CorSera.it by Matteo Corsini .

Pubblichiamo l'intervista di Marcello De Vito Presidente dell'assemblea capitolina sui recenti fatti .

Si evince come Raffaele Marra non fosse affatto un infiltrato,come intende farci credere,ma una pedina fondamentale nella strategia onnivora della piovra del malaffare romano,che ha attecchiato la pubblica amministrazione con personaggi ,driver,di potentati politici,poteri interessati alla spartizione del bottino del Comune di Roma.

A Virginia Raggi «lo avevamo detto». Raffaele Marra «doveva essere allontanato prima». L’avevamo avvertita «sull’opportunità di trattenerlo in un ruolo di assoluta vicinanza con lei». Parla così, in un’intervista rilasciata a Giovanna Vitale per Repubblica il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito, uno dei massimi rappresentanti del Movimento 5 Stelle a Roma, già sfidante dell’attuale primo cittadino alle Comunarie per la candidatura a sindaco.



Leggi la notizia

Il colpo di scena arriva nella notte: Paola Muraro, assessore all'Ambiente del Comune di Roma rassegna le sue dimissioni dalla giunta Raggi. Ad ufficializzarlo, un comunicato stampa del Campidoglio intorno all'una e mezza di notte. Scrive la Muraro: «Oggi tramite il mio legale la Procura di Roma mi ha notificato un avviso di garanzia in riferimento all'articolo 256 del testo unico sull'Ambiente. Contestualmente sono stata informata che sarò ascoltata dalla Procura il prossimo 21 dicembre, sono tranquilla e convinta che riuscirò a dimostrare la mia totale estraneità. Tuttavia per senso di responsabilità istituzionale ho deciso di dimettermi».

Leggi la notizia

Intorno alle 23 di questa notte i Vigili del fuoco hanno deciso di far evacuare un’ala di un palazzo di cinque piani in via Germano Sommelier, in centro a Roma. A destare preoccupazione è una grossa crepa riscontrata nella scala ‘E’ del palazzo al civico numero undici. Le venti famiglie residenti, assistite dalle autorità competenti, hanno abbandonato momentaneamente le loro abitazioni per ulteriori verifiche. Secondo quanto si è appreso, le lesioni sono "in continua evoluzione" e non si esclude possano essere riconducibili alle recenti scosse di terremoto.

Leggi la notizia

Roma avvertita una forte scossa di terremoto oscillano i palazzi del centro storico quattro forti scosse magnitudo 6.5 .Paura nei condomini della citta' le persone scendono in strada impaurite.In diretta da Sky gli studi televisivi hanno tremato per qualche secondo una due tre scosse di osccillazioni persantissime profonde che hanno scosso i palazzi dalle fondamenta ....

Leggi la notizia

"Virginia Raggi è il sindaco di Roma votata da 770.564 cittadini per realizzare il programma del MoVimento 5 Stelle e ha tutta la mia fiducia". Così Beppe Grillo sul suo blog, in un post titolato "Virginia non si tocca", prova a fermare gli attacchi al sindaco di Roma che oggi sono arrivati - e durissimi - da parte di altri esponenti dei Cinque Stelle. In particolare la deputata M5S Roberta Lombardi aveva sfidato Virginia Raggi, con un post su Facebook: "Marra è il virus che invetta il movimento, la sindaca pubblichi i pararei dell'anticorruzione".  - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/M5S-Beppe-Grillo-Virginia-Raggi-ha-tutta-mia-fiducia-non-si-tocca-

Leggi la notizia

Comune di Roma.E' il caos come entrare in un bordello di mignotte del Far West,dove nei vecchi saloon impolverati si riunivano razziatori,cowboy,mignotte,ruffiani,delinquenti comuni,criminali incalliti.Quel mondo di mezzo non e' finito e la nebbia non si e' diradata.I giganteschi interessi che ruotano intorno alla pubblica amministrazione della Capitale fanno gola alle bande trasversali che dominano il potere politico nella citta'.Ci sono le nuove nomine,gli stipendi d'oro,le pressioni sulla neo sindaca per deviare,aderire al pensiero del grande capo Beppe Grillo.Le bande che si muovono come maree di melma maleodorante che vogliono la citta'.Tutti vogliono Roma, tutti vorrebbero far cadere Virginia Raggi dallo scranno di sindaco.E' appena arrivata e molti dei pentastellati aspirano a farla fuori, vederla piombare giu' nella polvere.Forse nessuno ha capito che i romani si sono rotti i coglioni, ma questa volta di brutto .Immaginare Luigi Di Maio pontificare sulla nostra citta' e' un fatto di per se' raccapricciante.Fare o non fare assumere decisioni o non assumerle.Il Movimento 5 stelle ha le ore contate o riescono ad andare avanti o devono andarsene tutti quanti,ma ieri.

Leggi la notizia

Roma il disastro corre nella Capitale.Siamo gia' ubriachi del Movimento 5 Stelle ,la farsa al comune di Rome ,lo stallo,il prurito misogino di Beppe Grillo e il triunvirato dei capi bastone.La citta' e' mortificata,ferma al palo,senza idee,senza una direzione politica e strategica.Il cuore pulsante del paese non riesce ad uscire dalla melma della corruzione,virus che spinge nella stessa direzione della crisi economica.Non comprendo cosa vogliono fare quelli del Movimento 5 Stelle? Luigi Di Maio ha ancora qualcosa da dire ,imperversa rilasciando dichiarazione nelle quali intende parlare ai cittadini senza "intermediari" .Non capisco che cosa vuol dire,dove questi personaggi di avanspettacolo vogliono spingere la citta' di Roma,che avrebbe bisogno di una guida sicura con idee una strategia di fondo,una view internazionale.Cosa rimane di Roma? Nulla.Siamo nelle mani del partito dei comici allo sbaraglio,assistiamo alla saga del Grande fratello.Dove vuole andare Roma? Quali sono i programmi immediati e futuri? 

Leggi la notizia

Duro attacco dell'Osservatore Romano alla giunta di Virginia Raggi: la Capitale è in stato di abbandono. "A Roma - scrive il giornale - è bastato un breve temporale di fine estate per allagare e paralizzare molti quartieri", scrive l'Osservatore Romano. "Nella capitale, a riprova dello stato di abbandono in cui per certi aspetti versa la città, pochi minuti di pioggia sono bastati per provocare la caduta di numerosi alberi, danneggiando alcune automobili e mettendo a serio rischio l'incolumità dei cittadini - rileva il giornale vaticano -. Molte strade, soprattutto nei quartieri meridionali, sono state letteralmente allagate a causa della mancata pulizia, ormai cronica, delle caditoie".

Leggi la notizia

«A oggi, Muraro afferma di non aver ricevuto alcun avviso di garanzia. Non esistono le carte per poter valutare» Luigi Di Maio commenta così la notizia dell’avviso di garanzia all’assessore capitolino all’ambiente Paola Muraro. «A chi si sta sfregando le mani in questo momento per questa ennesima questione che prende la ribalta nazionale - ha aggiunto il vicepresidente della Camera durante la festa del Fatto Quotidiano a Marina di Pietrasanta- dico che il Movimento non ha mai fatto sconti a nessuno, soprattutto al suo interno. Stiano sereni i nostri detrattori che pensano di azzopparci. Non faccio dichiarazioni sui se».

Leggi la notizia

Roma Risorge .Ripulire Roma sara' un'impresa difficile cosi' affollata di ladri corrotti truffatori .Si annidano i ladri nella amministrazione capitolina da tempo immemore.I ladri si avvicendano l'uno con l'altro e adesso come preannunciato dalla sindaca Virginia Raggi arriva anche la scabbia,malattie infettive che gli immigrati propagano in Italia come una bomba atomica .Ma non c'e' soltanto scabbia,colera,casi di vaiolo,malattie infettive veneree,taciute per non destare allarme sociale in Italia.Tra i tanti ladri c'e' anche chi lavora come Alessia spazzina eroe della citta' di Roma all'opera il 15 agosto 2016.

(Alessia spazzina Eroe di Roma nel video esclusivo di corsera.it)

segui su instagram #virginiaraggi #comune di roma #corsera #romapulita #corriere



Leggi la notizia / Video

Una fuga di gas poi l'esplosione: un morto e 4 feriti in una villetta a Roma

Una forte esplosione, poi l'incendio. Tragedia nella notte a Frattocchie, nel Comune di Marino, con un bilancio che parla di un morto e quattro feriti gravi. E' successo dopo la mezzanotte in un villino quadrifamilaire a due piani al civico 16 di via Kennedy. Allertati i soccorritori nel Comune dei Castelli Romani sono i intervenuti i vigili del fuoco con quattro squadre, i carabinieri e gli operatori del 118. Quattro le persone ferite, due uomini ed altrettante donne, trasportate in codice rosso all'ospedale. Poi la tragica scoperta del decesso di un 74enne residente in un'abitazione adiacente, morto secondo i primi accertamenti dopo essere stato colto da malore in seguito alla forte deflagrazione. 

PROBABILE FUGA DI GAS - Una situazione di massima emergenza quella che si è presentata ai soccorritori con i vigili del fuoco al lavoro per spegnere l'incendio successivo all'esplosione sino alle 5:00 del mattino. Spente le fiamme il villino è stato dichiarato inagibile. Ancora da accertare con esattezza le cause della deflagrazione, secondo i primi accertamenti si potrebbe trattare di una fuga di gas. Sul caso indagano i carabinieri della Stazione di Santa Maria delle Mole e quelli del Nucleo Radiomobile di Frascati.


 
Potrebbe interessarti:http://www.today.it/citta/esplosione-villa-frattocchie-morto-feriti.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


Leggi la notizia

Dopo decenni di occhi chiusi e tentativi falliti, l’inchiesta sulla Affittopoli romana — scoperchiata dal commissario straordinario Francesco Paolo Tronca — miete le prime vittime. Il viceprocuratore della Corte dei Conti sezione Lazio, Ugo Montella, ha inviato una ventina di inviti a dedurre ad altrettanti assessori e dirigenti comunali che dal 2008 a oggi hanno gestito a vario titolo il patrimonio capitolino.

 

Leggi la notizia

ieri mattina una colata di asfalto copre l’avvallamento che una settimana fa avrebbe causato l’uscita di strada della Porsche di Claudio Salini su viale Cristoforo Colombo e la morte dell’imprenditore. In attesa della decisione della procura di nominare un consulente per procedere con un accertamento tecnico non ripetibile sul luogo dell’incidente, il Comune - visto che l’arteria è una di quelle della Grande viabilità cittadina, diverse da quelle gestite dal municipio - ha autorizzato i lavori di copertura. Cancellando di fatto tracce che potrebbero essere utili per il prosieguo delle indagini. Tanto più che per la morte di Salini si indaga per omicidio colposo, ipotizzando che la carambola mortale della Porsche finita contro l’albero sia stata innescata da quell’avvallamento non segnalato - i cartelli a ridosso dell’avvallamento sono comparsi solo il giorno successivo all’incidente con un segnale di limite di velocità a 30 all’ora - per settimane.

Queste le premesse della morte dell'amico Claudio Salini.Purtroppo la porsche di Claudio Salini si e' schiantata contro un albero perche' viaggiava a velocita' impressionante.Claudio Salini si era probabilmente ingarellato con un'altra autovettura una folle corsa che ha visto l'imprenditore romano finire la gara contro un albero.Le indagini sono volte a fare luce su questa possibilita' e dalle telecamere si cerca una risposta.

La Cristoforo Colombo e' sempre palcoscenico di corse folli di automobili e centauri .A Ponte Milvio ogni mercoledi' sera si radunano alcuni centauri fanatici dell'altissima velocita' che piombano sulla piazza a velocita' folli dopo aver percorso viale Tor di Quinto incrociando semafori e i passi carrabili come quello di Mondo Fitness La morte di Claudio Salini mette in risalto la vera causa di questi incidenti: l'alta velocita' .Roma e' il piu'



Leggi la notizia

Roma la morte corre sulle strade.Chi frequenta Ponte Milvio o i locali di Viale di Tor di Quinto sa che ogni giorno centauri e automobilisti si ingarellano in folli corse.In realta' non c'e' alcun controllo .I posti di blocco di Polizia Municipale e Carabinieri sono quasi sempre sulla Piazza mai vista una pattuglia effettuare controlli ad esempio all'altezza degli incroci di Mondo Fitness dove ogni sera arrivano i centauri che si radunano sotto l'entrata di Ponte Mollo.Mi sono sempre domandato perche' nessuno controlla le autorita' non fanno rispettare i limiti di velcita'.Poi ci si accorge del problema quando arrivano i morti da Claudio Salini a questo ragazzo forse ubriaco che guidava la sua auto ad una velocita' folle .

Un altro incidente nella notte, un'altra vita spezzata in uno schianto mortale. La tragedia nella notte tra lunedì e martedì, intorno alle 3, quando quattro giovani a bordo di una Fiat 600 hanno perso il controllo dell'auto andando a sbattere violentemente contro un semaforo a largo Maresciallo Diaz. Il passeggero a lato del guidatore, arrivato in codice rosso al Policlinico Gemelli è morto subito dopo. Il conducente, trasportato in condizioni gravissime in ospedale, ha subito un'operazione e adesso lotta tra la vita e la morte. Feriti anche gli altri due passeggeri, ricoverati in codice giallo. Non sono in pericolo di vita.

Sul posto sono arrivati gli agenti della XV squadra della municipale, la polizia ed i vigili del fuoco, che hanno dovuto estrarre i giovani dalle lamiere dell'auto, andata completamente distrutta nello scontro. Ancora tutta da accertare la dinamica, forse legata all'alta velocità o alle condizioni della strada: i quattro ragazzi, residenti tutti residenti a Castel Gandolfo e di età compresa tra i 18 ed i 22 anni, uscivano probabilmente da uno dei tanti locali che si trovano nella zona di Ponte Milvio. Lo scenario è però simile a quello dell'incidente avvenuto nella tarda serata di domenica, quando l'imprenditore romano Claudio Salini ha perso la vita andando a sbattere con la propria Porsche contro

 
 un albero sulla Cristoforo Colombo: un'auto da sola, di notte, che perde il controllo e si schianta tragicamente.

I vigili sono al momento al lavoro per visionare tutti i filmati delle telecamere presenti nella zona, mentre i due superstiti sono ancora in stato di shock e non sono in grado di fornire informazioni utili a ricostruire l'accaduto. E con quest'ennesima tragedia, salgono a tredici le vittime di incidenti stradali nella Capitale negli ultimi dodici giorni.
 


Leggi la notizia

Acea, il cda nomina Irace amministratore delegato: nuovi vertici al completo

ACEA ROMA AMMINISTRAZIONE UN COLABRODO.5 GIORNI PER LA RIATTIVAZIONE DI UNA UTENZA ELETTRICA I TECNICI ACEA ALLA PARTITA DI RUGBY ITALIA GALLES.LA GRANDE DORMITA GENERALE.L'UTENZA 373733636 SITA IN ROMA PARIOLI E' SENZA LUCE DA 5 GIORNI.DA QUANDO SI E' INSEDIATO IL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL'ACEA ENERGIA LA SOCIETA' COMUNALE E' DIVENTATA UN COLABRODO ALTISSIMO L'ASSENTEISMO TRA I TECNICI INCARICATI DELLE RIATTIVAZIONI TUTTI AL MARE O IN MONTAGNA NESSUNO SA DOVE SONO ANDATI A FINIRE.

Prende quindi forma completa il nuovo cda dell'azienda capitolina. A occupare il posto di Giancarlo Cremonesi, Catia Tomasetti, avvocato con esperienza nel settore idrico seguita da Alberto Irace, amministratore delegato dell'azienda toscana Publiacqua per il posto di ad. Nominate anche Paola Profeta, docente presso la facoltà di Scienza delle finanze all'università Bocconi ed Elisabetta Maggini. Oltre ai quattro nomi proposti dal Campidoglio, che erano state oggetto di disappunto da parte della maggioranza, ci sono i tre avanzati dai soci privati della multiutility capitolina, Caltagirone e Suez: Francesco Caltagirone per il primo, Giovanni Giani e Diane D'Arras per il secondo.


 
Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/politica/acea-nomina-cda-amministratore-delegato-alberto-irace-presidente-catia-tomasetti.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809


Leggi la notizia

Pagina 1 di 5    [1 2 3 4 5 ] - >>