AFGHANISTAN L'ITALIA DEGLI EROI.MORTI DUE MILITARI ITALIANI.

Roma 28 Luglio 2010 (Corsera.it)

Oggi pensiamo a loro e alle loro famiglie,alle madri sconvolte dal dolore per la perdite dei loro figli. Due soldati italiani hanno trovato la morte dopo aver disinnescato un rudimentale ordigno esplosivo.Eroi italiani morti percaso,proprio quando dovevano rientrare alla base.Morti un giorno qualunque,in una missione come altre.Due italiani eroi di una guerra abbandonata,lontana nei luoghi e nel tempo.

Sono morti due soldati italiani in Afghanistan,uccisi dall'esplosione di un ordigno.I due militari italiani appartenenti al reparto del Genio,facdevano parte del team IEDD,specializzato nelle rimozione e disinnesco degli ordigni esplosivi.

ROMA - Due militari italiani sono morti in Afghanistan. Ne ha dato notizia il presidente di turno del Senato, Vannino Chiti. Il Senato ha immediatamente osservato un minuto di silenzio. Nella giornata di giovedì ci sarà un'informativa del governo al Parlamento: il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, relazionerà sull'accaduto e sulle condizioni in cui le truppe italiane si trovano ad operare. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha appreso della notizia poco prima di aprire la conferenza degli ambasciatori alla Farnesina, si è poi detto «rattristato» per le nuove vittime italiane.

 

LA RICOSTRUZIONE - Il fatto è avvenuto a una decina di chilometri a nord di Herat. I due militari, secondo quanto si è appreso, erano specialisti del Genio. Facevano parte di un team Iedd (Improvised Explosive Device Disposal), specializzato nella rimozione di ordigni esplosivi improvvisati. Quando è avvenuto l'incidente erano impegnati proprio in una operazione di disinnesco. L'intervenuto è avvenuto intorno alle 20 locali. Una bomba rudimentale segnalata dalla polizia afghana. Dopo aver verificato la presenza dell'ordigno, i due genieri hanno proceduto alla sua neutralizzazione. Ma nel perlustrare la zona circostante per accertare l'eventuale presenza di altri ordigni, sono stati investiti da una forte esplosione che ne ha causato la morte. Anche il precedente attentato che aveva causato la morte di soldati italiani, lo scorso maggio, era avvenuto nella zona di Herat, dove ha sede il quartier generale del nostro contingente.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti