SARAH OMICIDIO.SABRINA MISSERI NE' PUTTANA NE' ASSASSINA.SONO INNOCENTE.

Taranto 12 Dicembre 2010 CORSERA.IT

"Tutti mi danno addosso senza sapere nulla di me, della mia vita, delle mie abitudini, del mio modo di essere e di pensare e che mai avrei commesso questa atrocità, perché ho sempre agito per il bene di Sarah e di mia zia Concetta", ha scritto Sabrina aggiungendo a proposito di Ivano: "Continuo ancora a sentire che tutto...è avvenuto per una gelosia nei confronti di Ivano, ora basta!! E' una cosa assurda pensare ad un evento del genere e che per tale motivo avrei ucciso Sarah. Io ho sempre voluto bene a Sarah e ho cercato sempre di proteggerla e, l'unico rammarico, è che non ci sono riuscita, tanto che ancora oggi non riesco ad accettare che non ci sia più".

 

Si è dichiarata ancora una volta innocente, Sabrina Misseri, in carcere a Taranto con l'accusa di aver strangolato la cugina Sarah Scazzi.

La 22enne di Avetrana, cugina di Sarah e figlia di Michele Misseri, a sua volta in carcere con l'accusa di aver occultato il cadavere della 13enne, ha scritto una lettera che è stata letta ieri sera nel corso della trasmissione Quarto Grado.

"Tutti mi danno addosso senza sapere nulla di me, della mia vita, delle mie abitudini, del mio modo di essere e di pensare e che mai avrei commesso questa atrocità, perché ho sempre agito per il bene di Sarah e di mia zia Concetta", ha scritto Sabrina aggiungendo a proposito di Ivano: "Continuo ancora a sentire che tutto...è avvenuto per una gelosia nei confronti di Ivano, ora basta!! E' una cosa assurda pensare ad un evento del genere e che per tale motivo avrei ucciso Sarah. Io ho sempre voluto bene a Sarah e ho cercato sempre di proteggerla e, l'unico rammarico, è che non ci sono riuscita, tanto che ancora oggi non riesco ad accettare che non ci sia più".

Intanto i legali di Sabrina, Vito Russo e Gianluca Mongelli, sono stati iscritti nel registro degli indagati: avrebbero fatto pressioni affinché Michele Misseri, accusatore di sua figlia Sabrina, sostituisse il suo avvocato Daniele Galloppa

Commenta questo articolo

Tutti i commenti