DIVORZIO A SODOMA E GOMORRA.MARA CARFAGNA EVOCA I SIRCANA DALL'INFERNO,ECCO PERCHE' SILVIO BERLUSCONI PERDERA' LE ELEZIONI EUROPEE.

Roma 29 Maggio 2009 (Corsera.it)

Gino Flaminio flagellato dal Ministro Sandro Bondi e quest'oggi sul Corriere della Sera anche dalla Ministra Mara Carfagna,si illude che l' ex fidanzata Noemi Letizia sia rimasta illibata durante la festa di Capodanno alla Certosa di Porto Rotondo.La chiamerei l'illusione del giovane Gino Flaminio,perchè la verginità corporea non è la ....

.....sola verginità dell'uomo e la sua storia dimostra esattamente il contrario,la sua donna Noemi Letizia dopo la settimana nuziale in Sardegna ,come lui stesso ha ricordato "non era più la stessa " e il loro rapporto si è deteriorato.Poi Noemi procace e ammaliatrice ha preso un'altra strada,quella del Premier,del Milan ,insomma del denaro e del successo.Noemi Letizia si immaginava regina dello spettacolo,attrice divina come Sofia Loren,domatrice degli uomini televisivi.Ma ho fatto il fotografo,sono stato con tantissime di queste starlet,e già ti dico caro Gino che Noemi è stata semplicemente mercimonio di squallidi pruriti sessuali,niente altro.Il viso è troppo carico di asprezza,i lineamenti si incrudiscono dentro l'obiettivo,la foggia cinematografica insomma non c'è.Noemi non è una star,e' quel tempo intercorso tra un prurito ed un altro,tra una erezione ed un'altra.Finita questa tempesta sarete ben presto dimenticati perchè nessuno vorrà avere niente a che fare con voi,sarete considerati come degli appestati di colera.L'ha ben capito la zia di Noemi che si è alzata in piedi a difesa della sua nipote,della dingità della famiglia.Caro Gino sarete spazzati via con tanta inaudita violenza che anche questi giorni di gloria saranno soltanto una sofferenza da ricordare.Non ti chiamerà nessuno in televisione perchè temono un rapinatore condannato,temono tu possa partire e confessare la verità ovvero che sei stato il fidanzato di Noemi e che probabilmente in riva al mare avrete fatto all'amore,come naturale e logico per due giovani adolescenti.Hanno paura che il tuo cuore soccomba all'emozione e confessi la paura di perdere Noemi,il dolore che hai provato quando la tua donna ti è stata rapita e inghiottita nel tempio del mercimonio.

Accanto al Premier Silvio Berlusconi adesso è scesa in campo una dea,la Ministra Mara Carfagna,la pantera dei giornali hard,una bellezza sconvolgente vicino alla povera campagnola Noemi Letizia.La dea del tempio del successo e dei ricchi per difendere il suo Signore evoca i Sircana dell'Inferno,ruota la lama del suo coltello avvelenato anche contro lady Luxurya che ha confessato di essersi prostituita sacrificando  la sua vita di parlamentare.Caro Gino la tua storia è un momento che qualcuno ha afferrato,quasi con cinismo,tu sei un povero operaio sfigato che puzza di galera,tutto quello che all'interno della reggia del Premier non si identifica con niente.Tu sei uno scarto della società,non hai diritto ad un cuore,non puoi soffiare nell'orecchio di nessuno la tua pena e la tua disgrazia.Tu sei un derelitto che la dea Ministra Carfagna e il flagellatore Sandro Bondi intendono distruggere,come un virus,come un demonio malsano che infetta la loro vita illibata,la freschezza dei loro sentimenti e dei loro propositi.Tu sei merda caro Gino Flaminio,puzzi,fuggi via o ti faranno a pezzi.

Ma per altra versione della medaglia,i motivi che ti flagellano e ti incutono terrore,sono gli stessi che faranno affogare il Premier Silvio Berlusconi ,stroncheranno la sua carriera politica,renderanno giustizia terrena alla tua ingiustizia,renderanno temibile la tua figura al cospetto del regno di sodoma e gomorra che oggi anela dentro Palazzo Chigi.

Tu Gino Flaminio,piccolo eroe di periferia,della borgata napoletana,hai distrutto un Principe forte e potente,e nella tua vita ne sarai orgoglioso,ma non ti illudere che la tua musa sia rimasta illibata nella notte di Natale ,la frenesia del successo è superiore a qualsasi battito del cuore,al rispetto dei sentimenti umani.

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti