CorSera.it An Instagram story.
Instagram, ci sono molte storie che si possono raccontare, e noi del Corsera ne raccogliamo qualcuna,ogni tanto e quella di MIMI KVINGE, è una di quelle storie,anzi una di quelle vite,che vale la pena mettere in evidenza. Mimi è una ragazza bellissima,pittrice,sciatrice,scalatrice,figlia di un comandante di un peschereccio che nel nord del pacifico in Alaska pesca aragoste e salmone .Ciò che ci colpisce di questa vita è la sua integrità naturale,uomo e natura,donna e profondità delle montagne.Mimi dipinge le montagne dove vive,vi entra dentro al cuore,nel significato più profondo,che va oltre il gelo,l'immensità del cielo turchese,oltre i confini dell'umanità,alla nostra origine.C'e' questo senso infinito nelle sue tele,sono onde lunghe quelle montagne,che MIMI ha nella mente,che dipinge,delicate come soffi di vento gelido,come onde di un mare increspato,picchi innevati,dalle creste imperiose e che si distendono agli occhi,negli orizzonti, che questa grande pittrice di avanguardia, ha forse trovato.Il freddo delle montagne dell'Alaska,si scontrano con il magico soffio caldo degli alisei che attaversano l' Atlantico,lungo questo sogno tormentato tra il giorno e la notte,nei cieli stellati,nella combustione della creatività che segue ogni orma,ogni tratto,ogni andare ovunque,perchè Mimi cerca in fondo un luogo dovev stare,dove vivere,dove raccontare se stessa: Sulle cime delle montagne lei è sola,scruta gli orizzonti perduti,si domanda la vita.Le risposte sono nei suoi occhi e dentro il cuore.(CorSera.it copyright) 
Mimi Kvinge nella fotografia la trovi su
www.mimikvinge.com 


Leggi la notizia

Roberto Saviano lo scrittore italiano di Gomorra qualcuno lo definisce il bel tenebroso e qualcuno gia' pensa a lui come testimonial della moda italiana nel mondo.Ad essere attratta da Saviano quale interprete del glamor italiano e' il blog www.stupidsparkles.com della fashion designer Domitilla Corsini che ha pubblicato un suo articolo cpmmentato con il titolo FUORI PIOVE .

Leggi la notizia

Roma 21 Aprile 2014 Corsera.it di Matteo Corsini Monet inventa la dissolvenza in grado di bucare la realta’ ed uscirne al di fuori,dentro fino allo spazio universale del sogno.La sensazione la percezione acquista il valore della meraviglia dell’assoluto dell’equilibrio oltre i consueti schemi del visivo. Non e’ fantasia ma piena riflessione dell’essere su se stesso abbandonato all’emozione della tranquillita’,della pace interiore,dell’arrivo. Ognuno di noi vive braccato dalla sua esistenza dai significati gli obiettivi che cerca di sostenere per non rendere vuota l’esperienza della vita,ma l’arrivo,il luogo di incontro tra l’essere e l’io e’ nella posizione originaria della felicita’. La Cattedrale e’ il luogo dove stare con se stessi,muoversi senza fare rumore,bisbigliando alla travolgente energia del paradigma della natura,il nulla come tutto,l’essenza come pienezza dello spirito,in fondo la visione di Dio.

Leggi la notizia

MILANO 22 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

ARTE & REAL ESTATE.QUANDO IL COLLEZIONISMO DI OPERE D'ARTE SI FONDE TRA CASE E QUADRI.MATTEO CORSINI IMMOBILIARISTA ARREDATORE COLLEZIONISTA D'ARTE.

MILANO ART GALLERY MATTEO CORSINI COLLEZIONISTA D'ARTE COSA COMPRARE CON LA CRISI.

E' APPENA FINITA LA MOSTRA DI RENZO VESPIGNANI,DURATA QUASI CINQUE MESI NEI MUSEI PRINCIPESCHI DI VILLA TORLONIA.

ABBIAMO DATO PER LA MOSTRA AI MUSEI DI VILLA TORLONIA UN'OPERA FONDAMENTALE DI RENZO VESPIGNANI PER LA MOSTRA,LA BOCCA SULLA ...



Leggi la notizia

ROMA 26 LUGLIO 2012 CORSERA.IT a cura di MATTEO CORSINI

MUSEI DI VILLA TORLONIA.RENZO VESPIGNANI MOSTRA PERSONALE DEDICATA AL GRANDE PITTORE ITALIANO A DIECI ANNI DALLA SUA MORTE.50 OPERE DAL VALORE INCOMMENSURABILE,PROVENIENTI DA COLLEZIONI PRIVATE DI TUTTO IL MONDO,TRA CUI LA BOCCA SULLA STRADA,UNO DEI TANTI CAPOLAVORI DELL'ESISTENZIALISMO PITTORICO DI RENZO VESPIGNANI,CONCESSO PER LA MOSTRA DALLA FONDAZIONE ABRAMOVICH REAL ESTATE ITALIA.PRESIDENTE MATTEO CORSINI.

QUANDO ACQUISTATI LA BOCCA SULLA STRADA,L'UOMO SENZA IDENTITA',AFFLITTO DALLA SUA ESISTENZA,DALLE DOMANDE,DAL SILENZIO DELLA STRADA E DELL'ESSERE,DAL TRISTE DESTINO DI UNA SOCIETA' IMPLACABILE CHE RIUSCIVA A SORMONTARE I SUOI DESIDERI,I SOGNI,IL FELPATO MORMORIO DELLE EMOZIONI,CAPII SUBITO CHE RENZO VESPIGNANI ERA IL PITTORE ESISTENZIALISTA PER ECCELLENZA,COLUI CHE PIU' DI CHIUNQUE ALTRO ERA ENTRATO NELLA MENTE DI JEAN PAUL SARTRE,NEI LUOGHI SOLITARI DEI SUOI ABBANDONI LETTERARI,DEL SIGNIFICATO PROFONDO  DELL'ARTE E DELLA CULTURA NELLA DINAMICA SOCIALE.RENZO VESPIGNANI IL CRONISTA DEL TEMPO,DELLA STORIA,DEL DEGRADO,DELLE MACERIE,"DELLA GUERRA ALLE SPERANZE DELLA RICOSTRUZIONE,DEI NUOVI MITI DELLA SOCIETA' DEI CONSUMI,DEL CLIMA ETICO DI DEGRADO ETICO ED ESISTENZIALE SEGUITO AL CROLLO DEGLI IDEALI DI RINOVAMENTO SOCIALE" . RENZO VESPIGNANI JEAN PAUL SARTRE.L'ESISTENZIALISMO NELLA BOCCA SULLA STRADA,DIPINTE LE SFUMATURE DEL CIELO PLUMBEO DI BOUVILLE,SCRITTE D'UN FIATO LE PAGINE DELLA NAUSEA,INCREDIBILE,SOMIGLIANTE ED AVVENIRISTICO,QUEL PRINCIPIO DI DESOLAZIONE ISTINTIVA,CHE TI ..



Leggi la notizia

New York 1 Maggio 2011 CORSERA.IT a cura di Matteo Corsini critico d'arte e collezionista

Tra i figli dell'arte contemporanea,Massimo Giannoni, è una stella del firmamento,uno destinato a superare per invidia,qualsiasi rock-star.I cantanti sono testimoni del tempo,Massimo Giannoni,l'artista che affida al futuro l'anima del passato.

La sua pittura diventa ogni giorno più fluida,i suoi olii si amalgamano come trascinati via dalle intemperie del tempo,perchè il merito della sua arte,del suo credo mitologico,è quello di proiettarci nel futuro,rendendo sterile l'ultimo simbolo della civiltà antica:il libro.

Le sue librerie apocalittiche,che giacciono composte tra migliaia di volumi,spazzolati dal bianco e dal rosso,dalla fusione delle emozioni e dei colori,sono un fotogramma del passato e noi assistiamo allo spettacolo della estinzione....



Leggi la notizia

New York 30 Aprile 2011 a cura di Matteo Corsini critico d'arte collezionista.

Se conosciamo Fukushima,conosciamo anche il mondo dopo di lei,quel mare scuro,quelle notte grigia,quelle città abbandonate.Siamo già saliti a bordo per questo viaggio interstellare,che sorvola il presente e fugge verso l'ignoto.

Dei moltissimi narratori d'arte contemporanea,Jonathan Guaitamacchi,mi ha convinto,coinvolto nel suo labirinto interiore,quasi un urlo angosciante,le sue illusioni del tempo che gira intorno all'oscurità,quasi la nebbia di un mondo che svanisce piano piano,quasi fosse il battito intermittente della fine del mondo o dell'era post-atomica,mentre al contrario è un viaggio nel profondo degli abissi dell'inconscio e dell'immaginazione,come un'astronave che si solleva per guardare....



Leggi la notizia