LE ANIME SEPOLTE DI NEW YORK:MORTO OSAMA BIN LADEN IL RE DEL MALE.

New York 2 Maggio 2011 CORSERA.IT di Matteo Corsini

Osama Bin Laden è morto.Ci siamo svegliati tutti nel cuore della notte,perchè il tam tam della morte di Osama Bin Laden ha svegliato una città che dormiva profondamente,dimenticando ogni suo spirito malefico.Ma dopo la beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, è giunta la notizia che qui in America molti si aspettavano da tempo,quella della morte del Re del Male il più Grande terrorista della storia del mondo,l'uomo,la mente della strage dell'11 Settembre.New York si è svegliata lentamente,nella gioia,nel pianto e nella disperazione.Attimi,palpitazioni,momenti.....

... vibranti che hanno accolto ogni anima dentro la Grande Mela come una forte passione,come uno scoccare di pendolo abissale del tempo,qualcosa che ti scuote da dentro,fortissimamente voluto,come il bacio della mamma,come le carezze del padre.

Osama Bin Laden il capo dei terroristi islamici,il capo di Al Qaeda,l'incubo per eccellenza,è stato spazzato via in una manciata di secondi,da un comando di militari USa,servizi segreti.Gli hanno sparato un colpo in testa,forse gli hanno cavato gli occhi prima di morire.

E' un soffio di vento di questa primavera a New York,un soffio di speranza,di un cielo carta da zucchero che si apre alle mille voci sepolte dentro la Terra,schiacciate da quel riflusso,quel boato immenso,delle due torri,collassate sopra di loro.

Le Mille voci d New York,dei sepolti vivi,dei bruciati,dei catapultati nel vuoto,che adesso insieme rinascono,ricordano,riecheggiano nella memoria,più forte che mai e più forte di prima.Sono le anime di New York e forse del mondo intero,le anime di una morte ingiusta,tanto più feroce è stato l'evento della distruzione delle Torri Gemelle.Sono voci,anime,che ti corrono dentro,che vengono a bussare ad ogni singola porta di questa immensa città,che si riversano per strada scalmanate,urlando,abbracciandosi l'una con l'altra,perchè la gioia prevalga,perchè la giustizia sia fatta,perchè nessuna altra terribile pagina come questa venga mai più riaperta,qualsiasi sia la ragione tenebrosa che l'ha fatta saltare fuori.

Le anime di New York sono in festa,i volti dei giovani,delle ragazze e dei ragazzi,dei padri e delle madri di famiglia perduti per sempre,sono in ogni luogo di questa città,in ogni strada,sopra i lampioni che guardano lontano,come una immensa parata di giubilo sia iniziata da lontano e sprofondi,immerga questo paradiso della Terra,nell'unica vera realtà della vita,l'esistenza e la sua forza divina.

CORSERA.IT COPYRIGHT

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti