MONTECARLO TULLIANI.CAMBIATA LA PRIMA VERSIONE DEL VIDEO VERITA' DI GIANFRANCO FINI CHE SPUTTANA ITALO BOCCHINO.

Roma 25 Settembre 2010 (Corsera.it)

Nessuna scopata si fa mai gratis.Questo dovrebbe aver capito adesso Gianfranco Fini dalla vicenda della casa di Montecarlo.

Per salvarsi Gianfranco Fini ha sputtanato il collega Italo Bocchino,vittima sacrificale di questa guerra,di cui forse Silvio Berlusconi(qualora PDL e FLi dovessero ricompattarsi),in un futuro non molto lontano, chiederà la testa insieme a quella di Fabio Granata.Per ragion di Stato,Gianfranco Fini tradisce gli amici che lo hanno seguito nel FLI e ...

...cerca di lanciare sul tavolo da gioco la sola carta che gli rimane,l'armistizio con Silvio Berlusconi,lo sfidante dal quale è stato battuto.IL primo video messaggio,immaginato da... ....FINI e Daniela Bongiorno, aveva come primo obiettivo devitalizzare le parole del Ministro di Saint Lucia, Rudolph Francis,così come aveva anticipato Italo Bocchino nella serata:falso ideologico.Il video messaggio doveva andare in onda nelle primissime ore della mattina.Ma qualcosa deve essere successo durante la ...

...notte e la strategia è cambiata,anche a costo di lacerare i rapporti interni al FLI.Ma Gianfranco Fini non aveva scampo,quella prima versione lo poneva a repentaglio ad un caos spaventoso.Non c'era modo di salvare capra e cavoli,la velenosa storia della casa di Montecarlo stava facendo scivolare Gianfranco Fini nel ridicolo del pubblico ludibrio.Il leader del FLI ha dovuto imboccare l'unica strada percorribile,quella di sconfessare per non ammettere,una verità fin troppo evidente.Gianfranco Fini ha dunque scaricato il cognato Giancarlo Tulliani ritenendo che i segnali distensivi che gli venivano offerti dall'altro fronte,erano sufficienti a garantirgli un approdo sicuro dalla tempesta di Montecarlo.Sagace Silvio Berlusconi aveva cominciato di buon mattino,dichiarando che i giornali sono pieni di bugie e falsità e  il clima politico ha raggiuntoun picco troppo negativo.Alcune ore dopo,giungeva inaspettata un'altra sponda di salvezza,quella dell'avv.Renato Ellero(chi manovra Ellero?) che dichiarava di prima mattina alla stampa,che la casa di Montecarlo appartiene ad un suo cliente.Una piccola fessura di luce per Gianfranco Fini dove potersi incuneare,una via di fuga.Anche le dimissioni da direttore responsabile di Vittorio Feltri da Il Giornale,potrebbero essere viste in questa chiave,una concessione,un gesto simbolico da parte del Premier a favore del nemico acerrimo Gianfranco Fini.Il dossier di Gianfranco Fini era stato redatto e riempito da tempo,comunque.

Ma questa strada conduce Gianfranco Fini direttamente nelle mani dei Tulliani e special modo di Giancarlo,l'unico che conosce la verità e i dettagli dell'operazione.Indicare lui come unico colpevole significa mettersi a repentaglio di ogni sua iniziativa prossima e futura.Credo che il destino politico di Gianfranco Fini sia segnato.(Corsera.it)

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti