DIVORZIO ALL'ITALIANA VERONICA LARIO NOEMI LETIZIA SILVIO BERLUSCONI.IL POPOLO DELLA LIBERTA' SENZA LEADER .

Roma 16 Maggio 2009 (Corsera.it )di Matteo Corsini

Silvio Berlusconi avvelenato,vittima di una congiura sapientemente orchestrata da qualcuno che questa volta ha tirato la corda della botola per farcelo cadere dentro,gambe penzoloni come Benito Mussolini a Piazzale Loreto.

Al culmine del suo splendore politico,Silvio Berlusconi cade,rotola in terra,inizia ad avere paura della vertigine del buio,adesso immagina di poter essere sconfitto dal frate francescano che lo incalza sudaticcio di puritanesimo.Il leader carismatico Silvio Berlusconi è diventato all'improvviso per l'opinione pubblica un pedofilo e il suo partito adesso oggetto della Santa Inquisizione ad opera di Dario Franceschini,uno a cui puzzano i piedi.Silvio Berlusconi è terrorizzato ....

 ....adesso di affrontare le masse,di sentirsi tirare per le orecchie con quel sostantivo fetido : Pedofilo tornatene a casa.

Ma la guerra politica è feroce e fatta senza esclusione di colpi,come ogni Re o Imperatore,Silvio Berlusconi è rimasto vittima di una spietata vendetta,da parte di quelle raffinate menti che costituiscono la massoneria italiana,un serpente velenoso in grado di investire del suo sangue purulento chiunque .L'Italia affonda insieme al suo leader carismatico,quello che aveva conquistato il palcoscenico mondiale con le sue celeberrime barzellette,ma ormai è certo ,il leader è bruciato,sconfitto,quella Noemi Letizia è stata una iattura,il corpo avvelenato dell'Inferno ,il nome di una pozione avvelenata.Lo sfogo mediatico  di Veronica Lario allora diventa quasi una difesa del marito,un monito di allarme,la Regina si è accorta che il marito è stato avvelenato,calunniato,assassinato in pratica.Quel che è peggio è che il capo indiscusso potrebbe essere adesso oggetto di ricatti orribili,perchè se corrisponde a verità che Noemi Letizia ha varcato la soglia privata del Premier a Palazzo Grazioli,qualcuno ha preso appunti,qualcuno ha scattato delle fotografie,qualcuno ha ripreso gli incontri.I servizi segreti ricattano Silvio Berlusconi adesso,questo è certo.Chi comanda i servizi segreti italiani?Chi sono gli esponenti di quella potente lobby massonica che potrebbero defenestrare il leader?

Sull'Italia incombe un pericolo devastante,il pericolo della dittatura militare costituita dai servizi segreti deviati,soldati della massoneria .Non è un gioco la P2,non lo era prima e non lo è adesso.

 

ROMA - Nei primi tre mesi dell'anno in corso il prodotto interno lordo (Pil) dell'Italia ha subito una variazione su base annua pari a -5,9%, il dato peggiore secondo le stime preliminari dal 1980, cioè da quanto l'Istat effettua le rilevazioni. Rispetto al trimestre precedente (il quarto del 2008) il calo è del 2,4%. Su base congiunturale il Pil registra quindi il quarto calo consecutivo. I dati, espressi in termini destagionalizzati e corretti per i giorni lavorativi, sono peggiori rispetto alle previsioni degli analisti. L'Istat ha anche reso noti i dati definitivi dell'inflazione per il mese di aprile: 1,2% annuo, rivista al ribasso di un decimo la stima preliminare.

 

DISCESA - «Il risultato congiunturale del Pil è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto dell'agricoltura, dell'industria e dei servizi», afferma l'Istat in una nota. Il Pil acquisito per il 2009, ovvero la crescita media annua che si avrebbe in caso di variazione nulla nei prossimi tre trimestri, è pari a -4,6%. Le ultime stime governative, diffuse il 1° maggio, danno il Pil in calo nel 2009 del 4,2%.

CALO MONDIALE - Venerdì sono stati diffusi i dati di molte nazioni, che sono più neri delle previsioni. In particolare, la Germania registra il calo peggiore dal 1970. La Francia è entrata nel periodo di recessione più lunga dal 1949. Di seguito i dati Paese per Paese: il prima riguarda il dato del primo trimestre 2009 sul quarto del 2008, il secondo il dato tendenziale annuo.

Ue-27 -2,5% -4,4%
Eurozona-16 -2,5% -4,6%
Italia -2,4% -5,9%
Germania -3,8% -6,7%
Francia -1,2% -3%
Gran Bretagna -1,9% -4,1%
Spagna -1,8% -2,9%
Stati Uniti -1,6% -2,6%
Olanda -2,8% -4,5%
Austria -2,8% -3,6%
Rep. Ceca +0,7% -3,4%
Romania -2,6% -6,4%
Bulgaria -3,5% (annuo)
Ungheria -2,3% -5,8%
Slovacchia -5,4% (annuo)
Hong Kong -4,3% -5,5-6,5%
Kazakistan -2,2% (annuo)

Commenta questo articolo

Tutti i commenti