NOEMI LETIZIA,LA MIA ORGIA DI FRUTTA IN PISCINA CON PAPI SILVIO BERLUSCONI.

Roma 30 Maggio 2009 (C orsera.it)

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha personalmente preso penna e calamaio per fermare la pubblicazione degli scatti rubati nella sua villa di Porto Rotondo.Fotografie  talmente compromettenti da comportare la messa al bando politica del padrone di casa.I 700 scatti del fotografo  Antonio Zappadu costituiscono il carosello infernale di una danza drammatica ,lo scoop proibito ,di un centinaio di invitati ai festeggiamenti natalizi de La Certosa  e dediti alla lussuria e alla bramosia del potere ,successo e denaro.Nessuno ci credeva,e il primo a non crederlo era proprio Gino Flaminio,ma l'harem zoologico di Silvio Berlusconi esiste davvero,balla,canta,fischia e beve.Sono animali di tutte le razze,arrivano dalla profonda provincia italiana,dai reality,dalle selezioni per meteorine di Emilio Fede.Sono a buccia di banana,hanno grosse bocche a gommone di salvataggio,rosse,viola e arancioni.Sono animali da trofeo e da corrida,anatre e uccelli rari.Sono grandi,lunghi e deformi alcuni,hanno le zanne e le proboscidi e ridono quasi tutti,guaiscono di gioia.Sono animali a sangue caldo,disposti alla mescolanza e non al digiuno,al rito pagano dell'ammucchiata,al rollio pazzesco della vertigine.Una pazza folle festa durata per una settimana,da Natale a Capodanno,in cui è successo di tutto,quello che accade in tutte le case degli italiani compreso il famoso detto " chi non scopa a Capodanno poi non scopa tutto l'anno." Un'orgia letteralmente di ....

....motivi e minuetti lirici,danze frenetiche e barzellette,inquietanti anedotti della vita privata degli italiani.Lo squillo di trombe e acuti incredibili,follia dei gesti e delle danze aerobiche,tronisti e cubisti,autisti e  violoncellisti,maghe e druidi della passione.Aerobica la mattina,in ogni posizione,gambe divaricate e poi chiuse,donne a quattoni e rassodamento dei glutei,bocche avide dei succhi di ananas e pompelmo serviti freddi o all'improvviso.Membri dello staff ovunque,saltellavano come canguri intorno e in mezzo al parco,in cerca delle cerbiatte in accappatoio,o sotto la doccia,o dietro i cactus magari a prendere il sole ignude.Il sole cocente serviva la follia,quella strana musica strimpellata da Apicella,gongolante alla vista dello splendore delle cortigiane in bikini.

Luogo chiave della settimana di Natale la piscina con acqua riscaldata,bolle e schiuma,champagne servito in coppe d'argento,melasse di caviale e piatti di prosciutto,cetrioli che viaggiavano dentro l'acqua oliati a dovere per sfuggire alla presa.Risate generali per l'orgia della frutta acquatica,arrivavano pompelmi e meloni giganteschi che cozzavano sui cetrioli verdeggianti,alcuni decisamente immaturi.Un cocktail frenetico si agitava sotto le acque cristalline della piscina tropicale,al centro il gaudente Presidente del Consiglio che inseguiva cocchi e pompelme profumate e immature.

Noemi Letizia ne è sicuramente rimasta estasiata.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti