SILVIO BERLUSCONI NELLE MANI DELLE BRIGATE ROSSE.2010 RIFORME E PROCESSO BREVE.COME VINCERE LE ELEZIONI REGIONALI.

Roma  7 Gennaio 2010 (Corsera.it) d Big Mac

Silvio Berlusconi sdentato e rapito dalle Brigate Rosse,si appresta a vincere ancora una volta le elezioni.Nella sua faretra la freccia vincente,quella sul processo breve,che scatenerà le simpatie anche dei suoi detrattori.L'Italia è un paese ancora pieno zeppo di comunisti,quelli moderni,comunque invidiosi della maggiore ricchezza del....

.....vicino di banco.I vigili romani ad esempio mettono le multe alle automobili dei ricchi,anche se accanto ci sono le auto di altri cittadini nella medesima violazione del codice della strada.Sono invidiosi poliziotti e carabinieri,il cui stipendio  da fame li relega a margini della vita sociale,anzi di una vita dignitosa.Molti di loro fanno il doppio lavoro e riprendono i politici che fanno le fusa ai viados,a scopo ricattatorio.

L'Italia è il paese in cui i cittadini virtuosi che pagano le imposte e le tasse,si vedono costretti alla pari con gli evasori fiscali,la giustizia in Italia è asociale,ingiusta,perchè il suo presupposto è che le violazioni del codice penale siano dannose soltanto per chi ha da perdere,chi ha i soldi,mentre chi non li ha ,non lavora oppure lavora in nero,ha tutto da guadagnarci sopra.Silvio Berlusconi ha capito benissimo che il problema da lui si estende a milioni di cittadini,che si vedono giudicati da un sistema dove l'imperfezione economica dei suoi protagonisti è una problema genetico per questo paese infernale.

Strappare i cittadini virtuosi dalla maglia dei procedimenti penali iniqui,vuol dire avvicinarsi anche ai riottosi,quelli che non avrebbero mai garantito il consenso al premier Silvio Berlusconi.I cittadini avranno tempo ed energie da dedicare al lavoro,a produrre,e pagando le imposte a garantire che il sistema regga,perchè altrimenti il sistema Italia si potrebbe incrinare irrevocabilmente,nelle mani dei comunisti,siano essi vigili,ausiliari del traffico,poliziotti o carabinieri.

In questa giostra del consenso ,il Partito Democratico ,ancora una volta rischia di finire per strada,di squillare le trombe dei suoi maniaci dell'ordine e del giustizialismo,mentre il vuon Violante ieri se ne stava tranquillo a Cortina d'Ampezzo e girava per Corso Italia con le ziette.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti