Roma 13 agosto 2019 CorSera.it (redazione politica 335291766 invia il tuo sms )

«Niente per noi sarà più come prima, ciao Nadia». Con queste poche parole affidate a Twitter, la redazione della Iene ha dato la notizia che nessuno avrebbe voluto leggere. Nadia Toffa, la giovane inviata e poi conduttrice della trasmissione, è morta. Aveva 40 anni e da tempo lottava contro il cancro. Su Facebook, sempre l’account della trasmissione ha scritto: «Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi. Il destino, il karma, la sorte, la sfiga ha deciso di colpire proprio te, la nostra Toffa, la più tosta di tutti, mentre qualcuno non credeva alla tua lotta, noi restavamo in silenzio e tu sorridevi. Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta: il cancro. E dato che sei stata in grado di perdonare l’imperdonabile, cara Nadia, non ci resta che sperare con tutto il cuore che tu sia riuscita a perdonare anche noi, che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto. Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso, Nadia, potrebbe consolarci, solo la tua energia e la tua forza potrebbero farci tornare ad essere quelli di sempre. Niente per noi sarà più come prima».



Leggi la notizia

Milano 22 Aprile 2018

Silvio Berlusconi appare sempre più fuori di senno nell'agone politico . Il cavaliere di Arcore nei panni della Regina Grimilde svuota la rabbia contro gli italiani che a suo dire lo hanno tradito nel segreto dell'urna elettorale , balbetta, inciampa, lancia sguardi dardeggianti di odio verso Luigi Di Maio, quale venditore di gazzose a cui Berlusconi farebbe "pulire i cessi delle sue aziende". Un teatrino bizzarro, quasi stucchevole, che forse nasconde la preoccupazione per l'andamento del suo impero, che nell'ultimo bilancio di esercizio, quello del 2016,  ha riportato perdite record per circa 300 milioni di euro . La corrazzata del suo impero vacilla sotto i colpi della crisi economica e i costi ormai sono fuori controllo. Il precario equilibrio finanziario delle aziende berlusconiane potrebbe accartocciarsi nel breve volgere di qualche settimana, senza la stampella politica. I parametri tra patrimonio netto, attivo circolante e leva finanziaria, sono saltati, e tutto sembra ormai in una fase di accentuato tracollo. I conti non tengono, tutti lo sanno all'interno di Mediaset. Anche l'ultima operazione di maquillage, l'accordo Premium Sky, è un palliativo, che ha scaricato l'immenso peso dell'indebitamento di Premium, in un affascinante matrimonio mediatico, ma niente di più.  Molti si domandano allora, se i conti di Mediaset non siano stati  truccati come quelli del Monte dei Paschi di Siena?

L'ultima speranza per Silvio Berlusconi di salvare il suo impero, è ancora una volta quello di ricorrere alla politica, puntellare le aziende , impedendo in ogni modo che il secondo polo televisivo italiano si accartocci dopo un provvedimento dell'antitrust sulla eccessiva concentrazione di tre televisioni nelle mani di un singolo imprenditore. In effetti quella del gruppo televisivo Mediaset è un'anomalia del tutto italiana, perchè in nessun altro paese del mondo occidentale, esiste ancora una concentrazione dell'informazione ad appannaggio di una sola azienda.Luigi Di Maio e Cairo tengono nel mirino l'impero di Silvio Berlusconi, pronti a farne un solo boccone, liberando per altro l'Italia da una stato di oligopolio dell'informazione . CorSera. it 



Leggi la notizia

Roma 16 Gennaio 2018 

 

Luigi di Maio ,candidato premier del Movimento Cinque stelle,dopo aver annunciato che è giusto non pagare il canone alla televisione pubblica, ha lanciato Beppe Grillo quale garante e Presidente della Rai. "Beppe Grillo è la sola persona che potrà garantire nel corso del tempo autonomia e imparzialità al plo televisivo pubblico ." la notizia che Beppe Grillo fosse interessato alla poltrona della Rai,era già nell'aria da diverso tempo.Ricordiamo che Beppe Grillo,fu cacciato dalal televisione pubblica italiana,dopo le sue battute sui socialisti dell'allora leader Bettino Craxi.Il cominco genovese coltiva la sua vendetta fin dall'epoca e la poltrona di garante o Presidente ,sarebbe per lui una rivincita straordinaria e crediamo,anche giusta.

 



Leggi la notizia

Il Grande Fratello Vip Valeria Marini Sesso nel confessionale ,censurato il video virale con oltre 16 mila visualizzazioni.R.T.I. ha bloccato il video pubblicato dal Corsera.it per violazioni del copyright.In realta' il video pubblicato da Corsera.it commentava alcune immagini del Grande Fratello Vip,dunque la violazione del Copyright e' una balla colossale,adottata per bloccare il video che era ormai diventato virale su internet.I produttori de Il Grande Fratello Endemol non hanno forse gradito le critiche che il giornalista dle Corsera.it ha mosso nei confronti della trasmissione, in cui si evidenzia che autori e produttori siano quasi depositari della giustizia morale etica della cultura trash televisiva che loro stessi hanno creato.Moralizzatori del proprio orrore mediatico.Mai visto nulla di piu' scialbo di quel programma,di meno sensato,privo di qualsiasi contenuto culturale,ma porprio per questo forte ed empatico per le masse dei borgatari deliranti che vivono in simbiosi con la casa del Grande Fratello.



Leggi la notizia

Il grande fratello Vip un fenomeno dei reality show.Valeria Marini fa la doccia e il pugile bufalo Clemente Russo la sogna.Elaborazione e concept di Corsera.it.Questa nuova edizione divide in due la casa del Grande Fratello Vip una casa lussuosa dove sognare una vita comoda e agiata contrapposta agli interni di un appartamento di Scampia.Le due realta' divise da una gabbia imagine feroce delle disparita' sociali ,idea degli autori che fotografa una societa' moderna tecnologica avanzata che non riesce a colmare i divari sociali culturali ed economici.Ma cio' che si percepisce,si manifesta e' certamente l'ignoranza dei suoi protagonisti,che sono degli zombi assenti dalla realta' del mondo esterno.Mai si ascoltano parlare di argomenti di attualita',politica,cronaca .Nulla il vuoto assoluto.Mai alcun accenno ad un libro letto ad un autore .Il livello culturale e' infimo senza alcun rifugio sono residenti di Scampia borgatari autoemarginati sociali che vivono nell'attesa del sogno ,immaginando soltanto come potrebbe essere la loro vita dietro le sbarre.ma non fanno nulla per avvicinarsi ,subiscono il moto,direi l'effluvio sterile inutile "Noioso " del momento,di una realta' nuda e cruda.Credo che sia una grande idea di questa nuova versione del Grande Fratello la contrapposizione feroce tra ricchi e poveri,tra privilegi e devastazione borgatara.

Leggi la notizia / Video

Marco Travaglio Matteo Renzi ospiti per un confronto nella seguita trasmissione televisiva di Lilly Gruber hanno fatto scintille " nno raccontare balle " ha detto il premier Matteo Renzi al giornalista ma anche lui si e' beccato un bel "faccia da pirla" .In esclusiva il video di Corsera.it 

Leggi la notizia / Video

Il Principe Sergio Ferrero di Maresanu e' davvero esistito,negli anni passati e' stato un viveur ,un superplayboy,amante della bella vita ma del vivere sano non fumava,non beveva,girava per Roma con pattini a rotelle o al massimo con uno skateboard.Il Principe di Maresanu ne raccontava delle belle,campione di surf ,di vela.Il Principe Sergio Ferrero,pensava di essersi ritirato ad Ibiza per passare la pensione,ma due amici mattacchioni lo hanno scovato e adesso lo deridono.....Segui tutte le puntante di questa nuova trasmissione televisiva che andra' in onda in autunno su Canale 5 .(Copyright corsera.it tutti i diritti riservati) redazionecorsera@gmail.com segui su instagram: matteocorsini_

Leggi la notizia / Video

Corsera video le avventure di Mr.Frog dj from Ibiza.In esclusiva per il corsera Top of the World le avventure di Mr.Frog uno scanzonato dj from Ibiza.

Leggi la notizia / Video

Duro attacco di Marina Berlusconi contro il voltafaccia di Vincent Bollorè nella vicenda Premium e il capitalismo "cannibalesco", frutto di una "finanza malata" che "costruisce il proprio successo sull'altrui rovina". Il presidente di Fininvest, primogenita di Silvio Berlsuconi, ha scritto una lunga lettera al Corriere della Sera dichiarando "sconcertante" il dietrofront di Vivendi che cela, "nascondendosi dietro uno sbandierato disegno industriale, il tentativo di garantirsi, in modo inaccettabilmente scorretto, una posizione di rilievo nell'azionariato di Mediaset".


 



Leggi la notizia

Roma 20 Ottobre 2013 Corsera.it Il Ministro Maria Chiara Carrozza sembra finalmente aver fatto guerra agli asini che diventano dottori.I test invalsi vanno migliorati ed applicati a tutti gli atenei tradizionali e on line.Il ministro dell'Istruzione, Maria Chiara Carrozza, ha fatto il punto sui test Invalsi, sui quali ha espresso la necessità di un forte cambiamento. «Ho sostenuto fin dall'inizio del mio incarico i sistemi di valutazione Invalsi e Anvur, ho anche messo a disposizione tutti i dati in nome della trasparenza. È necessario però valutare le competenze in uscita dall'università e confrontarle, partendo dal metodo Invalsi che va migliorato e adattato all'università: voglio sapere se gli studenti escono dagli atenei con una laurea in grado di essere alla pari con quelle di altri Paesi». NUOVE NORME A FAVORE DEI PROFESSORI. In un'intervista sul quotidiano La Stampa, il ministro ha sottolineato che «i test Invalsi andrebbero fatti all'uscita dell'università. Nell'ultima analisi Ocse-Pisa c'era un dato», ha continuato, «che secondo me è drammatico: la media dei laureati italiani ha competenze paragonabili a quelle di uno studente di scuola secondaria del Giappone. Le politiche dell'istruzione degli ultimi 20 anni hanno portato scarsi risultati, è necessario cambiare rotta». «Università, scuola e ricerca», ha spiegato, «vengono gestite attraverso norme comuni all'intera pubblica amministrazione, che possono essere adeguate per gli Uffici del Catasto ma non i campi in cui si fa conoscenza. In questi ambiti ci vuole altro, norme diverse che rispettino la specificità del lavoro dei professori».

Leggi la notizia

«Piero Marrazzo, è cambiata la sua vita?», chiede l’avvocato Luca Petrucci, parte civile al processo che vede imputati i carabinieri della compagnia di Roma Trionfale Nicola Testini, Carlo Tagliente e Simeone Luciano, accusati di estorsione, spaccio, perquisizione illegale, rapina e concussione. Quando Piero Marrazzo diceva: “I trans sono donne all’ennesima potenza”- ESCLUSIVO LA DEPOSIZIONE DELL’EX GOVERNATORE DEL LAZIO – L’affaire Marrazzo ha distrutto la reputazione, forse la vita, di un uomo. Lo conferma la dolorosa risposta del giornalista Rai, che è stato governatore del Lazio, costretto a dimettersi dopo lo scandalo scoppiato per le sue frequentazioni prezzolate con transessuali: «Mi sono separato. Mi sono dimesso. Ed era giusto farlo. Sono tornato a non fare (sottolineato dal timbro di voce) il mio lavoro. La pressione della stampa è stata micidiale. Sono contento che questa storia sia riportata nel giusto alveo di un processo».

Leggi la notizia

Brunetta contro Fazio, ancora. Il capogruppo Pdl alla Camera è tornato all’attacco del conduttore genovese, poche ore dopo essere stato suo ospite a Che tempo che fa. L’ex ministro ha presentato un’interrogazione parlamentare al presidente della Commissione di Vigilanza, Roberto Fico. Il tema su cui insiste Brunetta è sempre il medesimo: il trattamento economico che la Rai riserva a Fazio. L’esponente del Pdl, che già domenica sera aveva bacchettato il conduttore in diretta, in merito al rinnovo dell’accordo tra Rai e Fazio (negli scorsi giorni vi abbiamo fornito i dettagli) ha evidenziato che “risulta quanto meno anomalo che il direttore generale Gubitosi proponga di discutere in Consiglio di amministrazione il rinnovo di un contratto che non è in scadenza, ma che giungerà a termine addirittura a giugno del prossimo anno”.

Leggi la notizia

Nel giorno in cui si riaccende l’offensiva del Pdl contro i compensi milionari delle star Rai, salta la trattativa che avrebbe dovuto portare Maurizio Crozza sugli schermi della prima rete a partire dall’anno prossimo. Le cifre di un possibile ingaggio, circolate sulla stampa, hanno fatto gridare allo scandalo i parlamentari del centrodestra, a partire dal capogruppo in Commissione di Vigilanza, Renato Brunetta. E proprio Brunetta ieri a Che tempo che fa ha attaccato Fabio Fazio per le cifre previste nel rinnovo triennale del contratto. L’accordo prevedrebbe un compenso di 5,4 milioni di euro per tre anni a partire dal 2014, rispetto ai 6 milioni del contratto attuale che scade il prossimo giugno. «Fazio - scrive Brunetta in un’interrogazione al presidente della Commissione di Vigilanza, Roberto Fico - avrebbe imposto un rinnovo anticipato del contratto garantendosi una vera e propria blindatura e subordinando ad esso la conduzione del prossimo Sanremo. L’eventuale conferma di questa circostanza, si configurerebbe come una gravissima forzatura del conduttore....

Leggi la notizia

Salta la trattativa che avrebbe dovuto portare Maurizio Crozza in Rai a partire dall’anno prossimo. Le cifre milionarie del possibile ingaggio, circolate sulla stampa, hanno fatto gridare allo scandalo i parlamentari del centrodestra, a partire dal capogruppo in Commissione di Vigilanza, Renato Brunetta, che già domenica sera aveva polemizzato a 'Che tempo che fa' con il conduttore Fabio Fazio per il suo contratto. ARTICOLI CORRELATI VIDEO Renzi-Crozza Renzi-Razzi Crozza a Ballarò SEGUI LE NOTIZIE SU FACEBOOK Condividi Secondo le indiscrezioni, per portare Crozza con un proprio programma su Rai1 per i prossimi tre anni sarebbero serviti 450 mila euro a puntata per almeno 22 serate, più 5 milioni al comico genovese, ora in forze a La7. Cifre più volte smentite dalla Rai, che puntava a un esborso più contenuto. La trattativa, comunque, sarebbe saltata per decisione consensuale: troppo lontane le posizioni delle due parti. Resta invece confermata, almeno per ora, la collaborazione di Crozza con 'Ballarò'.

Leggi la notizia

Pagina 1 di 5    [1 2 3 4 5 ] - >>