RAI POLEMICA.ANNOZERO PATRIZIA D'ADDARIO IN DIRETTA LA PUTTANA DEL CONSIGLIO.

Roma 26 settembre 2009(Corsera.it)

Immaginare la scopata della D'Addario,una professionista del sesso,con il piccolo Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi,è l'esercizio mentale che Michele Santoro attraverso la televisione ha sottoposto alla curiosità degli italiani.Perchè finalmente dopo mesi di gossip e scandali ,il popolo ha ascoltato la voce suadente della Puttana del Consiglio,quella Patrizia D'Addario che Silvio Berlusconi ha...

....puntato senza troppi fronzoli,pronto all'inforcata .

Annozero scoppia di salute e si alzano gli scudi.Michele Santoro per la prima volta in una televisione pubblica fa sentire la voce e mette a fuoco la puttana del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi,la bellissima(possiamo dirlo) Patrizia D'Addario,dal volto schematizzato dal bisturi,ma decisamente ...

....seducente,la voce precisa,tagliente,pochi argomenti che mettono a fuoco la sua relazione con il Premier e con il suo compagno di vita Giampi Tarantini.E' uno squarcio di coltello nel ventre purulento delle desiderate  presidenziali,gli affari notturni,la visibile ostentazione della sua potenza e della sua ricchezza,quando la ragazza replica alla domanda: "Voleva farmi cambiare idea sugli uomini e venirmi a prendere con il suo Jet."

Un por...,un maledetto por...,hanno pensato le donne in ascolto,perchè la sintesi è devastante.Potere in cambio di sesso,successo in cambio di una scopata decisamente trasgressiva.

La Patrizia D'addario in diretta RAI è un notizione,il film di una storia terribilmente peccaminosa,che suggerisce una via d'uscita dalla realtà costruita a sua immagina e somiglianza da parte di Silvio Berlusconi.Abbiamo imparato una cosa,che troppi soldi e troppo potere conducono direttamente nelle mani della pestilenza,nel dubbio,nell'equivoco,in quei vuoti di memoria che non si colmano se non con rapporti deliranti,infertili,di uno squallore devastante.

La squillo D'Addario è la fotografia che ritrae il volto squallido del potere,i suoi reconditi segreti quasi urla di un personale incubo di tristezza .

La bocca si fa amara,quando l'incontro è con quel Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi,sempre affabile,disposto alla battuta,raccontatore di barzellette,capace di rigirare il mondo,eppure cade risucchiato all'indietro da una storia di sesso galvanizzato forse dall'idea di sentirsi ancora uno stallone capace di ingannare la femmina del momento.Silvio Berlusconi replica dicendo che non conosceva l'identità della donna,non sapeva che mestiere facesse,la sua conquista era dunque sana,naturale,istintiva.Ma se ci poniamo la domanda inversa,ovvero,se Silvio Berlusconi era a conoscenza che fosse una squillo,quale squallida risposta dobbiamo darci?

A cosa vale dunque adesso il pruriginoso vespaio de dirigenti Rai e dei politici che cercano di correre ai ripari,perchè la prossima puntata di Michele SAntoro ,sarà davvero piccante,piena di risvolti peccaminosi sul rapporto sessuale che il Presidente del Consiglio ha consumato insieme alla squillo D'Addario.

Insomma la squillo c'è rimasta male ad essere stata ingannata,e adesso si vendica,con il gusto e il piacere degli italiani.

 

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti