OMICIDIO SARAH SCAZZI.SEPPELLIMENTO CADAVERE SABRINA MISSERI ERA CON PADRE MICHELE. INCHIODATA DAL TELEFONINO.

Avetrana 27 Ottobre 2010 CORSERA.IT

Un giallo,quello del delitto di Sarah Scazzi,che ogni giorno si compone in un puzzle perfetto,la cui dinamica oggi appare sempre più evidente agli occhi degli investigatori e nella logica degli accadimenti.Ci sono 45 minuti di buco che incastrano anche Sabrina,ad un ruolo forse più attivo,anche nell'ocultamento del cadavere.Infatti ....

Delitto Sarah Scazzi,dalla ricotruzione effettuata dai ROS,sui comportamenti degli imputati immediatamente dopo il fatto omicidiario,risulterebbe che il telefonino di Sabrina Misseri avrebbe agganciato la cella di Nardò,nella zona del pozzo dove è venne seppellito il cadavere della povera Sarah Scazzi.La ragazza continua a sostenere che dalle 15.00 alle 15.45 si trovasse con la sua amica Mariangela Spagnoletti.

Sempre dal riscontro dei tabulati emerge che alle 15.19 Sabrina invia un sms a Ivano Russo, l'amico di cui sia lei che Sarah si sarebbero invaghite. Il cellulare della 22enne si aggancia alla cella di Nardò, la zona del pozzo dove è stato trovato il corpo di Sarah.

Sabrina nell'interrogatorio dice che mentre ha mandato quel messaggio era insieme a Mariangela, ma in quel momento Mariangela, sempre secondo i tabulati, risulta essere da un'altra parte.

CORSERA.IT

Commenta questo articolo

Tutti i commenti