In caso di fallimento o di rinuncia alla ricapitalizzazione, le procedure previste dal 'burden sharing'comportano la conversione obbligatoria dei bond subordinati in azioni sia per gli investitori istituzionali che per i risparmiatori retail. E il Tesoro potrebbe intervenire successivamente per rimborsare la clientela retail.

CorSera.it .Il salvataggio del Monte dei paschi di Siena dipenderà dal suo aumento di capitale ,sia la conversione delle obbligazioni Tier 2 sia l'accelereted bookbuild.Secondo il Cristoph Schmidt ,uno dei 5 principali consiglieri economici della Angela Merkel,la banca senese dovrebbe essere salvata dai creditori e non dai contribuenti,questo per 



Leggi la notizia

OPS RCS CAIRO COMMUNICATION.Matteo Corsini Presidente del Corsera.it ha dichiarato " tanto affanno per niente il Corriere della Sera non esiste piu' divorato dal web,appartiene al passato e' giurassico e si capisce dal fatrto che la versione on line a pagamento non decolla .I giornali in Italia sono morti la gente non legge la rivoluzione del web e' una grande opportunita' per tutti ma adesso la concorrenza e' su internet e l'antico prestigio del giornale piu' blasonato d'Italia oggi e' un vecchio ricordo,una pagina incolore del tempo che fu." 

Leggi la notizia

Presidente Fca su Jovane, "no ragioni per cambiare ad" (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 28 nov - Diego Della Valle torna a criticare John Elkann sul tema di Rcs Mediagroup. 'Sono fuori dall'Italia e mi dicono che Jaki Elkann ha fatto ancora dichiarazioni sulla gestione di Rcs e su quello che la societa' dovrebbe fare in futuro - esordisce la nota diffusa dall'imprenditore marchigiano - Non capisco a che titolo parli, non avendo lui nessun incarico operativo nella gestione di Rcs. Qualcuno dovrebbe ricordargli che Rcs e' una societa' quotata in borsa, che ha un cda che la gestisce e che deve rispondere del suo operato al mercato e a moltissimi azionisti, alcuni dei quali rilevanti, che non mi risulta tra l'altro abbiano mai delegato Jaki Elkann a parlare per loro conto'

Leggi la notizia

La possibilità di un cambio ai vertici del quotidiano di via Solferino è stata ventilata oggi dal cdr del Corriere della Sera, che ha confermato una "forte tensione" tra direzione e azienda, ai giornalisti riuniti in assemblea. Durante l’incontro che è stato, a quanto si apprende, "velocissimo", il cdr ha comunicato all’assemblea il disaccordo tra l’amministratore delegato Pietro Scott Jovane e il direttore Ferruccio De Bortoli su diverse questioni, tra cui quella sui bonus agli alti dirigenti dell’azienda, fatto che, secondo un giornalista, "ha fatto precipitare la crisi". Nonostante le pressioni verso l'attuale direttore siano forti, per ora nulla si muove, anche perché un cambio al vertice del Corriere comporterebbe un passaggio dal cda del gruppo Rcs. De Bortoli non ha partecipato all'assemblea di redazione, pur essendo presente nella sede del giornale, a differenza dell'ultima assemblea, quella legata alla vicenda dei bonus per i dirigenti di Rcs, a cui il direttore aveva invece partecipato.

Leggi la notizia

Ho acquistato, con il Vs/ giornale, anche il primo libro della collana dei Twin Stories “ la rovina della casa degli Usher” di E.A. Poe e ho proceduto, dopo essermi registrato, a tentare di scaricare l’audiolibro con l’inserimento del codice riportato all’interno della copertina, ma il titolo del libro non risulta dall’elenco che si apre . Stesso risultato anche per il successivo libro. L’edicolante mi ha riferito che anche altri suoi clienti si erano trovati in tale situazione. Potreste per cortesia darmi chiarimenti. Dott. Enzo Cimmino

Leggi la notizia

Roma, 17 ott. - Disco verde in Aula, alla Camera, con 308 si' e 117 no alla riforma della disciplina della diffamazione a mezzo stampa. Tra i punti principali vi e' l'abolizione di sanzioni detentive per i giornalisti. Ora il testo passa all'esame del Senato .

Leggi la notizia

A questo punto, Rcs diventa di fatto contendibile (è stato svincolato circa il 60% del capitale) e proprio in questa direzione sembrano essersi mossi in questi giorni gli investitori che hanno comprato il titolo. Sebbene oggi l'azione abbia archiviato la seduta in calo del 4,52% a 1,604 euro (maglia nera a Piazza Affari), il saldo resta comunque positivo considerato il rally della scorsa settimana: nelle ultime sette sedute Rcs ha guadagnato infatti il 16,5%. Gli occhi del mercato ora sono tutti su Diego Della Valle, il patron della Tod's che ha più volte ripetuto in passato di essere interessato a salire nell'azionariato del gruppo editoriale.

Leggi la notizia

Milano, 14 ott. - Il Patto di sindacato di Rcs e' stato sciolto. Lo ha anticipato Francesco Merloni, presidente dell'accordo che vincola i grandi soci del gruppo. 'Liberi tutti', ha sottolineato . Cade il patto di sindacato dei soci RCS.Corriere della Sera travolto dai debiti e' finita l'epoca dei giornali di carta in Italia.Centinaia di licenziamenti previsti.Ormai si corre contro il tempo per salvare il salvabile.Corriere nel suo futuro soltanto la versione on line.

Leggi la notizia

Sta subendo una battuta d'arresto invece la vendita dell’immobile di via San Marco e via Solferino a Milano. In una lettera alla redazione il Cdr scrive: "mercoledì 2 ottobre abbiamo firmato la richiesta dello stato di crisi al ministero del Lavoro. Il documento recepisce tutti i termini dei nostri accordi. Lo stato di crisi partirà dal 1° novembre 2013. La parte sui prepensionamenti ex legge 416 (almeno 58 anni di età e almeno 18 di contributi) diventerà operativa se e quando il governo rifinanzierà la legge. L'azienda potrà contattare i colleghi che rientrano nei parametri (o i colleghi potranno contattare l’azienda) per colloqui preliminari, nei quali discutere le condizioni dell'eventuale prepensionamento. Non va preso alcun accordo scritto prima che i prepensionamenti vengano finanziati. Sarà applicabile da subito, invece, il capitolo che riguarda i pensionamenti ex articolo 33 del contratto nazionale (62 anni di età e almeno 35 anni di contributi). E sarà avviata la cassa integrazione che interesserà ciascun collega per un giorno nei prossimi due anni (fino al 30 ottobre 2015)". "Lunedì 30 settembre - continua la lettera -

Leggi la notizia

ROMA 26 MAGGIO 2013 CORSERA.IT

LA REPUBBLICA DI EZIO MAURO HA FATTO DI TUTTO PER OSCURARE MATTEO CORSINI E ROMA RISORGE.MAI DEDICATA UN'INTERVISTA O UNA FOTOGRAFIA DI UNO DEI 19 CANDIDATI SINDACI,EPPURE E' IL NIPOTE DI EUGENIO GRA,HA UN TRASCORSO DI IMPRENDITORE SIGNIFICATIVO,ALIEVO DI GIULIO TURCATO,FOTOGRAFO,ATTORE NEL FILM FRANCESCO DI LILIANA CAVANI,DINO RISI,PRODUTTORE.INSOMMA UNO DI CUI QUALSIASI GIORNALISTA POTREBBE SGUAZZARCI DENTRO TIRANDO FUORI LE NOTIZIE DELLA SUA VITA.LA REPUBBLICA.IT HA INVECE EFFETTUATO UNA INTERVISTA,UNICO TRA TUTTI I CANDIDATI SINDACO SENZA LA RIPRESA VIDEO,SOLTANTO UN'INTERVISTA AUDIO,INSERITA CON 12 GIORNI DI RITARDO RISPETTO A TUTTI GLI ALTRI CANDIDATI E BEN 4 GIORNI DOPO LA NOTIZIA DELLA RIAMMISSIONE ALLA COMPETIZIONE ELETTORALE.NESSUN RICHIAMO,UNICO VIDEO TRA I 19 REALIZZATI,NELA HOME PAGE DI LA REPUBBLICA.IT.MA MALGRADO TUTTE LE AVVERSITA',IL VIDEO SEMINASCOSTO E SENZA RIPRESA VIDEO E' PRIMO NELLA HIT PARARE DE LA REPUBBLICA.IT CON OLTRE 8000 VISUALIZZAZIONI,TRE VOLTE TANTO QUELLE REALIZZATE DAL VIDEO DI ALFIO MARCHINI,AD ESEMPIO.

PUBBLICHIAMO IL VIDEO DI LA REPUBBLICA.ACCEDENDO SUL SITO DE LA REPUBBLICA,SONO PUBBLICATI TUTTI GLI ALTRI VIDEO.UNA CURIOSITA',ANZI LA NOTIZIA CHE LA CENSURA ESISTE.



Leggi la notizia / Video

Roma 13 febbraio 2013 Corsera.it

Elezioni regione Lazio.Matteo Corsini MIR Moderati Italiani in Rivoluzione candidato Regione Lazio collegio di Roma.

IL MIO PERSONALE INVITO AI GIORNALISTI ITALIANI DISOCCUPATI A PARTECIPARE AL NOSTRO EVENTO MIR AL TEATRO ORIONE LUNEDI' 18 FEBBRAIO ALLE ORE 18.30.

Matteo Corsini dobbiamo salvare l'editoria dal crollo del mercato pubblicitario.Sono figlio di un giornalista e so che cosa significa essere figlio di un giornalista disoccupato e' ben diveso,dal figlio di un gestore di un banco del  mercato rionale.A cena sul tavolo del giornalista disoccupato arrivano soltanto patate e cipolle bollite.Sono vicino ai giornalisti italiani.Sono il figlio di un giornalista disoccupato da sempre.Ho conosciuto come il potere impedisce ai giornalisti liberi di lavorare,ho conosciuto da adolescente le piaghe di quella frusta,che si chiama disoccupazione,sulla mia schiena.Alla Regione Lazio costituiremo un fondo per i figli dei giornalisti disoccupati.Gli accordi con Google,dovranno prevede il rimborso del copyrigth,ai giornali,ma sopratutto agli autori.

Dalla Regione Lazio troveremo i fondi per salvare la carta stampata dal suo declino.Ma saranno fondi destinati ai giornalisti liberi e indipendenti.I giornali passeranno ai giornalisti.Basta con gli editori del cemento e i palazzinari da strapazzo.

Noi editori consideriamo la tutela della libertà di stampa e la diffusione delle notizie una funzione pubblica e insieme un'attività d'impresa che va salvata, perché essenziale alla vita democratica del Paese». Più chiaro e diretto di così non poteva essere l'inizio della lettera aperta che la Fieg, la Federazione degli editori italiani, "invia" al Parlamento e al futuro Governo che usciranno dalla tornata elettorale del 24-25 febbraio. Parole che vogliono chiarire il ruolo, importantissimo per la società, ma anche tutta la consapevolezza del difficile momento che la stampa italiana sta attraversando. I numeri sono una cartina di tornasole impietosa. Fra quotidiano e periodici ci sono oltre 1,1 miliardi di euro di investimenti pubblicitari andati in fumo nel confronto fra 2008 e 2012. Le ultime stime della Fieg, ferme a settembre e su un campione di 50 testate, indicano poi un decremento dei ricavi da vendita del 4 per cento. I dati Audipress e Ads – con un calo dei lettori della stampa quotidiana del 5,1% nel terzo trimestre del 2012 e segni meno diffusi un po' dappertutto, tranne qualche eccezione, nelle vendite a di Andrea Biondi - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/AbeiQ



Leggi la notizia

ROMA 31 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT

PUBBLICO CHIUDE,IL QUOTIDIANO FONDATO DI LUCA TELESE,SI SPEGNE DOPO 100 GIORNI DI ATTIVITA'.UNA SCOMMESSA FINITA MALE CON TIRATURA LIMITATISSIMA,MENO DI 400 COPIE AL GIORNO.UNA DEBACLE,UN INSUCCESSO DEVASTANTE PER IL GIORNALISTA CHE APPARE IN MOLTI TALK-SHOW TELEVISIVI E CHE FORSE NON E' RIUSCITO AD ATTIRARE L'ATTENZIONE SU DI SE'.D'ALTRONDE IL MESTIERE DEL GIORNALISMO IN ITALIA E' SEMPRE PIU' DIFFICILE E LA SCOMMESSA DI PUNTARE SU UN QUOTIDIANO DI CARTA,IN UN MOMENTO IN CUI NESSUNO PIU' LEGGE IN ITALIA,ERA DESTINATA AL FALLIMENTO.PER I PIU' TENACI IL MONDO DEL WEB RIMANE L'UNICA VERA ALTERNATIVA,MA CAPIRE LA LOGICA DEL GIORNALISMO ON LINE,E' ANCORA UNA COSA OSCURA PER MOLTI.

NOI DEL CORSERA NON POSSIAMO FARE ALTRO .



Leggi la notizia

ROMA 26 DICEMBRE 2012 CORSERA MAGAZINE L'ORIGINALE.

SCRIVI A REDAZIONE@CORSERA.IT

CONTINUA LA SFIDA SUL WEB TRA RCS CORRIERE DELLA SERA E CORSERA.SUI SITI CORSERA APPARE SEMPRE LA PUBBLICITA' DEL CORRIERE DELLA SERA." NON  CI LASCIANO IN PACE QUELLI DI VIA SOLFERINO" AFFERMA CORSINI EDITORE DEL CORSERA.IT."E' UNA VERA E PROPRIA AGGRESSIONE AL TAG CORSERA,COME PAROLA CHIAVE,LA PIU' INTERESSANTE NEL PANORAMA DELLE NEWS ON LINE."

CARO DIEGO DELLA VALLE GIU' LE MANI DAL CORSERA MAGAZINE I 3 MILIONI DI UTENTI UNICI SONO UN PATRIMONIO INCOMMENSURABILE CONQUISTATO GIORNO DOPO GIORNO.

RCS CORRIERE DELLA SERA VS CORSERA.CONTINUA LA BATTAGLIA SUL WEB TRA L'IMMOBILIARISTA ROMANO MATTEO CORSINI E I NUOVI SOCI DEL CORRIERE DELLA SERA...



Leggi la notizia

MILANO 18 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

EDITORIA CARTA STAMPATA FLOP,COME SI SUPERA LA CRISI,QUANDO LA TECNOLOGIA UCCIDE I DINOSAURI.

IN REALTA' LA CRISI DEI GIORNALI COMINCIA CON L'AVVENTO DELLA TELEVISIONE COMMERCIALE DI SILVIO BERLUSCONI.E' LUI IL VERO COLPEVOLE DELLA MORTE DEI GIORNALI.MA IL CAVALIERE DI ARCORE LO HA SEMPE DETTO,LE MASSAIE,QUELLE CHE VANNO A FARE LA ...



Leggi la notizia