ALEMANNO IL SINDACO A SCOPPIO RITARDATO.MUORE UNA BAMBINA E SUO FIGLIO.

Roma 27.1208 (corsera.it) Ultimissima breaking news ogni dieci minuti aggiornamenti in tempo reale per il 27 Dicembre.Ore 15.20.

Alemanno il Sindaco a scoppio ritardato.Attende la piena del Tevere per farsi vedere intorno a Lungotevere,attende che il traffico impazzisca per benedire i romani,attende che una madre e suo figlio muoiano per decidere di togliere le favelas da Roma.Sindaco dell'acquiescenza.In realtà la Giunta comunale non ha alcuna strategia per la città capitolina,e' abbandonata ai fuochi della notte,quando si accendono qualcuno va a spegnerli al mattino.Di giorno si dorme,proprio come di notte.Ma il peggio che i sogni non portano idee.

Costruire case per gli sfollati è un obbligo morale,civile e religioso.A quando una seria politica del Comune di Roma?

«Questa di Castelfusano è una tragedia terribile - dice - dobbiamo intervenire in modo ancora più radicale sul problema degli accampamenti abusivi. Ostia era l'ultima tappa del piano della Questura con interventi a partire dal Tevere e dall'Aniene. A gennaio inoltre si svolgerà un incontro con il Prefetto per concordare un unico piano. A Castelfusano dovremo ripristinare il sottobosco per facilitare il passaggio dei mezzi, togliere le baracche, verificare quante persone ci vivono ed espellere gli irregolari e infine sorvegliare la pineta con un gruppo da definire tra forestale, carabinieri ed esercito».

«Voglio esprimere la mia personale solidarietà e quella della Provincia alla famiglia delle vittime - sottolinea il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti - La tragedia di Castelfusano conferma quanto le vere emergenze del nostro territorio siano sempre più la povertà e l'emarginazione di fasce crescenti di persone e quanto siano importanti grandi investimenti nelle politiche sociali».

«Penso con sgomento alla madre e al bambino che hanno perso la vita nel rogo. Credo che la politica abbia colpevolmente investito troppe forze nelle misure per la sicurezza, rispetto a quelle spese per l'integrazione e l'equità sociale», dichiara il presidente della Regione Piero Marrazzo. «Quanto accaduto a Castelfusano ci addolora profondamente. Che mamma e figlio siano morti per aver tentato di scaldarsi dalle rigide temperature dell'inverno è quanto di più terribile possa accadere», il commento dell'assessore alle Politiche sociali Sveva Belviso. «Fallimentare utilizzo dei militari, servono soluzioni strutturali - attacca Alessandro Onorato, consigliere Pd - Da 8 mesi si aspetta l'utilizzo del Genio militare per la bonifica tanto promessa dalla giunta Vizzani e da quella Alemanno. Ma intanto gli accampamenti che ci sono ancora e le tragiche conseguenze non si sono fatte attendere».

Vai alla homepage

Commenta questo articolo

Tutti i commenti