DIRITTO AMMINISTRATIVO.MATTEO CORSINI FORZA GIURIDICA E VALORE GIURIDICO FORMALE.

Roma 27 Aprile 2011 CORSERA.IT Studi,riflessioni e aggiornamenti per l'Enciclopedia Universale di Scienze giuridiche a cura di Matteo Corsini

Nello studio e approfondimento del diritto amministrativo,è bene all'inizio approfondire concetti,anche formali,che sono al contrario la base per una compresione della materia,che alle volte è frutto di studi affrettati e disordinati.Lo studio del diritto amministrativo è utile e indispensabile per qualsiasi consociato,che voglia predisporre di conosce e di strumenti,utili anche alla tutela dei propri diritti.

I singoli atti che il Potere dello stato pone in essere,si classificano in base a criteri ed elementi formali,che derivano dal valore formale e dalla forza giuridica...

....dell'atto.

Il valore giuridico formale dell'atto è costituito dal regime giuridico che l'ordinamento riserva allo stesso,che ne comporta la sua intangibilità da parte di chiunque,ad eccezione della corte costituzionale,che ne potrebbe dichiarare con sentenza motivata,la sua illegittimità costituzionale.

La forza giuridica risiede nella sua efficacia che è in grado di esplicare nell'ordinamento giuridico,ovvero la forza di legge consiste nella capacità dell'atto di innovare l'ordinamento giuridico .

La Sentenza il valore formale di pronuncia giurisdizionale,risiede nella insuscettibilità dell'atto di subire modifiche e non ad opera di un'altra sentenza giurisdizionale.

La forza giuridica ovvero di pronuncia giurisdizionale,risiede nell'attitudine della sentenza a divenire cosa giudicata,ovvero che la controversia ha ricevuto una regolamentazione definitiva e irrevocabile.

Negli atti amministrativi,che sono tipici della funzione amministrativa,il valore formale risiede nella sua annullabilità e revocabilità soltanto ad opera di alcune autorità amministrative o giurisdizionali specificamente qualificate e  autorizzate per legge.

La forza giuridica consiste nella sua autoritarietà,ovvero nella capacità di produrre unilaterlamente o indipendentemente dalla volontà degli interessati,le modificazioni previste dall'atto nella sfera giuridica degli interessati.

(autori consultati Guarino,Malinconico,Federico del Giudice,Delpino)

 

CORSERA.IT COPYRIGHT 

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti