Crisi auto, a picco le Borse europee

In rosso le piazze del Vecchio Continente. Milano a -3,94%. Sprofonda Fiat. Il Nikkei a -5,56%

dal Corriere della Sera on line

TOKYO - Sono in pesante calo, dopo la chiusura negativa delle piazze del continente asiatico, le Borse in Europa, trascinate al ribasso dalla bocciatura del Senato americano al piano di salvataggio delle «Big Three» dell'auto. A Milano il Mibtel cede il 3,94%. In deciso ribasso anche Parigi, con il Cac40 che lascia sul terreno il 3,71%, Francoforte con il Dax in calo del 3,31% e Londra, dove il Ftse100 segna un -2,21% e poi ancora Madrid a -2,80%, Amsterdam -3,52%, Stoccolma a -3,65% e Zurigo a-2,49%.

pesa la bocciatura del senato usa al piano di salvataggio delle industrie dell'auto


 

FIAT - A Piazza Affari i peggior titoli sono Intesa Sanpaolo (-6,92%) dopo le dimissioni annunciate di Pietro Modiano, direttore generale della holding e capo della banca dei territori, Fiat (-6,75%) che alla vigilia ha approvato il budget 2009 e Tenaris (-5,39%). Tra i bancari, che risentono in maniera particolare dei timori sui mercati finanziari, Mps cede il 5,66%, Unicredit il 4,05%, Ubi banca il 3,63% mentre Mediobanca e Bpm limitano le perdite con cali rispettivamente del -2% e del 1,6%. Male anche Eni (-4,6%) e Saipem -3,4%.

LE PIAZZE ASIATICHE - Non è andata meglio per le piazze asiatiche. A Tokyo la seduta è terminata con un passivo del 5,56%. L'indice Nikkei è sceso a 8.235,87 punti, 484,68 in meno della chiusura di giovedì, trascinato al ribasso dalle forti perdite dei principali costruttori di auto nipponici. Il dollaro è crollato nei confronti dello yen, scivolando sotto la soglia dei 90 yen, a quota 88,10 sul mercato dei cambi di Tokyo. Il biglietto verde è ai minimi verso la divisa nipponica da agosto 1995. Ecco l'andamento degli altri indici dei titoli guida delle principali borse di Asia e Pacifico: Hong Kong a -5,83%, Shanghai a -3,81%, Seul -4,38%, Sidney a -2,43% - Mumbai a -1,69%, Singapore a -3,11%, Kuala Lumpur a -0,80% , Bangkok a -1,65%, Giakarta a -3,53%.

HONDA A PICCO - Il no al piano per il salvataggio dell'auto Usa fa dunque traballare i mercati azionari. In Asia chiusura negativa su cui pesa il calo di Honda e Nissan oltre l'11 per cento. Hyundai ha perso il 6,2% e anche altre società del settore come Aisin Seiki (-12%), che produce le trasmissioni per auto, sono state bersagliate ...continua su www.corriere.it


Commenta questo articolo

Tutti i commenti