SARAH SCAZZI OMICIDIO.COSIMA E VALENTINA IRA E PIETRE CONTRO L'ORRORE DELLE MESSE NERE.

Avetrana 18 Ottobre 2010 (Corsera.it)

La prima volta che vedemmo Cosima,voleva raccogliere da terra una pietra e lanciarla contro un cronista che la riprendeva in strada,mentre avvolta nel suo scialle,tornava a casa accompagnata dalla figlia Sabrina.Fu proprio quest'ultima ad evitare quel gesto violento in diretta tv.

Ultima messa nera,la funesta lettera della Barbara Palombelli ,al corpo putrefatto e scarnificato della Sarah Scazzi.Emblema della necrofilia che corre nel sangue di taluni giornalisti,che del corpo di una ragazzina,ha fatto mercimonio per la propria elegante e raffinata professinalità.Un macabro balletto quello dei giornalisti con il microfono...

....in mano,che cercano di intrufolarsi oltre il cancello della casa dei Misseri o dei Misteri,per strappare alle vittime di un gioco mostruoso,qualche dichiarazione utile all'audience,utile a se stessi.Una storia questa che ha finito di divorare ogni cosa,anche le intimità di una famiglia,oltre le responsabilità e il loro destino drammatico.

Forse mamma Cosima e la sorella Valentina,avrebbero preferito i giornalisti complici dei loro familiari,oppure meglio,che si fossero inventati alibi strampalati per la figlia Sabrina.Al contrario,quel gioco delle messe nere,i programmi tv,hanno finito per sfilare anello per anello,i tasselli del puzzle della dinamica dell'omicidio,fino a rendere evidente che Sabrina poteva esserne testimone,poi coimputata e adesso addirittura la mente diabolica dietro l'imboscata alla....

.....cugina Sarah Scazzi.Un gioco più grande di loro,quello che le sta lentamente inghiottendo,a Cosima Spagnolo e la figlia Valentina Misseri.Un gioco infernale dove al centro c'è l'omicidio della piccola Sarah Scazzi,una fine tragica,voluta e cercata dai componenti della loro famiglia.Un gioco difficile da reggere a lungo per la moglie e la madre di Sabrina,un gioco terribile anche per la figlia Valentina tormentata dagli incubi e dai dubbi.Le due donne hanno chiesto ai giornalisti di andarsene davanti casa loro.Un macabro balletto di cronisti avvoltoi,un balletto macabro,che penetra anche nella dissacrazione del corpo,come ieri sera in diretta dal TG5 ,la funesta immaginaria lettera di Barbara Palombelli(una sorta di ripetizione della nota Lettera alla Bambina mai nata di Oriana Fallaci) a Sarah Scazzi.(CORSERA.IT)

AVETRANA (TARANTO) - «Andate via tutti, non vi sopportiamo più, non avete mai aiutato mia sorella, l'avete rovinata pure voi»: è stato questo lo sfogo fatto martedì mattina con i giornalisti da Valentina Misseri, sorella di Sabrina, mentre rientrava nella sua abitazione con la madre Cosima. Anche quest'ultima ha chiesto ai giornalisti di andare via. Davanti alla villetta di via Deledda, anche questa mattina, sono presenti numerosi giornalisti e operatori televisivi. Le strade di accesso all'abitazione della famiglia Misseri sono transennate con nastro bianco e rosso.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti