Torino 22 Aprile 2018 CorSera.it

La Juventus è vicina ad agguantare il settimo scudetto consecutivo della sua storia, ma Allegri ha gettato al cesso la Champions contro il real Madrid. A poco vale questo scudetto, credetemi, quando la regina del calcio italiana, si fa gettare fuori dalla terza in classifica della Liga spagnola e un certo di Francesco conquista Barcellona, con un manipolo di eroi , più che calciatori . Massimiliano Allegri ha concluso il suo ciclo alla Juventus, che ha bisogno di conquistare una Champions per tornare ad essre la regina d'Europa e non la prima della classe di una scuola della periferia italiana. CorSera. it 

Il Corriere della Sera apre le sue pagine sportive titolando: "Attacco a Fort Juve". Allegri: «Non sono geloso se si parla di Sarrismo, io guardo i libri dei record». Partita scudetto. Napoli a Torino per dare forza alsuo sogno tricolore e interrompere il dominio bianconero. Paolo Tomaselli spiega: "Massimiliano Allegri ha l’aria di non poterne più. Di Sarri, del suo Napoli, del Sarrismo eletto a condizione dello spirito. E stasera è pronto a respingere l’ultimo assalto alla diligenza tricolore, per riprendere la corsa verso il settimo scudetto di fila. Questo Juventus-Napoli è quasi un inedito, perché mai i bianconeri nel loro settennato di grazia avevano dovuto giocare uno scontro diretto, con il campionato ancora aperto, così a ridosso della fine del torneo: un vero e proprio spareggio, che non vale solo la supremazia in classifica, ma anche quella «ideologica» (...)".



Leggi la notizia

Torino 4 Aprile 2018 Juve real Madrid. CR7 Ronaldo schianta i bianconeri con due goals da paura, una prima zampata in area di rigore  e una rovescita da guiness dei primati. Ma è Massimiliano Allegri che ha perso questa partita, giocata benissimo dalla Juventus, che dopo il primo schiaffo a freddo, ha reagito bene, facendo emergere le doti tecniche superiori di moltissimi dei suoi giocatori. Il Real Madrid ha giocato di rimessa costante, perchè i pallegiatori della Juventus avevano impresso alla partita, una trama efficace, pulita e per molti versi indecifrabile ai blancos . Massimiliano Allegri ha sbagliato a non disporre la squadra a  uomo su Ronaldo, che infatti sul primo goal viene lasciato solo, malgrado vi fossero quattro difensori in linea. Alexandro, anzichè intervenire sul fuoriclasse portoghese, tagliandogli la traiettoria dell'assist (moviento in avanti e a sinitra ) , è sfilato accanto a Ronaldo e ha preferito allinearsi con gli altri tre difensori, rimanendo alle spalle del fulcro del gioco.

 



Leggi la notizia

Il Corriere della Sera di questa mattina apre in prima pagina con le esclusioni eccellenti in vista del prossimo Mondiale da parte del ct dell'Argentina Jorge Sampaoli: "Al Mondiale non vedremo i fuoriclasse Dybala e Icardi". Il selezionatore della Nazionale sudamericana ha già annunciato queste esclusioni alla vigilia della gara di stasera contro l'Italia, prima sfida per gli azzurri dopo la mancata qualificazione alla Coppa del Mondo in Russia.



Leggi la notizia

Il Cda del Milan del 13 marzo ha deliberato un nuovo aumento di capitale da 37,44 milioni di euro che servirà al club di via Aldo Rossi per la stagione 2017-2018. Come è successo anche le altre volte, Yonghong Li non dovrà versare questa cifra in un’unica soluzione, ma in più tranche e la prima da 10 milioni dovrà essere versata entro oggi.

CI PENSA MR.LI - A riferirlo è l’edizione odierna del Corriere della Sera, che spiega però che, a termine di legge, “il diritto di opzione dell’azionista di maggioranza per la sottoscrizione delle azioni Milan può essere esercitato entro 15 giorni, pertanto sino al 4 aprile”. Il resto dei soldi dovrà invece essere versato entro il 30 giugno. Il fondo americano Elliott ha dato già da qualche giorno la sua disponibilità a prestare altri 35 milioni di euro, ma da quello che filtra sarà anche questa volta la Rossoneri Sport di Mr.Li a versare questi primi dieci milioni di euro.

DUE SCENARI - Nonostante le difficoltà e qualche piccolo ritardo, il proprietario e presidente milanista ha sempre rispettato i suoi impegni e ha pagato tutto quello che c’era da pagare. Yonghong Li non ha nessuna intenzione di mollare: se dovesse riuscire a garantire questi altri dieci milioni, il numero uno di via Aldo Rossi resterebbe infatti al suo posto e il tema centrale tornerebbe ad essere il rifinanziamento del debito con Elliott. Se così non fosse, allora  aumenterebbero le possibilità che il fondo possa prendersi il club. Insomma, la telenovela sulle vicende societarie del Milan si arricchisce ogni giorno di nuove puntate e i prossimi giorni potrebbero essere decisivi per il futuro del club rossonero.



Leggi la notizia

L’orgoglio del Diavolo non è stato sufficiente, ieri sera, per uscire dall’Emirates con un’impresa memorabile . A qualificarsi ai quarti di Europa League è stato infatti l’Arsenal, che, dopo lo 0-2 di San Siro, ha vinto anche ieri in casa per 3-1. Il risultato non rispecchia però quello che si è visto in campo, con i rossoneri che hanno giocato una bella partita e sono stati affondati prima da un rigore inesistente che è stato concesso ai Gunners poco dopo il gol del vantaggio milanista di Calhanoglu e poi da un errore di Donnarumma in occasione del 2-1 di Xhaka.



Leggi la notizia

Londra 15 Marzo 2018

Il Diavolo esce di scena, ma probabilmente Arsenal Milan, ha regalato all'Italia il suo nuovo grande allenatore della Nazionale di calcio.

Un rigore fantasma e una papera di Donnarumma condannano i rossoneri all'eliminazione dall'Europa League. Non c'e' stato nulla da fare per il Milan di Gattuso che non è riuscito a ribaltare il pesante risultato dell'andata a San Siro. Ma la papera di Donnarumma è clamorosa, proprio alla vigilia dal suo congedo dalla squadra milanese. Donnarumma è come si fosse chiamato fuori, già pensava al suo nuovo contratto da 8 milioni di euro annui netti a stagione. Insomma il Diavolo per unma volta è rimasto beffato dalla malasorte e da un arbitraggio indegno di una partita di livello internazionale. Risultato amaro, ineludibile come il destino. Ma vedere Gattuso sulla linea dell'out, urlare e sbracciare verso i compagni di squadra, solleva ogni volta il morale : ogni volta che il Milan scende in campo è come assistere alla finale del Campionato del Mondo, e per tutti noi italiani e come rivedere la Coppa del Mondo, rialzarsi verso il cielo ancora una e migliaia di volte, abbracciata da trutti i nostri grandi campioni del calcio italiano.

Grazie Rino, tu sei il grande spettacolo del calcio italiano, a te dovrebbe andare per merito la guida della Nazionale Italiana, a te consegnate le chiavi della grande casa Italia, del nostro cuore, che hai stregato da sempre.

 Io tifo per te .

 

 



Leggi la notizia

Milena Gabbanelli e Mario Gerevini, per il ‘Corriere della Sera’, hanno pubblicato questa mattina un’indagine sulla provenienza dei fondi per l’operazione che, lo scorso 13 aprile 2017, ha visto passare il Milan dalla Fininvest alla Rossoneri Sport Investments Luxembourg, società controllata dall’attuale proprietario e Presidente del club meneghino, Yonghong Li e suoi guai finanziari che l’imprenditore cinese, definito “oscuro finanziere”, starebbe passando.

 

Questa mattina, Yonghong Li tornerà in patria e quindi non resterà in Italia per assistere dal vivo al match di giovedì contro l’Arsenal, valido per l’andata degli ottavi di Europa League. Il presidente milanista, arrivato a Milano nei giorni scorsi per il derby poi rinviato a causa della scomparsa improvvisa di Davide Astori, è stato anche ieri a Milanello, dove ha visto l’allenamento della squadra di Gattuso in compagnia della sua famiglia e di Han Li.

NOVITA’ - Come riporta il Corriere della Sera in edicola questa mattina, nelle scorse ore Yonghong Li è stato aggiornato dall’ad Marco Fassone sul piano di rifinanziamento del debito contratto con il fondo Elliott, che va rimborsato entro ottobre 2018: si sa che il mandato è stato dato a Merrill Lynch, la quale deve cercare nuovi investitori sul mercato, ma la novità delle ultime ore è che la nota banca d’affari non si occuperà solo del debito contratto dal club milanista (123 milioni), ma anche di quello della holding del proprietario (180 milioni). L’idea è quella di scorporare il debito, trovando una decina di investitori (piuttosto che un unico fondo), che potrebbero essere allettati da interessi, per quanto riguarda la holding, a doppia cifra.

INCONTRO CON L’UEFA - La speranza in via Aldo Rossi è di risolvere questa questione il prima possibile, o comunque prima dell’incontro con l’Uefa per il settlement agreement, in programma probabilmente a fine marzo. Il rifinanziamento del debito con Elliott resta lo snodo più importante per il futuro del Milan e per questo motivo sarà fondamentale trovare una soluzione nel più breve tempe possibile.

“La cassaforte che ha comprato il Milan era già vuota”, si può leggere nel servizio. Secondo quanto rilevato dal ‘CorSera’, Yonghong Li sarebbe titolare di una holding insolvente, le banche creditrici gli avrebbero fatto causa e il Tribunale avrebbe stabilito che, per saldare i debiti, il patrimonio della holding debba andare all’asta. Il patrimonio di Yonghong Li sarebbe finito all’asta su Taobao, l’equivalente cinese di eBay.



Leggi la notizia

MILAN NEWS – Mentre il Milanprepara sul campo la risalita in classifica a partire dalla gara di oggi contro ilCagliari, la società rossonera è sempre al lavoro per le questioni finanziarie più impellenti.

La priorità per Marco Fassone e compagnia al momento è quella di trovare un fondo o un istituto bancario che sia interessato a rifinanziare il debito che il Milan e la holding Rossoneri Lux hanno accumulato con l’hedge-fund statunitense Elliott Management. Com’è ormai noto il club entro l’autunno prossimo dovrà rimborsare circa 303 milioni di euro più gli interessi maturati in questi mesi per non rischiare che Elliott si prenda carico delle quote di maggioranza del Milan ‘strappandole’ dalle mani della proprietà cinese.

Sponsor by CORSINI REAL ESTATE corsinicase@gmail.com 

immobiliare di prestigio a Milano Roma Bologna Venezia per negozi palazzi residenze di lusso



Leggi la notizia

Roma  21 Gennaio 2018 by Matteo Corsini

Questa notte all'Olimpico il big match tra Roma e Inter ,il momento in cui si divide il campionato per le due grandi squadre.Questa sera non ci saranno mezze misura ,o si perde o si vince, per tenersi aggrappati alla vetta della classifica. Luciano Spalletti se la gioca in casa,nel suo Olimpico ancora nel cuore.Per Per Spalletti è una questione di cuore, per l’Inter di testa. Finita la sosta si riparte con un big match tra due squadre ferite. Tra nerazzurri e giallorossi è una questione di Champions, una partita-spareggio nonostante Spalletti suggerisca il contrario. Chi perde sprofonda, soprattutto a livello psicologico. L’ Inter non vince da cinque turni e la Roma non sta meglio perché ha battuto soltanto ilCagliari. Entrambe hanno l’attacco tappato e non riescono a far defluire il gioco: appena due reti in 690’ (contando anche la Coppa Italia) i nerazzurri, la squadra di Di Francesco ne ha fatte 3 nelle ultime cinque uscite. Numeri di un’involuzione simile, tamponata in casa Inter da un terzo posto mantenuto nonostante la frenata. Il mercato dovrebbe aver riconsegnato serenità a Spalletti, che ha già abbracciato il difensore Lisandro Lopez, mentre oggi arriverà a Milano il centrocampista Rafinha. «Bisognerà aspettarlo un poco», analizza il tecnico, ma l’acquisto promette bene.

sponsored by Corsini real estate corsinicase@gmail.com 



Leggi la notizia

Milano 21 Gennaio 2018 Silvio Berlusconi è sugli scudi,quasi non sta più nella pelle dall'adrenalina per questa nuova tornata elettorale.Nel corso di un incontro con alcuni giornalisti,il presidente di Forza Italia si è lasciato scappare una dichiarazione : " Se vinco le elezioni ricompro il Milan e vinco il Campionato " .L'ex presidente del Milan sembrava euforico " Con Rino Gattuso alla guida andremo sempre meglio pronti per ripartire per il campionato 2018/2019 "  E ad un cronista che gli chiedeva " come farà a reperire le risorse finanziarie " il Cavaliere ha replicato : "Vinceremo le elezioni e troveremo il modo per aiutare le squadre di calcio a tornare nelle mani degli imprenditori italiani. " 

 



Leggi la notizia

Se il difensore Van Dijk si trasferisce al Liverpool per 85 milioni e Coutinho vale 160 allora Mauro Icardi può essere ceduto per 110? Tale è l’entità della clausola a cui pensa con cupidigia il rastrellatore di attaccanti Florentino Perez per il Real Madrid. Secondo il Corriere della Sera, è ovvio perciò che pure i nerazzurri — che ieri hanno accolto Lisandro Lopez e in settimana stringeranno per Ramires— aspettino di incontrare presto il sig. Nara per inserire una cifra liberatoria più alta nel nuovo contratto.

 

 

 



Leggi la notizia

I motivi di nominare alla FIGC un commissario ad acta con poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione per deliberazione del presidente del CONI, si rilevano dall’art.3, comma 1, lettera b, dello statuto federale. Sono definite le funzioni e gli obiettivi della Federcalcio con riferimento alla “gestione tecnico-organizzativa ed economica delle squadre nazionali”. La giurisprudenza amministrativa attribuisce alla FIGC, soggetto giuridico di diritto privato, natura pubblica che trae dal riconoscimento del CONI Ente di diritto pubblico. Lo Stato eroga finanziamenti ordinari e straordinari alla Federazione tramite il CONI. Si rileva una coincidenza tra le finalità istitutive dell’Ente pubblico e quelle della FIGC. E’ evidente l’aspetto sociale perseguito da entrambi i soggetti e in particolare dallo Stato che spende denaro della collettività. La squadra nazionale di calcio rappresenta lo sport italiano ai più alti livelli competitivi internazionali in particolare il campionato del mondo. Mancare la partecipazione è uno smacco per lo Stato, per il CONI, per l’intera collettività non soltanto sportiva. La responsabilità dell’evento di preminente interesse sportivo e di rilevanza sociale ricadono sul presidente della Federazione e sul Consiglio di amministrazione che hanno condiviso per un quadriennio la gestione della nazionale di calcio.

Il CONI ha il dovere, dettatogli dalla legge istitutiva, di intervenire commissariando la Federcalcio

Renato Corsini



Leggi la notizia

La Juventus non vuole mollare e il suo futuro parte dalla difesa,così come per la finale di Cardif .A Torino sanno che soltanto la squadra dotata di una difesa insuperabile potrà continuare ad aggiundicarsi i trofei più importanti del circuito calcistico internazionale.Ormai sembra fatta tra la Juventus e il giovanissimo portiere Gianluigi Donnarumma .Il giovane portiere non sembra intenzionato a rimanere al Milan,la sua più grande occasione è arrivata al momento giusto.Dopo Gigi Buffon sarà lui il nuovo portierone della Juventus e della Nazionale italiana.Un altro numero 1 nel mondo del calcio che potrà continuare la tradizione italiana dei portieri più forti del mondo da Dino Zoff a Gigi Buffon .(CorSera.it) 

 

I rapporti tra il Milan e Gianluigi Donnarumma, portiere classe 1999 della nostra nazionale, si starebbero inasprendo: secondo quanto riportato dai colleghi del "Corriere della Sera", infatti, il club rossonero avrebbe deciso di usare il "pugno di ferro" con il giocatore, seguito da Juventus e Manchester City in primis, mettendolo davanti ad una scelta, che prevede il rinnovo del contratto, in scadenza nel giugno del 2018, o un anno in tribuna. Il Milan, infatti, non sembrerebbe intenzionato a cedere Donnarumma in estate, tenendolo in rosa a prescindere dalla sua decisione. 

 
 


Leggi la notizia

Cinque gol, prima vittoria in A sul campo dopo 43 giornate ed entusiasmo, almeno per un po', ritrovato. on il pokerissimo rifilato al Genoa, il ritorno di Zeman sulla panchina del Pescara si è trasformato in un trionfo, ma il boemo non vuole prendersi eccessivi meriti. "Posso solo ringraziare i ragazzi perché in due giorni non abbiamo fatto molto ma hanno fatto vedere che se si impegnano e se rimangono concentrati possiamo fare bene: abbiamo rotto l’incantesimo - esordisce il nuovo allenatore abruzzese a Premium Sport -. Il mio merito sui gol? Quello su calcio d’angolo l'abbiamo provato una volta sola... Erano anni che lo provavo e non avevamo mai segnato(Fonte La Gazzetta dello Sport )

Leggi la notizia

CorSera.it

Questa mattina la Gazzetta dello Sport riporta la notizia dell'offerta stellare che lo Shanghai Sipg avrebbe effettuato al calciatore Axel Witsel.Offerta che fa il paio, con quella indirizzata alcune ore orsono, a Ronaldo pari a circa 100 milioni di euro a stagione,nonchè 300 milioni al Real Madrid.



Leggi la notizia

Pagina 1 di 14    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 ] - >>