RIPE DI CIVITELLA SGOZZATA CARMELA MELANIA REA C'E' UN SERIAL KILLER IN ITALIA

Ancona 20 Aprile 2011 CORSERA.IT

Melania Rea una 29enne è stata sgozzata,di lei si erano persdute le tracce da due giorni.C'è un serial killer in Italia che gira liberamente,dall'omicidio Gambirasio a quest'ultimo.Sul cadevere della giovane ci sarebbero segni di violenza,anche se non è stata riscontrata per adesso alcuna traccia di rapporto sessuale.Sul corpo nudo della ragazza,erano conficcate due siringhe una all'altezza del pube e una del seno,segni evidenti di percosse e il volto sfigurato.Un macabro delitto,un rituale di un serial killer,qualcuno che gira per l'Italia da Brembate a ripe civitella.

MILANO - È stata sgozzata Carmela "Melania" Rea, la 29enne di cui si erano perse le tracce due giorni fa sul Colle San Marco di Ascoli Piceno, ritrovata morta nel pomeriggio. Sul cadavere ci sarebbero segni di violenza, non sessuale. Tra i segni anche dei simboli, forse una svastica. Il corpo è stato trovato dopo una telefonata anonima al 113 di Teramo, a Ripe di Civitella, a 18 chilometri in linea d'aria dal punto in cui Melania era scomparsa. La zona del ritrovamento è nei pressi dell'area militare di Casermette usata per le esercitazioni di tiro. Al momento del ritrovamento, gli inquirenti si sono trovati di fronte Un corpo nudo, con due siringhe infilate all'altezza del seno e del pube, segni di percosse e il volto sfigurato. La donna era scomparsa due giorni fa a Colle San Marco, dove era salita con il marito Salvatore Parolisi, caporal maggiore dell'esercito in servizio presso il 235/o Reggimento Piceno, e la loro figlioletta di un anno e mezzo.

L'ALLONTANAMENTO - La presenza della famigliola è stata confermata dal gestore di un chiosco bar nei pressi di alcuni campi da tennis in disuso. «Devo andare in bagno, torno subito» avrebbe detto Carmela al coniuge, prima di allontanarsi dal parco dove la bimba giocava in altalena. La donna però non è mai tornata indietro, né è stata vista dai gestori del bar-ristorante «Il Cacciatore», distante non più di 200 metri dal parco giochi.

 

COINCIDENZA MACABRA - E c'è anche una macabra coincidenza: il luogo in cui Carmela è scomparsa è poco distante dal Bosco dell'Impero, dove il 5 gennaio scorso fu rinvenuto il cadavere di Rossella Goffo, la funzionaria della Prefettura di Ancona per l'omicidio della quale è indagato un amico della donna, Alvaro Binni, che si dichiara innocente.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti