CORRIERE SARZANINI .LA VENDETTA DI PATRIZIA D'ADDARIO SEDOTTA DA SILVIO BERLUSCONI .I PARTICOLARI PICCANTI DI COME SIAMO FINITI A LETTO.

Roma 22 Giugno 2009(Corsera.it)

Dal racconto del Corriere della Sera a firma dell'inviata speciale Fiorenza Sarzanini,sull'ultima notte tra Patrizia D'Addario e Silvio Berlusconi esce un quadro raccapricciante della relazione sessuale.Quella sera  a Palazzo Grazioli arrivano in tre,Patrizia,Barbara e Lucia.Tutte acchiappate da ....

Gianpi Tarantini,il giovanissimo imprenditore di Bari che intendeva fare affari con il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Dai racconti di Patrizia D'Addario ,l'escort barese,sapeva che quella serata,la seconda a cui partecipava,non poteva limitarsi alla sola cena,ma anche il lauto dopocena era previsto per le ambizioni di SIlvio.

Arrivarono in una sala dove era apparecchiato un lauto buffet,circondati da guardie del corpo immobili che presenziavano alla sicurezza del Premier.Forse lo stesso aveva paura della sua coscienza?

"Quando Silvio è entrato,è venuto subito verso di me." si legge nell'articolo della Fiorenza Sarzanini.

Nella borsetta di Patrizia D'Addario c'erano telefonino e registratore.La Mataha Hari era pronta allo scoop dell'anno.

La serata comincia con un video registrato della visita di Berlusconi negli Usa e poi mostra loro alcune fotografie della famiglia(raccapicciante) sopratutto quella del nipotino geniale.Poi Silvio Berlusconi si è affiancato a Patrizia ed ha cominciato ad accarezzarla,circondato dalla guardie del corpo.

Nell'articolo vengono anche pubblicate anche le frasi che testimoniano come la denuncia della Patrizia D'Addario sia forse frutto di un ambizioso ricatto.

 

Da altra fonte Affariitaliani.it Berlusconi, secondo il racconto della donna, avrebbe raccontato barzellette "molto sporche" e a un certo punto, si sarebbe rivolto alla D'Addario – che sedeva dall'altra parte del tavolo: "C'è qui una ragazza che non si fida più degli uomini, e le farò cambiare idea. La farò viaggiare su un jet privato e le farò vedere che gli uomini non sono quelli che lei pensa". "Che fai? Ti prendi gioco di me?", avrebbe replicato la D'Addario irritata. "Sì, so tutto", le avrebbe risposto Berlusconi, frase che avrebbe convinto la D'Addario che lui aveva indagato sul suo passato.

Durante la cena – racconta ancora la donna – Berlusconi continuava ad alzarsi per andare in un'altra stanza, tornando con un largo sorriso e vari regali: collane, pendenti, anelli, braccialetti e altri gioielli, molti a forma di farfalla, che avrebbe distribuito a tutte le donn e. Verso la fine della cena, racconta la D'Addario, Berlusconi le avrebbe chiesto di ballare un lento. "Abbiamo ballato davanti a tutti. Mi teneva stretta, ma ciò che mi ha colpito è che lo ha fatto davanti a tutti".

 

continua questa sera dopo le ore 23.00

se vuoi dire la tua o hai delle fotografie di Patrizia scrivi a :

redazione@corsera.it

Commenta questo articolo

Tutti i commenti