SCANDALO MARRAZZO.MEGLIO DI LAPO PEGGIO DI ELKANN .IL BALLETTO SATANICO DEI VIDEO DELLE ORGE INSIEME AI TRANS.

Roma 5 Novembre 2009(Corsera.it)di Matteo Corsini

A trans e a puttane,questa la misera vita privata dei nostri politici.Che nauseabondo squallore tra Silvio Berlusconi e Piero Marrazzo.Che sbobba di merda che ci piove addosso,che teatrino di tristezza devastante la loro vita privata,segreta.Quali valori? Quali esempi per il loro popolo?

Una intera Regione alla mercè dei ricatti di un gruppo di transessuali.Un'intera nazione alla mercè di un manipolo di politici a cui tira più il sesso che l'interesse del paese.

Piero Marrazzo protagonista di filmini a luci rosse mentre si intrattiene non con uno,ma due transessuali alla volta.Meglio di Lapo o peggio di Elkann? Ormai siamo al delirio ,quello infernale delle confessioni dell'ex Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo,che pare ricordare di essere stato filmato durante i suoi incontri sessuali con diversi transessuali tra cui Brenda,Michelle e Natalie.L'ex Governatore sostiene che in preda al delirio della droga non è in grado di ricordare perfettamente.Il racconto è quello dei festini a base di droga e cazzi dei viados e clienti che si facevano rincorrere .Michelle è fuggita,forse è lei la trans che ha orchestrato il....

....ricatto insieme al suo pappone quel tal Gianguarino Cafasso oggi sotto un metro di terra per overdose da cocaina.Piero Marrazzo vittima di se stesso,più che degli altri,vittima del suo abnorme desiderio sessuale più che dal raggiro delle transessuali,Piero Marrazzo vittima di una città e di una regione governata da incapaci.Apare dunque un quadro agghiacciante di quello che accade di notte e di giorno in questa città,e a Via Gradoli difronte alla casa dei viados c'è la scuola elementare Kendalle.

Corsera.it riproduzione consentita citando la fonte.

 

ALtra fonte Il Corriere della Sera. ROMA — Filmato in un apparta­mento mentre si intrattiene con due transessuali. È questo l’ultimo incu­bo di Piero Marrazzo. Perché lunedì scorso, quando è stato ascoltato per la seconda volta, l’ex presidente del­la Regione Lazio ha ammesso di aver avuto rapporti a pagamento con altri viados, oltre a quelli con Natalie. E così ha confermato quanto già emer­geva dagli accertamenti compiuti in­terrogando proprio i brasiliani che abitano tra via Gradoli e via Due Pon­ti.

Stordito dalla cocaina

Afferma Marrazzo: «Ho avuto in­contri di questo tipo con un certo Brenda, nome che ho letto sui giorna­li in questi giorni e che mi sembra di ricordare. Nell’occasione di un incon­tro con Brenda ricordo che è passato anche un altro trans di cui non ram­mento il nome. Mi sembra che ho avuto solo due incontri con Brenda». E poi aggiunge: «Non sono a cono­scenza di video o foto scattate da Brenda in queste occasioni, ma il mio stato confusionale negli stessi dovuto all’assunzione di cocaina non mi mette in condizioni di saper­lo». In realtà era stato proprio Brenda a raccontare di un festino al quale partecipò l’allora governatore. «Con noi c’era anche Michelle — ha verba­lizzato — ma adesso sta a Parigi. Io avevo quel video, ma quando è co­minciata questa storia l’ho distrutto perché ho avuto paura. Lo tenevo nel mio computer e mi è capitato di farlo vedere. Anche Michelle ne ave­va una copia». In giro — oltre al fil­mato originale dell’irruzione che du­ra circa 13 minuti — ci sono dunque nuove immagini dell’ex presidente della Regione Lazio. Non solo. Dopo aver ascoltato numerosi transessuali della zona, gli investigatori del Ros si sono convinti che altri clienti possa­no essere stati ripresi mentre si in­trattenevano negli appartamenti con i viados. E questa pista investigativa porta ancora una volta a Gianguari­no Cafasso, il pusher morto il 12 set­tembre scorso che per primo ha cer­cato di vendere il video di Marrazzo con Natalie durante l’irruzione dei due carabinieri del Trionfale.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti