CORRIERE DELLA SERA.PD TEMPO SCADUTO.E LE PORCATE VITTORIE DELLA LEGA NORD.

Roma 10 giugno 2009 (Corsera.it)

Il Corriere pubblica oggi un editoriale di Pierluigi Battista sul tonfo PD all'ultima tornata elettorale."Il Partito democratico non può spendere i prossimi anni congratulandosi dello scampato pericolo dell'autodissoluzione." Il centrosinistra dunque relegato in un ruolo di secondo piano politico,sommerso dall'eclatante vittoria della Lega Nord e dagli squilli di tromba di Antonio Di Pietro,grasso di voti in cassa.

"Per il PD è scaduto il temp dei rinvii" .Pierluigi Battista dimentica di approfondire la vicenda,teorizzandola per inutile gioco letterale,perchè il PDL ha vinto proprio sulle strategie politiche centraliste e stataliste che una volta erano opzione vincente della Democrazia Cristiana e dei comunisti.Il vigore dell'attività politica di Silvio Berlusconi si fonda sul consenso dei professionisti della politica,quelli che sanno tagliare la mela in dieci parti e far affluire alla propria parte elettorale glim introiti delle attività pubbliche.Gli scandali italiani che si raccontano dimostrano sostanzialmente questo:il paese Italia arretra in una posizione di coltivatore diretto delle proprie sostanze,ma alcuna politica di internazionalizzazione è mai stata attuata da nessuno,tanto meno dal PD.Quale internazionalizzazione?

L'internazionalizzazione è la strategia politica necessaria a far ribaltare la consuetudine dell'allestimento economico italiano ,paralizzato e assistito allo Stato,mentre al Nord centinaia di aziende esportano i prodotti italiani e tutti i giorni se la battono con la concorrenza avversaria.

Offrire una alternativa concreta ai giovani  e alla nostra economia signifca affiancarla nel suo turnover internazionale,e dunque diventare la forza generatrice di una alleanza tra Stato e aziende.Sono le aziende che producono,che danno lavoro e che esportano all'estereo,sono le aziende che cacciano i nuovi mercati.Lo Stato deve affiancarle con vigore,senza depauperare le proprie risorse per una politica di assistenzialismo improducente.

Il Partito Democratico si specchia dunque nelle sue illusioni e nelle sue incapacità,si specchia nella botte piena di statalismo he ino a ieri hanno appoggiato e sviluppato.Lo Statalismo paralitico non porta più acqua la loro mulino perchè nell'imbroglio della politica sono più capaci e migliori gli avversari.La Lega Nord vince e stravince con la legge porcata,perchè non è l'etica e la morale che oggi spadroneggiano nella politica,ma la beffa,la migliore arguzia,la forza della contrapposzione,dunque il potere della lobby che prevale sull'altra.Agli italiani interessano i fatti propri,i soldi e i confini di casa propria.Il fine giustifica i mezzi e dunque anche Daniela Seracchini,la nuova leader del PD,sbaglia quando rimbrotta al leghista Cota che la legge elettorale è una porcata e per questo motivo va abolita,perchè i leghisti che ascoltano e anche i loro elettori faranno un solo ragionamento : difendono i nostri interessi anche con le porcate.

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti