IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI INTENDE DIMETTERSI.INSOSTENIBILE LA PRESSIONE MONDIALE SULLA VICENDA NOEMI LETIZIA.

Roma 25 Maggio 2009 (Corsera.it)

La vicenda di Noemi Letizia sta esplodendo con una forza dirompente con cui nessuno,tra i consiglieri del Premier Silvio Berlusconi, immaginava dovesse avere a che fare.Ormai la pressione della stampa mondiale sul caso del flirt tra il Premier italiano e la giovane minorenne Noemi Letizia ,ritratta con la mano sulla vagina mentre ....

....sogna a testa riversa all'indietro nella simulazione di un atto sessuale, sta facendo il giro del mondo e rischia seriamente di compromettere l'immagine dell'Italia a livello mondiale.Oggi anche la Chiesa attraverso l'arcivescovo emerito di Pisa ed ex Vicepresidente della CEI,è intevenuto sulla vicenda commentando con fermezza : "Vicende che chiamano cosi' pesantemente in causa la vita privata di un capo di governo - ha detto - non possono non lederne la credibilita' personale''.

Silvio Berlusconi è dunque ad un passo eclatante per la vicenda,le sue dimissioni in tronco,anche per evitare che altri particolari devastanti per la sua immagine rischino di compromettere anche il cammino del PDL.

 

 

ROMA - Credibilita' personale lesa in una vicenda che rischia di trasformare "disvalori e scelte immorali in segni di successo, esempi di un potere che puo' permettersi tutto, condotte alla moda''. Alessandro Plotti, arcivescovo emerito di Pisa ed ex vicepresidente della Cei, intervistato dal quotidiano La Stampa, si e' espresso cosi' sulle ultime rivelazioni dei rapporti tra Silvio Berlusconi e Noemi Letizia.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti