NATALE A VILLA CERTOSA.NOEMI LETIZIA E LE 40 CONIGLIETTE DI PLAYBOY A CASA DI SILVIO BERLUSCONI.

Roma 25 Maggio 2009 (Corsera.it )

Dobbiamo domandarci se Silvio Berlusconi è il Presidente del Consiglio italiano o immagina di essere l'ditore di una rivista erotica.Dobbiamo chiederci di quante altre conferme il Premier Silvio Berlusconi ha bisogno per venire a raccontare la verità su questa vicenda,che più di ogni altra ha colto in flagrante le attitudini dell'uomo.Dobbiamo chiederci se l'Italia ha davvero bisogno della confessione di una ragazza per sbarazzarsi del Premier,o almeno di quel Presidente del Consiglio che ha mentito ad una intera nazione-Dobbiamo chiederci se è ormai necessario che Noemi Letizia confessi di essere amante o.....

.....sorella,oppure invitata speciale nella vita del Premier,per capire che i desideri occulti o palesi del Cavaliere di Arcore sono ben altri da quelli che mostra con il sorriso nelle sue visite in Abruzzo.Noemi Letizia amante vera o presunta ha svelato un mistero del Cavaliere di Arcore: il desiderio della sua vita è trasformare La Certosa nella casa dell'editore di Playboy e vivere come lui circondato da conigliette,l'Abruzzo e i terremotati sono un pretesto per guadagnare il potere che scuote il membro più vigorosamente del Viagra.

Dobbiamo domandarci quante sfaccettature ha l'amore,come viene inteso,cosa comanda, se il cuore,la mente o il corpo.Ma la passione è oltre ognuna di queste dimensioni,forse è emozione pura,desiderio,semplice gioco dell'onirico.Sta di fatto che in questa storia il sublime dell'animo ha superato la realtà,spazia oltre qualsiasi confine,perchè vuole farsi riconoscere al mondo,al di là della sua realtà.La verità è che l'amore impossibile della ragazzina Noemi Letizia per il Premier Silvio Berlusconi ,rischia di travolgerlo per sempre nel baratro,perchè ormai finzione e verità si scavalcano ogni istante.........

.......rendendo impossibile distinguere quale sia la verità di questa giostra impazzita di desiderio.

Ormai è chiaro,il desiderio ,la voglia ,la bramosia ,ha superato la realtà.Vero e non vero,Noemi Letizia è stata a letto con Silvio Berlusconi la notte di Capodanno del 2008,stava con lui nella sua villa a Porto Rotondo e non c'era la madre Anna Palumbo,ma altre 40 conigliette,come nella villa del magnate dell'erotismo americano Hugh  Hefner,patron di Plaboy.

Nessun dubbio ormai che Noemi Letizia sia figura perfetta di una ipotetica amante del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.Nessuna notizia infatti è stata smentita e tutte le occasioni di incontro tra i due confermate dalla cronaca,al contrario ogni giorno gli elementi del puzzle si incollano insieme come i fotogrammi di un film d'amore.Nessun alltra donna è infatti presente nelle medesime situazioni,nessun altra donna come Noemi Letizia era presente a Palazzo Grazioli,alla Festa del Milan e a Villa Certosa.Insieme sempre e ovunque,seprati in pubblico per non creare scompiglio all'immagine del Presidente del Consiglio.Noemi Letizia è l'amante segreta del Presidente non c'è dubbio,almeno la parte recitata è quella e non hanno senso tutte od altre ragioni.

Desiderio irrinunciabile,passione,successo e follia,questi gli ingredienti del mix fantastico che ha irritetito la giovane e procace ragazza napoletana ,Noemi Letizia,una bomba ad orologeria per il Premier ormai soffocato dallo scandalo.Lo stesso Niccolò Ghedini ha capito che per il Premier non c'è più nulla da fare,il caso è sploso e non si possono tentare soluzioni alternative,perchè a ore sarà la stessa Noemi e confessare non potendo reggere alla pressione sulla sua vita.Vero e non vero dunque,che il Presidente del Consiglio abbia consumato una storia sessuale con la Noemi Letizia,gli effetti devastanti ormai paragonabili a quella verità che nessuno per adesso osa proferire.La storia politica di Silvio Berlusconi è finita,una notte ,con quel brindisi infelice ,dentro il buio della sua mente,come sostiene Veronica Lario,di un "uomo malato ".Questa storia va ben al dilà della semplice battuta o della barzelletta di turno,questa storia mette in discussione il ruolo del presidente del Consiglio di un nazione di 60 milioni di italiani e ritrae il profilo di un uomo  che vive in un altro mondo,diverso dalle esigenze del suo popolo.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti