CARMELA MELANIA REA UN TROLLEY PER FUGGIRE VIA DAL MARITO SALVATORE PAROLISI
Melania voleva lasciare il marito. Lo avrebbe riferito agli inquirenti Imma, un'amica d'infanzia di Carmela Rea, la 29enne di Somma Vesuviana scomparsa in provincia di Ascoli Piceno lunedì 18 aprile, seviziata e poi uccisa con 35 coltellate. A confermare l'intenzione della ragazza ci sarebbe anche un conoscente, Raffaele, che proprio nel giorno della scomparsa avrebbe visto nel bagagliaio dell'auto del marito il trolley di Melania. Sempre più, quindi, i sospetti degli inquirenti si concentrano su Salvatore Parolisi....

, il consorte della donna uccisa. Sono ancora in corso le analisi dei Ris sui reperti contenenti tracce ematiche, come quelle ritrovate nella stessa auto di Parolisi e nella baita nella quale si sarebbe appartato con la moglie.

MELANIA E IL MARITO, LITIGI CONTINUI - Secondo un'amica intima, Melania sarebbe stata sul punto di lasciare il marito. I litigi fra i due erano continui e la ragazza era costretta a vivere una vita molto solitaria, a causa della gelosia del marito e dei suoi impegni lavorativi. Già durante la gravidanza Melania era tornata a vivere dai suoi genitori e Parolisi aveva ammesso che il motivo dell'allontanamento era stata una sua relazione extraconiugale, troncata alla nascita della bambina. Melania era quindi tornata ad abitare con il marito, senza però riuscire a ritrovare l'amore di un tempo.

TROLLEY SCOMPARSO - L'intenzione di Melania di tornare dai genitori era nota anche ad altri conoscenti, fra i quali l'amico Raffaele, che ha raccontato di aver visto il trolley della donna nell'auto di Parolisi lo stesso 18 aprile. E' possibile che Carmela avesse preso la sua decisione e preparato i bagagli per partire. Forse la gita in montagna doveva rappresentare un ultimo tentativo di riavvicinamento. Forse l'addio definitivo.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti