ACCUSA DI PEDOFILIA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.SILVIO BERLUSCONI RICATTATO.IN GIOCO LE ISTITUZIONI DEL PAESE.

Roma 28 Maggio 2009 (Corsera.it)

Ormai è allarme istituzionale per l'Italia,la Presidenza del Consiglio è sotto accusa,pesantissime quelle di molestie e pedofilia nei confronti della seconda carica pubblica del paese la Presidenza del Consiglio.Uno scandalo che sta assumendo proporzioni devastanti e contro il quale a nulla valgono la presa di posizione dei figli del Premier nè le dichiarazioni dei portavoce Bonaiuti e Cicchitto.Si smorza contro il nulla la tenacia rissosa del Ministro Sandro Bondi,la sequenza dello scandalo è un'onda che si ....

...ingigantisce giorno per giorno alimentata a dovere dalla stampoa italiana ostile al Premier e da quella estera che cerca di schiacciare l'immagine del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.Le fiamme che alimentano lo scandalo sono comunque in parte dovute allo stesso Silvio Berlusconi che si è lasciato andare a dichiarazioni del tutto contraddittorie circa le relazioni che intrattiene con la famiglia Letizia.Come quelle su Elio,il padre di Noemi, che dapprincipio era niente di meno che l'autista di Bettino Craxi,anche se successivamente smentita ,poi l'amicizia che lega i due in seguito alla morte del primogenito Iuri, e successivamente la condivisione politica tra il Presidente stesso e Elio,afferenti alcuni suggerimenti per i candidati del PDL nella provincia napoletana.Poi le false dichiarazioni dello stesso Silvio Berlusconi sugli incontri con Noemi Letizia che a suo dire si sarebbero svolti sempre in presenza dei genitori,al contrario Gino Flaminio ha smentito questa circostanza informando l'opinione pubblica sulla festa goliardica avvenuta a La Certosa,la villa privata del Premier a Porto Rotondo durante il Natale e Capodanno del 2008.Noemi Letizia,allora minorenne era invitata,presa con un jet privato e condotta in un bungalow del Presidente.La questione assume toni farzeschi e preoccupanti,.

Il Presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi è sotto accusa,per molestie e pedofilia nei confronti di Noemi Letizia.In gioco le principali istituzioni del Paese,una guerra che intende divorare la credibilità del paese agli occhi del mondo.Guerra aperta con il Financial Times e La Repubblica che insistono nella ricerca di quelle risposte che non arrivano da Palazzo Chigi.

La questione del flirt è morale ma sopratutto politica,chiunque ha agito,l'ha fatto consapevolmente per orchestrare una trappola al Premier,metterlo sotto accusa,anzi sotto il diabolico pericolo di una ghigliottina che molti vorrebbero lasciargli cadere sul collo.

Tra quanti giorni dobbiamo attenderci le dimissioni del Premier?

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti