STRAGE DI FARAH UN NUOVO VIETNAM.SIAMO IN GUERRA. TALEBANI RIVENDICANO LA STRAGE.

Roma 11 Ottobre 2010(Corsera.it)di Matteo Corsini.

Siamo in Guerra,altrochè,e allora facciamola questa Guerra.Siamo impantanati nel nostro Vietnam e le autorità dovrebbero parlare chiaro,dovrebbe parlare chiaro anche il Ministro Ignazio La Russa,di cui approvo l'idea di armare gli aerei,snidare i talebani,ovunque essi si trovino,perchè sono dei vigliacchi.Facciamo loro... 

....sentire  l'odore del nostro piombo,perchè continuare a fare del bene in Afghanistan facendo da bersagli umani è quanto di più deprecabile si potesse immaginare.I quattro corpi dei nostri degli alpini eroi sono tornati in Patria e i Talebani,cinici,rivendicano l'attacco,ad una colonna di aiuti umanitari.Una rivendicazione che suona come dichiarazione di guerra d una intera nazionae(Padania a parte),un attentato che segna il passo,che esplode nella dignità e nell'onore di una intera nazione.Se quella italiana annovera dentro di sè,sadici e vigliacchi,e non è in grado di liberarsene,è una società che non ha più il coraggio di opporsi alla guerra,alla sua più bieca apparizione,vuol dire che non può sopportare il peso dei suoi impegni internazionali.I Talebani vanno presi e snidati,grotta per grotta,dovesse costarci altre vite umane,dovesse inghiottire l'Italia in una guerra senza confini.(CORSERA.IT)
Commenta questo articolo

Tutti i commenti