Roma 29 Maggio 2017 Economia immobiliare.Non c'e' dubbio,usando anche le parole di Mario Draghi,che ormai il peggio della crisi è alle nostre spalle e che l'economia riprende lentamente ad avanzare.Non c'e' dubbio che l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d'America,ha messo le ali alle borse americane e poi a quelle di ogni continente.Tutto procede speditamente,ma come tutti sappiamo,proprio quando ogni cosa sembra finalmente essere andata al suo posto,qualcosa non funziona e potrebbe cadere dalla mensola,come un vaso cinese e sbriciolarsi in terra in pochi istanti.Il G7 di Taormina ha di fatto messo in rilievo i contrasti tra Donald Trump e l'Europa,sia sul clima,sia sul commercio,sia nelle medesime relazioni tra America e gli alleati europei.Mi domando cosa c'e' che non funziona nell'economia americana che costringe Donald Trump a strategie tanto aggressive? Siamo sopra una nuova bolla dell'economia americana ma nessuno ancora ne vuole parlare? I giganti del credito americani stanno cigolando ancora ? Scriocchiolano ? 

Leggi la notizia

CorSera.it

Monte dei Paschi sembra ormai destinata al capolinea,per un viaggio senza ritorno.Gli aiuti di Stato non potranno coprire le perdite sui crediti incagliati NPL.Questo significa che a Siena dovranno fare i conti con un buco da oltre 40 miliardi di euro,tanto ammontano le perdite sugli NPL nel complesso delgi impieghi.Cifre che noi arrotondiamo per difetto,perchè potrebbero essere ancora peggiori.Insomma, qualcuno a Bruxelles, sta cominciando a capire che i soldi dei contribuenti italiani serviranno a ben poco,che in realtà dietro al salvataggio di MPS,si cela una manovra che tende a salvare la banca per salvare le relazioni con molta clientela stabile, ma politica.MPS è potenzialmente un vulcano che se esplodesse potrebbe mettere in ginocchio l'intero sistema politico legato al PD,alle sue correnti,alla vasta clientela politica che ha vissuto alle spalle della banca per gli ultimi 40 anni e che oggi vede nel contributo di Stato,un sistema unico per tappare le falle,e riprendere a farsi finanziare impunemente.Motivo per il quale la Commissione europea ha chiesto a MPS di dimezzare le filiali e mandare a casa altre 2000 persone.



Leggi la notizia

CorSera.it Crisi economia Europa Euro .

La crisi morde ancora l'Italia che non riesce a risollevarsi dalla devastazione della propria economia,ma sopratutto dal collasso del sistema bancario,che non ha retto alle ripercussioni della recessione,poichè era gestito da managers criminali e incapaci.Se immaginiamo la n ostra economia come regolata dalle teorie economiche,ci renderemmo subito conto che gli artifizi contabili non sono stati un argine sufficiente alla recessione,perchè l'economia è fatta di numeri e fatti,semplici ,fattori che spesso sono concatenti gli uni agli altri,nella logica della catena alimentare,dove le attività lavorative sono l'una nell'altra contigue.



Leggi la notizia

CorSera.it di Matteo Corsini

Mio zio Eugenio Gra,fratello di mio nonno Carlo Gra e dell'Ingegner Enrico Gra nonchè dell'architetto Giulio Gra,un giorno mise un compasso intorno alla città di Roma e ideò il Grande Raccordo Anulare,l'acronimo del suo cognome con cui da allora venne battezzato l'anello autostradale più importante d'Italia.Quella fu un'idea geniale, che venne infine progettata da lui,per dare respiro alla città e dare lavoro dopo la guerra alla gente.Eugenio Gra ingegnere ed urbanista straordinario.A lui no dobbiamo soltanto dedicare un film,ma sviluppare la città come meritererebbe.

Roma è allo sbaraglio nelle mani di un manipolo di inconcludenti.Un piano regolatore distribuisce e sviluppa energie  nella città,significa rivitalizzare una metropoli asfittica,sommersa dal traffico,che non ha alcuna direzione logica del suo sviluppo urbano.Non ci sono luoghi dove costruire l'economia,non esiste a Roma un centro teatrale,ovvero la città del teatro,dei costumi,dell'artigianato.



Leggi la notizia

C'è un margine di ambiguità nelle lettera che il governo ha recapitato ieri sera a Bruxelles che potrebbe costare caro all'Italia. Anche la procedura d'infrazione europea per il mancato rispetto della regola del debito. Un restringimento della sovranità in campo economico e un rischio sui mercati che potrebbero penalizzare il Paese in termini di spread e interessi sul debito ben oltre i 3,4 miliardi della manovra richiesta dall'Unione. È questo lo scenario che ora si spalanca di fronte a Palazzo Chigi e al Tesoro, con la Commissione europea che sebbene con riluttanza è ormai pronta a commissariare Roma. Ma la decisione finale a Bruxelles non è ancora stata presa, sarà drammatica, tutta politica e arriverà a breve.

Leggi la notizia

Corsera.it  Bbc Ted Malloch, l’economista che potrebbe diventare ambasciatore Usa presso l’Ue: «Ho aiutato a far crollare l’Urss, adesso c’è un’altra Unione che ha bisogno di essere domata un po’; la moneta potrebbe collassare presto.Non c'e' dubbio che l'Italia è al bivio della sua storia politica,perchè un paese con un alto debito pubblico e un economia in crisi non potrà sopportare ancora le limitazioni imposte dal fiscal compact.L'Italia deve risorgere e il solo modo per farlo è riattivare la propulsione economica,attraverso il rilancio del turismo,della moda,del settore immobiliare.I recenti fatti legati al terremoto,impongono al governo di redigere un programma di ricostruzione del paese,che potrà avvenire soltanto se l'economia nostrana riprenderà a veleggiare.Gli ultimi anni sono stati un massacro per lo sviluppo del Bel Paese,schiacciato da una moneta troppo forte,le catene sulla spesa pubblica,l'arretratezza di un intero sistema bancario che è crollato sotto il peso del depauperamento del settore immobiliare.Lo sviluppo del paese potrà concretizzarsi con una piena ripresa del real estate,legato ad una fase di investimenti e delle riqualificazioni delle aree metropolitane.L'Italia è il paese più bello del mondo che dovrebbe andare verso una fase di defiscalizzazione,svalutazione della moneta interna la Lira e mirare allo sviluppo delle tecnologie avanzate senza le quali i mercati non emergono .La fase laterale dell'austerity imposta dall'europa ha drenato ogni nostra risorsa,paralizzato il paese,gli investimenti.Il popolo italiano ha fame di ricominciare,non possiamo reggere ancora a lungo in queste condizioni.Nel nostro paese prospera soltanto la politica,io politicanti,come vediamo essere chiaro dal Moviento 5 Stelle,che ha impiegato centinaia di parlamentari senatori consiglieri regionali ,tutta gente che prima faceva fatica ad arrivare alla fine del mese.Rompere i laccioli con l'Europa senza eurobond è indispensabile,necessario e urgente.Un altro anno ancora e la crisi divorerà tutto quello che rimane.Soltanto un salvagente per il debito pubblico  potrebbe forse ricucire il gap dei nostri titoli di stato.Ma tutto questo alla Germania non conviene e allora prima o poi dovremo tagliare il cordone ombelicale che lega l'Italia manifatturiera all'economia dalla tecnologia avanzata.

CorSera.it Matteo Corsini



Leggi la notizia

CorSera.it segui su Instagram matteocorsini_  o  corsera_news 

Fondo Monetario internazionale abbassa le stime di crescita sull'Italia.Forse è ora di uscire dall'euro,dalla catastrofica politica sugli immigranti della Angela Merkel,per arginare la crisi del nostro sistema bancario,la disoccupazione.Con Donald Trump l'Italia ha una grande occasione,quella di costruirsi un ombrello paracadute per uscire dalla moneta unica.Dobbiamo farlo adesso,subito ,prima che la crisi finisca di distruggere questo paese.

Matteo Corsini

 



Leggi la notizia

L'agenzia di rating Dbrs ha tagliato il rating sull'Italia a BBB (high, alto) con trend "stabile". L'agenzia - che ha sede a Toronto, in Canada, e uffici a New York, Chicago e Londra - ha rivisto il suo giudizio considerando "una combinazione di fattori inclusa l'incertezza rispetto alla abilità politica di sostenere gli sforzi per riforme strutturali e la continua debolezza del sistema bancario, in un periodo di fragilità della crescita". "DBRS ritiene che, in seguito al referendum bocciato sulle modifiche costituzionali che avrebbe potuto fornire una maggiore stabilità di governo e la successiva dimissioni del primo ministro Renzi, il nuovo governo ad interim può avere meno spazio per passare ulteriori misure, limitando così il rialzo delle prospettive economiche", si continua a leggere nel documento che motiva la decisione.

Leggi la notizia

Nel mese di dicembre 2016, secondo le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente e dello 0,5% nei confronti di dicembre 2015.

In media d'anno, nel 2016 i prezzi al consumo registrano una variazione negativa (-0,1%): è dal 1959 (quando la flessione fu pari a -0,4%) che non accadeva. L'"inflazione di fondo", calcolata al netto degli alimentari freschi e dei prodotti energetici, rimane invece in territorio positivo (+0,5%), pur rallentando la crescita da +0,7% del 2015.

 



Leggi la notizia

CorSera.it by Matteo Corsini

La tragedia del MPS ha come principio un postulato,che ai fini del controllo del rischio degli investimenti finanziari,vi sono dei modelli statistico matematici da cui si ricavano questi dati come ad esempio il modello Var (Value at risk ) e gli Expected shortfalls.Meccansimi che fissano delle soglie sulle perdite potenziali, ma che nel caso di MPS, non solo non hanno funzionato,ma con ogni probabilità sono stati manipolati.Per questo motivo la BCE agita il campanello d'allarme e richiama la banca ,aumentandone a scopo cautelativo, il fabbisogno teorico di capitale ad almeno 8.8 miliardi di euro.Cosa di cui si meraviglia Pier Carlo Padoan.



Leggi la notizia

CorSera.it 28 Dicembre 2016 ore 9.36 Gmt

by Matteo Corsini

Monte dei Paschi di Siena la crisi dei mutui subprime,il confronto con gli Usa del 2007.

 

La crisi dei mutui subprime diede origine ad una delle più grandi catastrofi finanziarie a livello planetario.Tra il 2007 e il 2008 l'intero sistema finanziario globale venne investito dal fallimento della banca d'affari americana Lehman brothers.Momenti drammatici,in cui lo stesso governo americano e la Federal Reserve,furono messi a dura prova,da una crisi che probabilmente venne sottostimata.La dinamica di quei giorni sembra una fotocopia di quanto accaduto in Italia per Monte dei Paschi di Siena,sopratutto quella relativa agli annunci sui nomi dei potenziali acquirenti privati,da Soros al Fondo Sovrano del Qatar.La crisi finanziaria del Monte dei Paschi di Siena ,la terza banca italiana per clientela,è paragonabile per consistenza e violenza,alla crisi del colosso americano Lehman Brothers e per certi numeri,forse ben peggiore. Vediamo quali sono.



Leggi la notizia

CorSera.it  Monte dei Paschi di Siena perchè gli 8.8 miliardi richiesti dalla BCE per l'aumento di capitale potrebbero non essere sufficienti.

Salta agli occhi che tra l'.ad. Marco Morelli e i funzionari del ministero del tesoro,sono stati espletati tutti i tentativi per evitare il salvataggio di Stato,che implicherà una revisione di tutte le voci  del bilancio d'esercizio fino adesso registrate. Ad oggi la richiesta della BCE e' per una rimodulazioine dell'aumento di capitale fino a 9 miliardi,ma questo rispetto ai dati forniti dalla banca MPS.Se lo stato patrimoniale ,come noi prevediamo,avrà al suo interno altri miliardi di euro di crediti in sofferenza (dunque da svalutare) ,la richiesta della BCE potrebbe anche aumentare.I 9 miliardi sono in realtà una cifra prudenziale che la BCE ha richiesto a MPS ,in attesa di verificare i conti,confrontare le valutazioni.Scavando nei bilanci di MPS,le autorità di vigilanza scopriranno ben presto che .....

 



Leggi la notizia

CorSera.it aggiornato ore 03.34 del 27 dicembre 2016 

Sono ore drammatiche per il governo e il ministero del Tesoro,si sta lottando contro il tempo per tentare di salvare il Monte dei Paschi di Siena,ma ciò che lentamente sta emergendo è che la falla dell'istituto senese sia molto più grande di quanto abbiano lasciato immaginare i prospetti dell'aumento di capitale approntati da Morelli e Falciai,ricordiamo 27 miliardi di NPL,oltre 9 miliardi di aumento di capitale richiesto ad oggi,a cui sommare NPL ancora celati nelle pieghe di bilancio.L'ipotesi più florida è che per salvare Monte dei Paschi di Siena siano necessari non meno di 35/40 miliardi di euro.

Ormai è chiaro che stiamo fronteggiando una crisi simile a quella di Lehman Brothers . L'attuale management ha coperto la reale entità dei buchi di bilancio,taciuto sulla stringente necessità di liquidità della banca.Tra poche ore la borsa italiana entrerà in stallo,vedremo turbolenze devastanti,che porteranno giù l'intero comparto bancario.Quello di cui stiamo parlando è allarme rosso per le banche italiane,allarme rosso per lo stato di salute della nostra economia,allarme rosso per la tenuta del bilancio dell'Italia.E' una tragedia .

Monte dei Paschi di Siena l'aumento di capitale sale a 9 miliardi,tra poche ore 



Leggi la notizia

CorSera.it ultimo aggiornamento ore 03.49 

La tragedia del Monte dei Paschi di Siena,minuto dopo minuto.Cercavano di salvare una banca raccontando balle al mercato e ai risparmiatori.Questa tragedia nazionale apre un varco nel malaffare del sistema bancario.

Monte dei Paschi di Siena ormai non si parla più di burden sharing, ma di burning sharing.Il fabbisogno per salvare MPS è di circa 40 miliardi di euro circa 80 mila miliardi di lire.E' una tragedioa nazionale quella che sta investendo il Governo nelle ultimissime ore,da quando ormai era emerso che la BCE,tramite il suo organismo di vigilanza,aveva fatto richiesta al Tesoro italiano di far salire a 9 miliardi l'aumento di capitale.Sommando l'ammontare dell'aumento ai 27 miliardi di NPL,arriviamo alla ragguardevole cifra di 36 miliardi di euro, a cui si dovrà sommare tutto quello che fino adesso non è chiaro,oltre la liquidità necessaria per far fronte alle esigenze della prossima settimana.Monte dei Paschi di Siena non ha più liquidità nel sistema,non ci sono più anticorpi e la banca vacilla anche dal punto di vista della credibilità.Non dimentichiamoci che il nuovo management ha lanciato un disperato aumento di capitale dichiarando che la liquidità era sufficiente per 11 mesi,un'altra incredibile balla ,così come quella dell'anchor investor il fondo sovrano del Qatar .



Leggi la notizia

CorSera.it by Matteo Corsini  

Mps è la cartina di tornasole del nostro sistema bancario,che non è sano,ma malato,anzi malatissimo.

Il buco nei conti di MPS è di oltre 50 miliardi di euro,lo sanno tutti,anche in Germania,dove cominciano a credere che sia meglio lasciar morire la banca ,liquidarla con il suo fardello di oltre 26 mila dipendenti.



Leggi la notizia

Pagina 1 di 36    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 ] - >>