LIBIA AJDABIYA LA CITTA' SACRA CAMPIONE DEL MONDO.

Ajdabiya 26 Marzo 2011 CORSERA.IT

Ajdabiya il vento della libertà.di Matteo Corsini

Canto con loro lungo le strade della città,ho gli occhi pieni di lacrime,come quelli dei bambini che corrono per strada,come quello dei genitori,padri e madri che si tengono per mano e cominciano a ballare,laddove fino a ieri,il cielo era scuro e la minaccia sempre presente.Senti il rumore della libertà,di questa parola che forse in occidente ha un significato passato,ma che qui acquista il peso specifico di un lingotto d'oro.La libertà,l'arsura che metteva sete finalmente calmierata,la fame lenita,la stanchezza svanita,oltre se stessi.La Libia rinasce,la Libia risorge,la Libia torna....

....ad essere la terra del paradiso,il luogo di ogni crocevia del mondo,del commercio e della cultura.La libia qui compie il suo giro della vita,è in festa,come non mai prima.Finisce per sempre il tempo di MUammar Gheddafi,comincia quello dell'arcobaleno,delle notti d'incanto in Oriente,dei laghi sognati e incantati del deserto.

La Libia ,il popolo libico,riconquista la città sacra di Ajdabiya,l'esultanza è enorme,come la Libia avesse vinto il suo primo campionato del mondo di calcio.Ma quella che è in gioco,in queste ore in Libia,vale mille coppe del mondo,perchè ha il sapore magnetico della libertà e della corsa verso il futuro.Checchè se ne dica,sui reali motivi che hanno spinto il popolo libico a questa rivolta,ormai il paese è come una lama incandescente,la gioia è immensa,la droga della libertà arriva come il vento,dal cuore del deserto,sospinge questo popolo e le sue legittime ambizioni verso luoghi e....

.....confini sconosciuti fino ad oggi.Si legge negli occhi delle persone che finalmente è finita la dittatura di Muammar Gheddafi,del ladro dello Stato libico,dell'uomo che ha portatto via consè oltre cento miliardi di euro.Oggi ad Ajdabiya è il trionfo di una intera nazione,che nessuno potrà mia dividere,perchè le aspirazioni sono le stesse,quelle di un popolo che vuole vivere in pace,in prosperità,nelle relazioni commerciali e di amicizia con gli altri popoli.

Questa scintilla,profonda e lacerante,della società libica,sta accedendo la miccia negli altri paese arabi del mondo,nel Nord Africa.Tutti chiedono a gran voce una vita migliore,tutti chiedono che Muammar Gheddafi,il simbolo di una vecchia politica,si faccia da parte,lasci respirare questo paese a pieni polmoni,regali a tutti anni di tranquillità e di gioia,costi quel che costi.

 

CORSERA COPYRIGHT

Commenta questo articolo

Tutti i commenti