Roma 9 Maggio 2010

Per vincere lo scudetto 2010 ,non bastava prendere a calci Mario Balotelli,oggi Francesco Totti ha preso a calci anche il Cagliari.Un segnale chiaro all'Inter e a Mourinho,che dovrà attendere l'ultimo istante della prossima gara per scampare alla rincorsa famelica dei Lupi romanisti.(Corsera.it)



Leggi la notizia

La Repubblica.Quando ha segnato il secondo dei suoi due gol al Cagliari - un rigore battuto di piatto destro non fortissimo ma secco e deciso  -  Francesco Totti si è piazzato in mezzo all'area col dito in bocca, il marchio dei suoi 14 gol in campionato. Lo scudetto all'Inter, per ora, lo ha strappato lui: i nerazzurri se lo erano già attaccato per metà. E' stato come se il famigerato Inter-Roma delle botte in campo e dei veleni fuori fosse proseguito sempre nello stesso stadio, nello stesso campo. Mercoledì scorso Totti ne era uscito dopo aver inseguito e preso a calci Balotelli  -  un fatto che è arrivato persino sul tavolo del presidente della Repubblica - ne è riuscito quattro giorni

Leggi la notizia

Roma 5 Maggio 2010

Coppa Italia vince l'Inter.Francesco Totti viene espulso per aver preso a calci Balotelli.Partita nervosa del capitato che non è mai riuscito ad entrare in partita,forse stizzito per non essere stato impiegato dal primo momento del Mister Claudio Ranieri.Prestazione superlativa dell'Inter,goal da campionissimo di Milito,che spazza la difesa avversaria e infila all'incrocio dei pali.



Leggi la notizia

Roma 5 Maggio 2010

L'Inter vince una Coppa Italia finita a calci e pugni tra i protagonisti .Francesco Totti prende a calci Mario Balotelli.La roma non riesce a sfondare,Claudio Ranieri parte con Toni,ma lascia in panchina Mexes e il Capitano.Supponenza di Vucinic che si lascia interdire in mezzo al campo,favorendo l'inserimento dell'Inter,che lancia Milito e si porta in vantaggio.Menez a pugni nello stomaco su Materazzi,si lascia incantare dal fuoriclasse argentino.



Leggi la notizia

Roma 5 Maggio 2010

La Roma ha perduto un'altra occasione e l'ha fatto nel modo peggiore,con il suo Capitano Francesco Totti che ha finito di prendere a calci  Mario Balotelli,mentre Menez durante la prtita ha preso a pugni Materazzi.Una partita tra gladiatori dentro un'arena difficile.Claudio Ranieri manda in campo Toni per alzare la squadra e tentare sul gioco aereo.L'intuizione è buona ma Francesco Totti soffre in panchina e inizia a covare odio e rabbia.Vucini si fa vincere dalla supponenza e molte volte perde palla a metà campo con la squadra salita in avanti.Accade anche durante il goal sorpresa di Milito che scavalca Perrotta e un sonnambulo Menez e spara dritto all'incrocio dei pali superando il portierone della roma Julio Sergio.



Leggi la notizia

 Roma 5 Maggio 2010

Francesco Totti con il ringhio da cane ammalato di rabbia ha inseguito per tutto il campo Mario Balotelli e lo ha preso a calci.Il Capitano della Roma impazzito,forse anche alla frustrazione di non essere partito dal primo minuto.Claudio Ranieri sbaglia formazione e manda in campo quel brocco di Toni,omone impacciato,senza alcun guizzo indispensabiloe per andare in rete.Anche Mexes in panchina per tutto il primo tempo.Supponenza di Vucinic che sbagli i dribbling e si fa mangiare la palla in mezzo al campo con la squadra alta.da una sua disattenzione parte l'azione vittoriosa dell'Inter che manda in area Milito che senza indugio spara una bordata all'incrocio dei pali che fulmina Julio Sergio.Una disgrazia cade in campo per la squadra capitolina che imbrigliata dalla rete di Mourinho non riesce a venire a capo della matassa .



Leggi la notizia

Roma 5 Aprile 2010

La Roma perde la Coppa Italia e Francesco Totti prende a calci nel sedere Mario Balotelli.Il capitano si prende una piccola rivincita,come Menez che durante l'intera partita ha fatto soffrire Materazzi,preso a pugni nello stomaco per ben due volte.Una finale dunque finita a calci e pugni,tra le squadre nervose,ma l'Inter sempre padrona del campo,a lunghi tratti superiore.Forse Claudio Ranieri sbaglia partita,mette Toni dal primo minuto,preferendo Vucini e Taddei a Mexes e Totti.La Roma prende un gol,anche per la supponenza di Vucinic che a centro campo tenta sempre il dribbling,lasciando spesso la squadra scoperta in avanti.

La storia della finale di questa Coppa Italia,parla da sola,la roma sapientemente ingabbiata non riesce a tessere la sua tela,i giocatori spompati e stressati dalla frustrazione non tengono il ritmo,quella rabbia necessaria per giocare fino in fondo.Vince l'Inter,meritatamente,Francesco Totti si prende la soddisfazione di prendere a calci Mario Balotelli,che riconquista la squadra,unisce il coro dei tifosi.Insomma,forse quel calcio è stato un vero regalo per il ragazzo giocatore di calcio più odiato e bravo del campionato di calcio Italiano.



Leggi la notizia

Roma 5 Maggio 2010

La Roma perde la Coppia Italia e Francesco Totti si prende la rivincita prendendo a calci nel culo Mario Balotelli.L'ha inseguito per il campo schiumando la bava come un cane randagio e l'ha colpito,sfogando la sua frustrazione di Capitano al tramonto,giocatore tenuto in panchina da un allenatore eterno secondo,che ancora una volta esce dal campo con il capo chino,un'ennesima batosta dal rivale di sempre Josè Mourinho,che si prende il suo primo Titulo della stagione.Fortuna e sfortuna.Una partita a tratti bella,fin quando la supponenza di Vucinic,non costringe la squadra a rientrare da metà campo,lasciando che Milito si incunei tra  Perrotta e Menez infilzando come un tordo Julio Sergio all'incrocio dei pali.



Leggi la notizia

 Roma 5 Maggio 2010

Più che una finale di Coppa Italia,quella a cui abbiamo assistito è stata una rissa,calci e pugni che si scono sprecati,con il duo protagonista Francesco Totti e Menez.Strapazzati Materazzi e Mario Balotelli.(Corsera.it)



Leggi la notizia

Roma 18 Aprile 2010 (Corsera.it)di Matteo Corsini

Oggi la Roma incontra la storia,una intera città corre nel mito eroico delle sue imprese,dei suoi condottieri ,dei suoi selvaggi gladiatori dell'arena.Oggi Claudio Ranieri incontra la storia,il Condottiero Supremo venuto dal nulla,l'uomo del destino,colui che giunge da ogni luogo,respira nella nebbia,e' drago e lucertola,scorpione e leone,lui a cui la storia ha regalato la vittoria più bella,quella contro il fato e il destino.Oggi Francesco Totti incontra la storia,la forza degli Dei,l'ancestrale vigore delle Legioni vittoriose degli eserciti romani.Oggi Daniele De Rossi incontra la storia,perchè le sue gesta si possano scolpire nei monumenti,lungo le strade,nei viottoli,sulle mura dei templi.Oggi Vucinic,incontra la storia,quel barbaro amico capace di inghiottire montagne,fiuli e laghi,il...



Leggi la notizia

Roma 11 Aprile 2010 (Corsera.it)

La rincorsa della Roma in questo campionato di calcio, che è riuscita a recuperare ben 14 punti all'avversaria Inter,ha quel sapore di impresa leggendaria,quando la storia fa parte del destino degli uomini.La storia chiama al suo appello un allenatore Claudio Ranieri,persona umile e semplice,capace,che le vicende umane avevano relegato ad eterno perdente.La storia chiama all'appello Francesco Totti,arte e maestria,che dovrà riempire ogni buca da qui alla fine del campionato.La storia chiama all'appello Pizarro,il giocoliere funambolico capace di inghiottire la palla allo sguardo degli avversari e riportarla in luce per l'assist perfetto.La storia chiama all'appello Daniele De Rossi,asse portante della squadra,magnifica preda...



Leggi la notizia

(Corriere della Sera) - Non ci sarà Juan, ci sarà il tridente. E ci sarà il pubblico delle grandi occasione, perché la Roma sente odore di sorpasso dopo il pareggio dell’Inter, ieri sera, a Firenze. La Roma aspetta l’Atalanta all’Olimpico, dove in questa stagione ha conquistato 40 punti su 48 a disposizione, e Claudio Ranieri fa i conti con una sola defezione, anche se importante. Juan  non è stato neppure convocato. Il brasiliano ha fatto allenamenti differenziati per tutta la settimana, a causa di un affaticamento muscolare. Non ci fosse il derby all’orizzonte, domenica 18 in posticipo alle 20,45, forse Juan sarebbe stato rischiato. Visti i problemi che ha avuto soprattutto con la gestione Spalletti  e dato che c’è a disposizione un giocatore come Philippe Mexés, non c’è alcun motivo per correre inutili rischi. Ranieri, sul punto, è molto chiaro: «Non c’è Juan, però entra un altro titolare.

Leggi la notizia

Roma 4 Aprile 2010 (Corsera.it)

Alle ultime rivelazioni di calciopoli,ci sarebbe ancora da inorridire,vengono riportati i colloqui tra l'ex designatore Bergamo e Giacinto Facchetti,all'epoca dirigente dell'Inter.

IL COLLOQUI - Secondo quanto rivela "La Stampa", il 9 gennaio 2005 - il giorno della partita tra Inter e Sampdoria, finita 3 a 2 per i nerazzurri - Facchetti telefona a Bergamo e gli dice: «Sto andando allo stadio, l'ho detto con i miei di avere con Bertini un certo tatto, una certa disponibilità. L'ho detto con i giocatori, con Mancini e gli altri». Bergamo: «Viene predisposto a fare una bella partita» (secondo la difesa il riferimento sarebbe all'arbitro Bertini). Successivamente l'ex designatore aggiunge: «È una sfida che vedrai la vinciamo insieme». E poi: «Vedrai che le cose andranno per il verso giusto, poi la squadra sta ricominciando ad avere fiducia, a fare i risultati. Fa morale...»



Leggi la notizia

Torino 21 Marzo 2010 (Corsera.it)

Mi domando cosa altro deve subire come umiliazioni la Juventus,per far svegliare i dirigenti caproni che si è presa.Questa Juventus francesizzata è una vera e propria cloaca,cominciando da Blanc che dovrebbe essere rispedito oltralpe a ruminare la sua tragedia,seguito a ruota da Zaccheroni,altro pollo preso nel canestro di una diligenza scossa ad ogni tratta di un maledetto viaggio.La Juventus dominatrice dei campionati di sempre,adesso ...



Leggi la notizia

<< - Pagina 9 di 14    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ] - >>