CORSERA ECONOMIA INFLAZIONE BOOM ITALIANI PIU' POVERI.
(ANSA) - VENEZIA, 5 MAR - Il boom dei prezzi e delle tariffe rischia di alleggerire in maniera pesante i portafogli delle famiglie italiane, che a fine anno potrebbero veder aumentare la loro spesa media di quasi 860 euro. E al Nord rischia di andare peggio che al Sud, con il caro vita che toglierebbe dalle tasche dei cittadini quasi mille euro, contro i circa 630 del Meridione. E' quanto emerge da un'elaborazione della Cgia di Mestre sui dati Istat dell'indagine sui comportamenti di spesa delle famiglie. A livello territoriale staranno peggio - secondo la Cgia - le famiglie del Nord, con un salasso da 989,3 euro (pari al +2,95%). Piu' contenuti, invece, i possibili aumenti al Centro (+897,9 euro pari al +2,94%) ed al Sud (+634,8 euro con una variazione del +2,76%). Le piu' colpite dagli aumenti rischiano di essere quelle dei lavoratori autonomi (artigiani e commercianti), per i quali la variazione potrebbe attestarsi al +2,94% (in termini assoluti +1.017,7 euro). I nuclei con a capo un libero professionista, invece, potrebbero veder aumentare la spesa familiare di 1.289,6 euro (+2,91%). Anche la situazione delle famiglie degli operai non pare destinata a migliorare. La crescita della spesa potrebbe essere pari a 862,6 (+2,88%). La Cgia dipinge un quadro pesante per le famiglie dei pensionati o di chi cerca lavoro: per i primi l'aumento di spesa dovrebbe essere pari a 739,7 (+2,83%), per i secondi di 638,5 (+2,82%).Per i giovani single gli aumenti potrebbero essere quelli piu' alti, +2,92% (pari a +643,7 euro), ma il caro vita dovrebbe pesare anche sulle coppie con un figlio o due figli (+2,90% per entrambi), mentre per gli anziani soli, la variazione e' +2,90% (+ 481 euro).
Inserisci il testo della notizia
Commenta questo articolo

Tutti i commenti