' editore del Corsera.it Matte Corsini



Leggi la notizia

Roma 25 Ottobre 2009(Corsera.it)di Matteo Corsini

Informazione non ideologica,questi gli ingredienti del successo del Corsera.it,libertà da qualsiasi condizionamento politico,di schieramento,industriale o bancario.Libertà come deve e dovrà sempre essere l'informzione e occhio spietato purtroppo per le vittime della notizia.Occhio spietato per il puttaniere di Stato Silvio Berlusconi,occhio spietato per gli intrallazzi di potere,occhio spietato per ogni risvolto della cronaca,nessun manierismo come quelli alla Bruno Vespa che ammette candidamente che per oltre ventanni avendo come editore di riferimento la democrazia cristiana non  ha mai fatto il suo mestiere,nessun manierismo alla Enrico Mentana che dopo essere entrato in Rai con la tessera del partito socialista,come da lui sempre ammesso,ha finito la sua carriera ingloriosamente,rovinato proprio dalla logica dell'asservimento al padre padrone Fininvest o Mediaset.Quando il giornalista è libero,difende se stesso,la sua intergrità morale,la sua dignità.Se poi uno come Max Parisi spara a zero sulla La Padania contro il  Silvio Berlusconi Mafioso e poi finisce in Rai con un contratto a tempo indeterminato,significa che qualcosa non và proprio,che il sistema è marcio,corrotto,come evidenzia anche questa vicenda di Piero Marrazzo.Allora è bene che ala Rai finisca,cada per sempre il tabù del canone,che i giornalsti imparino a fare il loro mestiere a combattere seriamente per difendere la loro libertà,un bene prezioso,perchè è forma e sostanza della dignità umana da pagare a qualsiasi costo.Adesso esiste il web,ogni libertà può essere schierata a servizio dell'unico padrone del giornalismo,uno degli principi fondanti su cui si basa la nostra Costituzione,la libertà di stampa.E allora me la rido dei Vittorio Feltri o dei Maurizio Belpietro,perchè essi non sono liberi di scrivere se stessi,ma quello che vedono riflesso sullo specchio,un loro stessi alterato,convinto della libertà dei loro padrone.Questo è un grave male per la nostra democrazia perchè la libertè di informazione rimane un baluardo della democrazia,il confine invalicabile di quei diritti inderogabili dell'umanità,chiunque vi si sottragga per gioco politico o peggio ancora per avidità di soldi,non è un giornalista ma una macchietta.Vedrermo adesso se Michele Santoro o MArco Travaglio saranno capaci di proporre le interviste ai trans di Marrazzo come ed esattamente nello stesso modo in cui hanno giustamente portato in video la signora Patrizia D'Addario,la escrot che Silivo Berlusconi immagina abbia sedotto per la sua bellezza.

Matteo Corsini

Editore di Corsera.it



Leggi la notizia

Roma 10 Ottobre 2009 (Corsera.it) di Matteo Corsini

Le notorie vicende di Mitterand e di Berlusconi,ci indicano che i consociati,cittadini,diventano presto oggetto della concupiscenza dei loro Signori,degli uomini potenti,perchè dentro di loro il furore del potere somma agli istinti naturali,quelli devastanti della perversione,anche politica,che induce a mantenere il potere  aldilà di qualsiasi necessità oggettiva.Le loro prede sessuali sono l'estensione di questa materialità.C'è una domanda semplice che si deve rivolgere al Premier,perchè intende mantenere il potere,anche se la recrudescenza è quasi una sorta di maledizione per la sua esistenza? Come fa un uomo a vivere senza una vita privata? Come fa un uomo a vivere con le telecamere che filmano le sue prestazioni sessuali ove anche vi ....



Leggi la notizia

Roma 6 Ottobre 2009(Corsera.it)

Per gli abituè di Porto Ercole,il disastrato veliero Barbarossa,di Cesare Previti è sempre all'ancora ormeggiato  ad uno dei pontili delle cooperative.Fa bella mostra di sè,imponente e austero,ma piuttosto vecchiotto,malandato quasi,come una vecchia ciabatta al confronto dei velieri antichi,quelli veri,quelli che agitano le acque della sardegna.Quando esce dal porto rumoreggia,sfiora i 12 nodi,poi ogni tanto repentinamente torna indietro.L'Avvocatone ex Ministro della Difesa,non si vede mai,il vento dello sputtanamento della condanna definitiva per la vicenda della Mondadori lo perseguita come un fantasma,il quale peraltro coabita con lui nel Barbarossa.Quel veliero è come l'ultima effige di un'epoca sbiadita,destinata a ...



Leggi la notizia

Frosisone 12 Settembre 2009(Corsera.it)

Il Corriere della Sera pubblica oggi un articolo sulle furie di Silvio Berlusconi nei confronti del suo alleato Gianfranco Fini,che scalpita rinchiuso in un angolo,forse temendo che la sentenza della Consulta sul Lodo Alfano determinerà la fine della legislatura e forse anche lo sgretolamento del PDL.

"Gianfranco Fini da solo non andrebbe oltre il 4%,diverrebbe il leader di un partitino".

Ma forse il rischio adesso per Gianfranco Fini è di vedersi delegittimare insieme alla figura del Premier ormai corroso dagli scandali a sfondo sessuale che lo ....



Leggi la notizia

 Milano 7 settembre 2009(Corsera.it) di Matteo Corsini.

In un paese libero si deve poter fare quello che si vuole,in Italia la massoneria dei poteri forti,quelli illegittimi cerca di condizionare le sorti del paese e chi più chi meno si inchina e genuflette senza vergogna.Quando Ernesto Galli della Loggia critica Silvio Berlusconi nel suo articolo odierno " Due o tre cose su Premier e stampa " ,dimentica che l'enorme popolarità del Cavaliere di Arcore deriva dalla disfatta della sinistra e la sua incapacità di rinnovarsi e di annoverare tra le sue fila leaders capaci.La forza di Berlusconi è nell'invidia del prossimo,tanto maggiore questa fertilizza l'opposizione tanto lui ....



Leggi la notizia

Roma 6 settembre 2009(Corsera.it)

Diventa difficile il cammino della Chiesa Cattolica,ma anche in altre occasioni aveva trovato difficoltà,riuscendo a superare il guado.Ma questa volta le ripercussioni del caso Dino Boffo sembrano dilatare i guai pesanti già provocati dal fenomeno della pedofilia,sopratutto nel ramo americano.A puntare l'indice sulla disaffezione nei confronti della Chiesa cattolica è stato Monsignor Mariano Crociata segretario della....



Leggi la notizia

<< - Pagina 9 di 11    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ] - >>