MILANO - L'incubo crescita economica zavorra i mercati, preoccupati anche dall'instabilità politica che torna a profilarsi su Atene e la Grecia. L'Iraq segue l'Arabia Saudita nella decisione di tagliare il prezzo del petrolio per difendere la propria quota di mercato: una mossa che da un lato è destinata a sostenere la domanda, ma dall'altro condiziona le società energetiche costrette a rivedere i propri piani industriali. La convinzione dei paesi produttori di petrolio, però, è che la ripresa economica sia più fragile di quanto immaginato. 

Un'ipotesi che in mattinata ha affondato la Borsa di Shanghai, il più grande mercato azionario cinese che ha chiuso la seduta registrando un crollo del 5,43% a 2.856,27 punti, all'indomani del record raggiunto ieri, quando ha superato per la prima volta i 3.000 punti. A quanto pare il "Central Economic Work Conference" - il summit a porte chiuse in cui i vertici del Partito comunista cinese decidono la rotta dell'economia - potrebbe rivedere al ribasso delle stime di crescita per il 2015 dal 7,5% al 7%. 

Leggi la notizia

Il parterre di Borsa Italiana non poteva essere occasione migliore per il patron di Tod's, Diego Della Valle, per commentare il trasloco oltreoceano di Fiat attraverso la nuova entità FCA e il recente annuncio dello spin-off Ferrari. "La quotazioni di Ferrari avverrà a prezzi molto elevati perchè l'azienda ha un grande valore - ha detto l'imprenditore oggi marchigiano - ma serve a coprire il bidone Fiat e gli introiti dell'Ipo Ferrari serviranno a coprire i debiti di FCA e magari anche per fare macchine. Prima o poi ne farà una Sergio, no?". 
 
Intervenuto nel corso del convegno "Back to Italy" organizzato da Pambianco, Della Valle ha rincarato la dose definendo "vergognoso" il modo in cui Montezemolo è stato mandato via e "il motivo è evidente". "Se Ferrari fosse stata sul mercato, l'uscita di Montezemolo sarebbe stata un errore incredibile. Quotarla in questo modo significa depauperare l'azienda".
Riferendosi poi alla famiglia Agnelli, Della Valle ha aggiunto: "Se vogliamo che l'Italia cambi dobbiamo avere il coraggio di dire quanto male ha fatto questa famiglia al Paese". 


Leggi la notizia / Video

Roma Harry Winston del gruppo Swatch apre il suo flagstore oltre 800mq a Roma in Via dei Condotti valore 7 milioni di euro annui.Un contratto monstre che lancia gli store del lusso nel segmento dell'alta finanza.

"Niente rende come un negozio in una delle strade commerciali piu' importanti di Roma e Milano.Ormai parliamo di altissima finanza,gioielli,diamanti blu.Il mercato del real estate e' questo oggi in Italia.Come Harry Winston siamo tra i principali operatori di questo segmento,il vero scacchiere sul mercato globale."

Corsini real estate e' il piu' grande operatore italiano specializzato nel brand dei luxury store con oltre 2 miliardi di euro di proprieta' in portafoglio.

"Il settore dei luxury store continuera' a crescere preda ambita dei principali SWF globali."

direzione@corsinihouses.com 



Leggi la notizia

Roma 29 Novembre 2014 Corsera.it Intervista a Matteo Corsini presidente di Global capital Italia advisor internazionale. Domanda:Lei e' uno specialista di fondi di investimento nel mondo.Qual'e' lo scenario tecnico di un eventuale ritorno alla lira? Corsini: In questi giorni mi domandano come mai la nostra azienda ha confezionato portafogli immobiliari da oltre 1 billion di euro.Oggi forse se ne potranno fare una ragione.Con il ritorno alla lira i SWFs i Sovereign Wealth Funds e i fondi globali di investimento saranno pronti ad allagare il mercato immobiliare con miliardi di dollari. Italia No Euro ormai e' chiaro che il paese si prepara alla grande svolta e piu' che in Francia l'Italia soffre per la crisi economica.Secondo Matteo Corsini leggenda del settore immobiliare i fondi di investimento sarebbero pronti ad entrare in massa in Italia con l'avvento della nuova moneta.La speculazione sarebbe altissima per effetto dell'istantanea riconversione euro Lira che avrebbe gli stessi effetti della volta precedente soltanto che la misura sarebbe ancora piu' forte.I prezzi gia' bassi delle case in un primo momento scenderebbero ancora per effetto del cambio con una moneta a forte rischio di svalutazione ma immediatamente dopo pochi istanti dopo confluirebbero sul paese centinaia di miliardi di lire dei fondi SWFs e Fondi globali.Il nostro e' sempre uno dei

Leggi la notizia

Siena 3 Novembre 2014 Corsera.it Monte dei Paschi di Siena si appresta a varare un nuovo aumento di capitale dopo la bocciatura degli stress test da parte della BCE. Un deficit di bilancio di circa 2 miliardi di euro che se si sommasse ad una svalutazione dei valori immobiliari sui finanziamenti prestati diventerebbe una voragine. Un buco nero di oltre 3 miliardi che nel breve periodo potrebbero diventare crediti inesigibili.Da mesi ormai l'istituto di Rocca Salimbeni evita di mettere in mora la clientela che ha contratto mutui e finanziamenti per non rischiare di iscrivere in bilancio una montagna di crediti inesigibili che minerebbero in maniera irreversibile il futuro della banca di Siena.Conti alla mano neanche quest'ultimo aumento di capitale riuscira' a salvare la banca prossima ad essere svenduta al miglior offerente.Monte dei Paschi di Siena non esiste piu' sembra incredibile ma e' cosi'.

Leggi la notizia

Roma 27 Ottobre 2014 Corsera.it All'indomani dei risultati degli stress test della BCE la Borsa italiana reagisce malissimo ma e' l'istituto senese Monte dei Paschi di Siena ad essere travolto dalle vendite con un crollo del 20%.L'istituto senese e' forse destinato a sparire dal panorama bancario italiano e la via dell'integrazione appare la sola soluzione.Nel corso degli ultimi tre anni si sono succeduti aumenti di capitale draconiani che hanno avuto come effetto soltanto il continuo depauperamento del valore del titolo.Il fabbisogno finanziario e' senza precedenti ad oggi nelle casse di MPS mancano all'appello quasi 2 miliardi di euro.Dove trovarli ? E' impossibile con lo stato comatoso del sistema finanziario italiano,ma sopratutto non c'e' appello per la governance della banca presieduta da Alessandro Profumo.La banca e' ormai fuori controllo e la spirale ribassista dovrebbe nei prossimi giorni trascinare al ribasso il titolo.Il futuro dell'intera citta' e in pericolo,perche' ormai la credibilita' dell'istituto senese non esiste piu'.E' come Lehman Brothers meglio disfarsi del virus che infetta il sistema bancario italiano prima che sia troppo tardi.

Leggi la notizia

Bruxelles 26 Ottobre 2014 Corsera.it Gli stress test sulle banche europee hanno decretato la morte del Monte dei Paschi di Siena che dopo il draconiano aumento di capital del giugno scorso vede ancora un gigantesco fabbisogno di capitale per circa 2.5 miliardi di euro.La formula adottata da Alessandro Profumo per salvare la banca senese non risulta dunque essere stato sufficiente. MPS e' una banca morta l'immenso patrimonio di un'intera citta' evaporato in pochi anni distrutto da una gestione politicizzata.Il destino di MPS e' ormai segnato e l'integrazione della banca dentro Intesa e' all'ordine del giorno.W Siena il Re e' morto!

Leggi la notizia

Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, non parla di «bazooka», di armi monetarie straordinarie per evitare la deflazione e battere le tendenze recessive che riemergono anche nelle economie europee più solide. Non lo fa perché non è una parola del suo vocabolario, ma, soprattutto, perché un’arma simile non esiste. Ci fosse, sarebbe il momento di usarla perché la situazione è veramente difficile. E la Banca centrale europea promette che, per quello che potrà fare, non si tirerà indietro: stretta tra crescente disoccupazione strutturale, economie che non crescono e vincoli di bilancio, l’Europa ha bisogno di interventi simultanei e massicci sia dal lato del sostegno alla domanda da attivare con le politiche monetarie e fiscali, sia da quello delle riforme strutturali.

Leggi la notizia

Roma, 16 apr. (Adnkronos) - La quarta Sezione del Tribunale penale di Roma, dopo un dibattimento durato oltre sei anni, ha assolto con la formula "perché il fatto non sussiste" Massimiliano Zucchi (difeso dall'Avv. Prof. Fabrizio Lemme e dall'Avv. Prof. Francesco Emanuele Salamone), proprietario della casa di cura Villa Fulva, dall'imputazione di peculato (per 25 milioni di euro) e di corruzione nei confronti del funzionario della Asl Francesco Dell'Orso (anche quest'ultimo assolto e difeso dall'Avv. Gaetano Martellucci). Assolti anche Cosimo Dell'Aria (difeso dall'Avv. Mattia Lamarra) ed il Colonnello Giuseppe Massaro (assistito dall'Avv. Anna Orlando), imputati per concorso nel peculato. Il Tribunale - per effetto della pronunzia assolutoria - ha disposto altresì la restituzione a Zucchi di diversi milioni di euro, oggetto di precedente sequestro giudiziale. Zucchi era stato sottoposto ad una lunga carcerazione preventiva, della durata complessiva di sei mesi. "La vicenda giudiziaria è così riassumibile - si legge in una nota dei legali di Zucchi - Nel 2002, Villa Fulvia e la ASL Roma B avevano sottoscritto una transazione, con la quale erano stati riconosciuti a Villa Fulvia

Leggi la notizia

Roma 18 Aprile 2014 Corsera.it Spread giu'.La crisi dell'euro e' ormai alle spalle."mercato immobiliare riaccende i motori " e' quanto sostiene Matteo Corsini di Abramovich real estate Italia." Stiamo assistendo al recupero del real estate,dopo 18 mesi di continui ribassi siamo per inserire il turbo.Fioccano le richiesta di investimento dall'estero sopratutto da Londra,banche,paesi Arabi grandi investitori ,fondi sovrani ma sopratutto si sveglia il comparto uffici commerciale.La societa' Abramovich ha in portafoglio qualcosa come 700 milioni di euro di proprieta' in vendita e le operazioni ormai sono all'ordine del giorno.I nostri operatori sono attivi 24 ore al giorno e le aste commerciali internazionali sono ormai la nuova frontiera del mercato immobiliare.Il mattone anche in Italia e' come un titolo azionario del paese piu' bello del mondo." Dove acquistano gli arabi? "Siamo in trattativa per un attico da 30 milioni di euro al centro storico di Roma.Una perla rarissima come fosse un diamante blu." "Eur e' un quartiere di grande attrazione,qui sono di moda ancora una volta gli uffici e le ville di prestigio quelle con piscina e parco.Ma se andiamo verso il centro ormai le offerte fioccano da ogni dove nel mondo.L'Italia a questi prezzi e' la migliore occasione di investimento e dunque sta per riprendere il ballo del mattone." Abramovich real estate chiama subito per venere il tuo immobile a 0680691720 oppure direttamente 335291766 o invia una tua email alla direzione direzione.rm@corsiniouses.com

Leggi la notizia

Roma 4 Marzo 2014 Corsera.it Roma crisi euro.Mercato immobiliare Abramovich real estate e' boom delle aste immobiliari on line.La nuova frontiera della vendita immobiliare con prezzo a base d'asta.Sperimentato per la prima volta in Italia dalla Abramovich real estate questo sistema di vendita adottato dai paesi anglosassoni sta ottenendo un grande successo internazionale anche in Italia.I clienti internazionali amano acquistare con il prezzo a base d'asta e seguire al telefono i momenti della fase competitiva.La vendita a prezzo base d'asta consente di comprendere immediatamente quale sia il valore effettivamente monetizzabile dell'appartamento e dunque spinge l'acquirente a rilanciare,sicuro che sotto di lui la casa che vuole acquistare ha un valore confermato dalla negoziazione."Tra gli immobili piu' ricercati a livello intenazionale sulla citta' di Roma ci sono sicuramente le case al centro storico,le dimore di lusso,i grandi appartamenti al piano nobile,insomma il prestigio per ecellenza delle nostra dimore storiche.Qui troviamo la piu' alta concentrazione di acquirenti stranieri che sono per lo piu' residenti a Londra,Ginevra,New York,Parigi le grandi citta' internazionali.Con questo sistema-spiega Matteo Corsini di Abramovich real estate-siamo in grado di raggiungere con la nostra offerta immobiliare ogni angolo del pianeta e quando l'immobile e' di grande pregio siamo sicuri di fare centro a prezzi interessanti,anche oggi che il mercato mostra evidenti segni di flessione.Con questo sistema la vendita e' inoltre rapidissima e indolore,vale a dire che il proprietario non soffre le lungaggini della vendita tradizionale,quella dell'offerta.Qui il cerchio si stringe subito,se gli acquirenti vogliono acquistare,devono concorrere con altri acquirenti sparsi ai quattro angoli del pianeta." Abramovich real estate oggi si trova al numero 068086058

Leggi la notizia

Roma 23 febbraio 2014 Corsera.it Non appena insediato il governo di Matteo Renzi si piega alla logica staliniana di Angel Merkel,risanare i conti e per farlo si abbassa la mannaia sulle rendite finanziarie,catastalia,sopratutto la cedolare secca sui BOT.Una patrimoniale che si adombra sui risparmi degli italiani,un'altra botta secca che Matteo Renzi paga per il sostegno politico internazionale della Germania di Angela Merkel. Dall'imu alla liquidita',lo Stato italiano come un vampiro prende i soldi dove li trova,senza guardare in faccia a nessuno.

Leggi la notizia

Roma 23 febbraio 2014 Corsera.it Il neonato governo del sindaco di Firenze Matteo Renzi paga subito dazio alla Germania di Angela Merkel:subit o la cedolare secca sulle rendite finanziarie e sui bot.Una patrimoniale che qualcuno sentiva nell'aria.Qualcuno che si e' tenuto lontano dai mattoni per paura della tassazione IMU e che oggi si ritrova a dover fronteggiare un succhio improvvisato delle sue risorse.Graziano parla di 30 40 euro ogni 100 mila euro investiti in bot,ma da fonti del Corsera.it la cedolare secca sara' almeno dell'1% o i conti in Italia non quadrano neanche quest'anno.

Leggi la notizia

Piazza Affari ha chiuso in deciso ribasso aumentando le perdite dopo il deludente Ism manifatturiero statunitense di gennaio, sceso a 51,3 punti, e la conseguente accelerazione ribassista di Wall Street. L’indice Ftse Mib ha così perso la soglia dei 19.000 punti chiudendo con una flessione del 2,63% a 18.907 punti. Già questa mattina il clima sui mercati non era dei migliori in scia al Pmi manifatturiero cinese, sceso a gennaio a 50,5 punti dai 51 punti di dicembre. Questo, sommato alle preoccupazioni legate ai mercati emergenti, ha fatto scivolare la Borsa di Tokyo dove il Nikkei ha toccato i nuovi minimi da due mesi e mezzo. Gli investitori hanno invece snobbato le indicazioni positive arrivate dall’Eurozona e in particolare dalla Germania, dove l’attività manifatturiera ha raggiunto i massimi dal maggio del 2011 a quota a 56,5 punti.

Leggi la notizia

Roma 2 Febbraio 2014 Corsera.it Roma real estate da Botteghe Oscure a Fontana di Trevi nido d'amore di Silvio Berlusconi,la storia di Matteo Corsini erede del GRA,oggi si racconta,le ultime frontiere dell'immobiliare del futuro. "Malgrado la crisi siamo sempre sulla cresta dell'onda,con le nostre aste on line riusciamo a vendere una casa al minuto,in pochi istanti l'offerta immobiliare raggiunge milioni di clienti in tutto il mondo e vendere non e' mai stato cosi' facile.Certo il valore delle case e' diminuito,ma mai come in questo momento si vende alla grande,perche' gli investitori stranieri e sopratutto gli italiani residenti all'estero vedono il nostro paese come un grande opportunita' di investimento.I nostri centralini sono aperti 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana e questo servizio soddisfa la clientela che ci raggiunge dall'estero." Abramovich real estate 068086058

Leggi la notizia

<< - Pagina 6 di 26    [1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 ] - >>