I motivi di nominare alla FIGC un commissario ad acta con poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione per deliberazione del presidente del CONI, si rilevano dall’art.3, comma 1, lettera b, dello statuto federale. Sono definite le funzioni e gli obiettivi della Federcalcio con riferimento alla “gestione tecnico-organizzativa ed economica delle squadre nazionali”. La giurisprudenza amministrativa attribuisce alla FIGC, soggetto giuridico di diritto privato, natura pubblica che trae dal riconoscimento del CONI Ente di diritto pubblico. Lo Stato eroga finanziamenti ordinari e straordinari alla Federazione tramite il CONI. Si rileva una coincidenza tra le finalità istitutive dell’Ente pubblico e quelle della FIGC. E’ evidente l’aspetto sociale perseguito da entrambi i soggetti e in particolare dallo Stato che spende denaro della collettività. La squadra nazionale di calcio rappresenta lo sport italiano ai più alti livelli competitivi internazionali in particolare il campionato del mondo. Mancare la partecipazione è uno smacco per lo Stato, per il CONI, per l’intera collettività non soltanto sportiva. La responsabilità dell’evento di preminente interesse sportivo e di rilevanza sociale ricadono sul presidente della Federazione e sul Consiglio di amministrazione che hanno condiviso per un quadriennio la gestione della nazionale di calcio.

Il CONI ha il dovere, dettatogli dalla legge istitutiva, di intervenire commissariando la Federcalcio

Renato Corsini



Leggi la notizia

La Juventus non vuole mollare e il suo futuro parte dalla difesa,così come per la finale di Cardif .A Torino sanno che soltanto la squadra dotata di una difesa insuperabile potrà continuare ad aggiundicarsi i trofei più importanti del circuito calcistico internazionale.Ormai sembra fatta tra la Juventus e il giovanissimo portiere Gianluigi Donnarumma .Il giovane portiere non sembra intenzionato a rimanere al Milan,la sua più grande occasione è arrivata al momento giusto.Dopo Gigi Buffon sarà lui il nuovo portierone della Juventus e della Nazionale italiana.Un altro numero 1 nel mondo del calcio che potrà continuare la tradizione italiana dei portieri più forti del mondo da Dino Zoff a Gigi Buffon .(CorSera.it) 

 

I rapporti tra il Milan e Gianluigi Donnarumma, portiere classe 1999 della nostra nazionale, si starebbero inasprendo: secondo quanto riportato dai colleghi del "Corriere della Sera", infatti, il club rossonero avrebbe deciso di usare il "pugno di ferro" con il giocatore, seguito da Juventus e Manchester City in primis, mettendolo davanti ad una scelta, che prevede il rinnovo del contratto, in scadenza nel giugno del 2018, o un anno in tribuna. Il Milan, infatti, non sembrerebbe intenzionato a cedere Donnarumma in estate, tenendolo in rosa a prescindere dalla sua decisione. 

 
 


Leggi la notizia

Cinque gol, prima vittoria in A sul campo dopo 43 giornate ed entusiasmo, almeno per un po', ritrovato. on il pokerissimo rifilato al Genoa, il ritorno di Zeman sulla panchina del Pescara si è trasformato in un trionfo, ma il boemo non vuole prendersi eccessivi meriti. "Posso solo ringraziare i ragazzi perché in due giorni non abbiamo fatto molto ma hanno fatto vedere che se si impegnano e se rimangono concentrati possiamo fare bene: abbiamo rotto l’incantesimo - esordisce il nuovo allenatore abruzzese a Premium Sport -. Il mio merito sui gol? Quello su calcio d’angolo l'abbiamo provato una volta sola... Erano anni che lo provavo e non avevamo mai segnato(Fonte La Gazzetta dello Sport )

Leggi la notizia

CorSera.it

Questa mattina la Gazzetta dello Sport riporta la notizia dell'offerta stellare che lo Shanghai Sipg avrebbe effettuato al calciatore Axel Witsel.Offerta che fa il paio, con quella indirizzata alcune ore orsono, a Ronaldo pari a circa 100 milioni di euro a stagione,nonchè 300 milioni al Real Madrid.



Leggi la notizia

Dopo la vittoria contro lo Sparta Praga in Europa League, inutile ai fini della qualificazione, l'Inter è pronta a scendere di nuovo in campo. Ed è pronta a farlo nel fortino San Siro. Contro il Genoa, come analizza Luca Taidelli nell'edizione odierna della Gazzetta dello Sport,

Leggi la notizia

Europa League.L'Inter esce di scena a testa bassa,dopo l'ennesima sconfitta.Un leone ferito,ma che pur sempre rimane un leone,una leggenda del calcio italiano ed europeo.Mai come questa volta la sconfitta brucia,perche' il sogno era quello di recuperare in Europa,cio' che oggi sembra gia' compromesso nel campionato italiano.Ma questo e' il destino degli eroi,di chi perde fino a straziarsi la pelle dal dolore,come gli spartani alle Termopili.Un anno dannato per l'Inter che ha abbandonato il suo condottiero di sempre Roberto Mancini .Adesso leggimao che l'intenzione del patron cinese Suning sarebbe quella di cedere gli eroi della battaglia contro l'Hapoel Beer Sheva giocatori del calibro di Felipe Melo,Jovetic,Santron,Biabiany e Gabigol.Ma tutto questo sarebbe un errore,perche' questi eroi feriti potrebbero dare il 100% in campionato e regalare molte soddisfazioni ai tifosi e alla proprieta'.(CorSera.it)

Leggi la notizia

All'inizio del secondo tempo non cambia il canovaccio tattico e Mauro Icardi sfiora la sua doppietta personale con una botta di destro, da posizione angolata, che scheggia la traversa. Da questo momento in poi gli uomini di Stefano Pioli crollano, mentalmente e fisicamente. Arriva la rete che accorcia le distanze per l'Hapoel al 58' di gioco. Cross insidioso dalla destra, i due difensori centrali non seguono ancora una volta l'attaccante, e Maranhao punisce un incolpevole Handanovic da pochi passi. L'Inter è scomparsa dal campo. 

Leggi la notizia

Champions League Edin Dzeko adesso vale 140 milioni e il Real Madrid ha gia' avanzato le zampe per assicurarsi il bomber bosniaco.In questo momento in Europa non c'e' nessuno come lui e i grandi club hanno fame di un bomber che abbia le stesse caratteristiche di Cristiano Ronaldo.Per la Roma potrebbe essere un occasione per rinforzare lo squadrone diretto da Luciano Spalletti.A Giugno del 2017 la Roma potrebbe diventare la stella che tutti i tifosi attendono per vincere campionato e Champions League.

Leggi la notizia

 Il post di scuse su Instagram non è bastato a Mauro Icardi, bersaglio della rabbia della tifoseria interista a seguito di quanto scritto sul suo libro, "Sempre avanti", riguardo alla lite con gli ultrà in occasione di Sassuolo-Inter del febbraio 2015. Stando alla ricostruzione del numero 9 nerazzurro, un capo-tifoso avrebbe tolto a un bambino la maglia che l'attaccante gli avrebbe regalato, vedendosela poi rilanciata in faccia. Questo racconto è stato totalmente smentito dalla Curva Nord, che prima ha emesso un comunicato chiedendo che venisse tolta all'argentino la fascia da capitano, poi s'è fatta sentire in tutt'altri prima e durante la gara di campionato contro il Cagliari.

Leggi la notizia

Trent'anni fa ho acquistato il Milan per amore. Lo cedo per un atto d'amore ancora più grande: affido la squadra ad un gruppo che ha le risorse necessarie e la volontà di investirle per riportare il Milan a competere con i maggiori club internazionali.
 


Leggi la notizia

Dal mercato alle strategie, dal rafforzamento alla filosofia degli acquisti: tecnico e proprietà cinese non hanno mai iniziato a piacersi. I legali hanno già discusso i termini per la separazione: prenderà tra i 2,5 e i 3,5 milioni

Leggi la notizia

E' il giorno di Paul Pogba. L'ennesimo (da quanto se ne parla?), probabilmente quello definitivo: nel senso del passaggio ufficiale alManchester United. Oggi, dunque: Pogba, ora di pranzo, è arrivato al centro allenamentodello United per completare il rito delle visite mediche alla cui idoneità è legata la ratifica del contratto. Un passo formale, prima dell'annuncio che è previsto entro il tardo pomeriggio di oggi.
 

Leggi la notizia

Il Milan è stato venduto ai cinesi, finisce l’era di Silvio Berlusconi. L’uomo forte (ma non esiste un unico proprietario perché ad acquisire il club è un fondo con diversi investitori) ora è Yonghong Li, che aveva avviato i primi contatti ben due anni fa. Lo conferma Fininvest in un comunicato. Yonghong Li è il presidente della società acquirente, dentro la quale ci sono vari investitori, tra cui lo stesso Li. Han Li è invece l’amministratore delegato che ha firmato materialmente il contratto.

Leggi la notizia

Il giorno dopo le dichiarazioni pungenti di Gonzalo Higuain durante la sua conferenza stampa di presentazione alla Juve, arriva la risposta del presidente Aurelio De Laurentiis: «Questo popolo lo si può tradire se non si ha vergogna, ma non prendere per il culo». Questo uno stralcio della lettera che il patron azzurro, ha pubblicato sul sito del club.  

 

«Cercare di spiegare che il suo passaggio nella nuova famiglia sia colpa mia, è mancare di rispetto ai napoletani. Se Higuain avesse letto la storia di Napoli, scoprirebbe che questa città è stata l’unica a liberarsi da sola dai nazisti, prima ancora dell’arrivo degli americani, che trovarono la città già liberata quando vi entrarono» dice il patron azzurro. 

 

ATTACCO AL FRATELLO PROCURATORE  

«Non ha una certa vergogna il suo procuratore quando dice che la squadra nella quale giocava, che lo ha messo nella condizione di segnare 38 gol, non era all’altezza?». Così De Laurentiis a Nicolas Higuain, fratello e manager dell’attaccante argentino, che aveva nelle scorse settimane annunciato la volontà del Pipita di lasciare Napoli. 

 

«Non ha vergogna di dire, in pratica - spiega il patron azzurro - che i compagni di Gonzalo erano scarsi, visto che il Napoli è stata la squadra che ha avuto il maggior numero di occasioni da gol in Italia, condizione fondamentale per consentire a un attaccante di segnare molti gol?». 

 

Nella sua lunga risposta alle dichiarazioni di ieri del neo calciatore juventino, il presidente del Napoli, cita anche il ricorso contro la squalifica dopo il match con l’Udinese dello scorso campionato. «Abbiamo trascorso molto tempo insieme, anche recentemente, ad esempio un’intera giornata alla Commissione Disciplinare di Roma non più tardi del 15 aprile scorso, per cercare di rimediare alla squalifica di 4 giornate che aveva avuto nel pieno della lotta scudetto. Vi assicuro che quel giorno Gonzalo era molto sereno e non mostrava alcuna insofferenza nei miei confronti, come possono testimoniare le persone che erano con noi», spiega De Laurentiis.  

 



Leggi la notizia

Fortissima accelerata nella trattativa tra Higuain e la Juventus: secondo quanto riporta Sky Sport, ieri il Pipita ha effettuato le visite mediche a Madrid, in gran segreto, sigillando poi l'accordo con la Juventus per un quadriennale da 7,5 milioni netti a stagione. La società bianconera, a questo punto, è pronta a pagare la clausola da 94,7 milioni per liberarlo dal Napoli.
 
VISITE A MADRID — Il classico fulmine a ciel sereno: la Juventus aveva organizzato tutto da giorni, in gran segreto, senza far trapelare alcuna indiscrezione. Higuain ha così svolto le visite mediche nella serata di ieri a Madrid, location scelta per un motivo molto semplice: nella capitale spagnola si trovava già il fratello-agente Nicolas per trascorrere le vacanze. A lui la Juventus ha mostrato il contratto (4 anni con ingaggio da 7,5 milioni a stagione) sul quale il Pipita apporrà la propria firma, sancendo in maniera definitiva il suo divorzio da Napoli e dal Napoli.


Leggi la notizia

Pagina 1 di 14    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ] - >>