GIANNI LETTA,LA SUA ZAMPACCIA NELLA TORTA DEL TERREMOTO.SILVIO BERLUSCONI CADUTA VERTICALE NEI SONDAGGI.

Aquila 13 Febbraio 2010 (Corsera.it)

Il Premier Silvio Berlusconi cade a ruota libera nei sondaggi prelettorali.Lo scandalo della Protezione Civile,colpisce al cuore la Presidenza del Consiglio e insieme a Guido Bertolaso,cade quel mito della macchina perfetta pronta ad intervenire contro gli effetti delle calamità naturali.Il volto che appare trasfigurato nella sua durezza e cattiveria,sono le parole di scherno,ciniche,degli imprenditori he operavano insieme a Angelo Balducci.Diego Anemone,Vito Piscicelli e company.L'Italia è profondamente sdegnata e delusa,ha ragione Guido Bertolaso,che ha gli occhi foderati di prosciutto e insieme a lui Gianni Letta,ma che guarda caso ha inzuppato le mani anche lui,dato che il genero Ottaviani è il proprietario della società di catering che si è aggiudicata il contratto per il G8 svoltosi all'Aquila.IL MOSTRO DUNQUE HA GLI OCCHI INIETTATI DI ....

...sangue,ride,mentre le mura della città dell'Aquila si sbriciolano sulla arne umana,travolgono donne uomini e bambini.La gente soffre e urla,muore.Ma gli imprenditori legati al giro della Presidenza del Consiglio se la ridono,si sfregano le mani durante quella notte orribile.E Bruno Vespa ,aquilano doc,che con il terremoto si è bagnato il viso con lacrime di coccodrillo,dove sta la notte degli arresti? Propone una serata dedicata all'anteprima di San Remo,parla di sesso,eppure qualcuno,qualcosa aveva impietosamente infangato i suoi concittadini.Nessuna risposta,nessun desiderio di esserci in prima fila,come sempre,nelle sue serate televisive.Il mostro non interessa a Bruno Vespa,a lui interessano gli affari del Governo,che vanno rispettati,anche quando mostrano quel volto mostruoso del cinismo.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti