FIAIP IMMOBILIARE RIVOLTA LA CLIENTE ABBINDOLATA UNA LENTA AGONIA

ROMA 6 LUGLIO 2012 CORSERA.IT

IMMOBILIARE ROMA REAL ESTATE.RIVOLTA IMMOBILIARE IL CASO RONCATI NEGRI PATRIZIA, PARIS FLORIANA,LA LENTA AGONIA DI DUE PROPRIETARIE NELLE MANI DEL CLAN DELLA RIVOLTA IMMOBILIARE.UN DANNO PATRIMONIALE DA 1 MILIONE DI EURO.SERGIO RIVOLTA TUTTE LE FROTTOLE DEL CANTASTORIE.

LE SIGNORE PARIS RONCATI,PROPRIETARIE PER SUCCESSIONE,DI UN ATTICO AL CENTRO DI ROMA IN VIA DEI CONDOTTI,SI SONO INCAUTAMENTE AFFIDATE NELLA VENDITA AL CLAN DELLA RIVOLTA IMMOBILIARE.CLAN MISTO DI AGENTI IMMOBILIARI ABUSIVI E NON,CHE E' ...

ARRIVATO A ROMA ALCUNI ANNI ORSONO,INTRUFOLATISI SUBITO IN ALCUNI NOTI AMBIENTI DELLA ROMA BENE,PROPONGONO AFFARI DI PERSONE IN DIFFICOLTA' AD AMICI COMPIACENTI.TRA GLI ESPONENTI DI SPICCO TAL SAVERIO IOVINO,GAETANO RIVOLTA E IL FRATELLO SERGIO RIVOLTA,CHE VANTA UN PASSATO PERSINO DA GIORNALISTA. 

MA TORNIAMO ALLE SIGNORE PARIS RONCATI E NEGRI,PèER LA VENDITA DEL LORO MERAVIGLIOSO ATTICO,INCAPPANO INCAUTAMENTE NELLA RIVOLTA IMMOBILIARE,DA CUI SI SONO FATTE ABBINDOLARE.IL CLAN INDIVIDUA UN CLIENTE,CHE AL PRELIMNINARE DI ACQUISTO DIFRONTE AL NOTAIO SCIUMBATA DI ROMA,VERSA APPENA 30 MILA EURO,CONTRO UN VALORE DI 3.1 MILIONI DI EURO.IL CLIENTE,NOTO CARDIOCHIRURGO,E' ANCHE NOTISSIMO PER AVER TENTATO DI ACQUISTARE MOLTE PROPRIETA' NEL PASSATO SENZA AVER MAI CONCLUSO ALCUN AFFARE.

MA ARRIVA LA BEFFA PER LE SIGNORE PROPRIETARIE DELL'ATTICO.ABBINDOLATE DALLA NOTORIETA' DEL CLIENTE,CASCANO NEL GRAVE INADEMPIMENTO DELLO STESSO,CHE SI RIFIUTA DI VERSARE 250MILA EURO,COME ULTERIORE SOMMA DI CAPARRA.LE DUE SIGNORE DERELITTE,SI RITROVANO CON LA CASA VENDUTA E L'ATTO DI COMPRAVENDITA TRASCRITTO,DUNQUE INCATENATE AI VOLERI DEL LORO CONTRAENTE,CHE PER SOMMA DELLA BEFFA,CHIEDE LA RISOLUZIONE PER LORO INADEMPIMENTO E CHIEDE AL TRIBUNALE DI ROMA 250MILA EURO DI DANNI.QUESTO SIGNORE E' NOTO ALLE CRONACHE COME IL DR.FRANCESCO STILLO,DEL CENTRO IRSS DI ROMA.

PENSARE CHE LE DUE DONNE,TRAMITE UN'ALTRA AGENZIA,AVEVANO VENDUTO LO STESSO IMMOBILE,QUALCHE GIORNO PRIMA DA UN ALTRO SIGNORE,IL TIPICO CASO DELLA DOPPIA VENDITA IMMOBILIARE E DELLA PREVALENZA DELLA TRASCRIZIONE NELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI.IL PRIMO ACQUIRENTE HA ACQUISTATO PER PRIMO MA TRASCRIVE PER SECONDO.MA LA BEFFA E' CHE IL PRIMO ACQUIRENTE RISULTA ESSERE TRA I PRIMI 30 CONTRIBUENTI DELLA CITTA' DI ROMA E CHE AVEVA PRESENTATO IL BENEFONDI PER L'ACQUISTO.COME MAI LE SIGNORE SI LASCIANO INCANTARE DAL CLIENTE DEL CLAN RIVOLTA,CHE NON AVEVA PRESENTATO ALCUN BENEFONDI,MA SORATUTTO LE CUI DICHIARAZIONI DEI REDDITI SONO DEL TUTTO INFERIORI AL SUO CONCORRENTE?

DOPO LA BEFFA, " PESTE E LE CORNA".

FACILE INTUIRE CHE IL CLAN DEI RIVOLTA SI SIA SPESO IN FRASI LUSINGHIERE NEI CONFRONTI DEL PRIMO ACQUIRENTE,PERSONA CHE ERA LE ALTRE COSE PIU' DI UNA VOLTA LI AVEVA MESSI ALLA PORTA.FRASI TANTO LUSINGHIERE DA AVER INDOTTO LE DUE SIGNORE CREDULONE AD INVIARE IL RECESSO."PESTE E CORNA", DUNQUE PUR DI CONCLUDERE IL PROPRIO AFFARE,"PESTE & CORNA " NELLA PIU' TIPICA E TEATRALE TRADIZIONE NAPOLETANA.

MA PROCEDIAMO,LE SIGNORE PARIS RONCATI VENDONO IL LORO MERAVIGLIOSO ATTICO AL CLIENTE DEL CLAN RIVOLTA,CHE RESOSI INADEMPIENTE AI FINI CONTRATTUALI,VALE A DIRE CHE NON AVEVA I SOLDI PER ASSOLVERE AI SUOI DOVERI,MANTIENE FERMA LA TRASCRIZIONE E DUNQUE IMPEDISCE ALLE POVERE SIGNORE DI POTER EFFETTUARE LA VENDITA A TERZI.UN DANNO ENORME PER LE SIGNORE PARIS RONCATI ABBINDOLATE DAL CLAN RIVOLTA,DA TAL SAVERIO IOVINO,AGENTE IMMOBILIARE ABUSIVO E DAL SERGIO RIVOLTA,CHE TUTTO ROSE E FIORI HA COMBINATO UN BEL DISASTRO.LE SIGNORE NON RIESCONO A PAGARE PIU' IL MUTUO,LE RATE SCADONO E LA BANCA PREME AL PORTONE DI CASA.LE SIGNORE PARIS RONCATI FINISCONO NELLE MANI DI RENATO BOCCHI,NOTO IMMOBILIARISTA,ORMAI SUL FAR DEL TRAMONTO,CHE ACQUISTA CON UN MILIONE DI EURO DI SCONTO RISPETTO AL PRIMO ACQUIRENTE.SCONTO CHE IL BOCCHI OTTIENE A CAUSA DELLA TRASCRIZIONE DEL CLIENTE DEI RIVOLTA.NIENTE MALE PER UN INCARICO DI VENDITA IMMOBILIARE DI CUI SI SONO RESI PROTAGONISTI I SIGNORI DELLA RIVOLTA IMMOBILIARE.

QUELLA DELLE PARIS RONCATI E' STATA DUNQUE UNA LENTA AGONIA,UNA VENDITA CONCLUSASI PER ASFISSIA,CON UN DANNO PATRIMONIALE COSI' INGENTE, CHE DEVE FARCI RIFLETTERE, ED INSEGNARCI, CHE ALLE VOLTE LE APPARENZE INGANNANO E CHE NON CI SI DEVE FIDARE MAI DEI CANTASTORIE DI PROFESSIONE.MA SOPRATUTTO PRIMA DEGLI AFFARI ESISTE L'ETICA,LA PROFESSIONALITA',MA SOPRATUTTO LA PARTECIPAZIONE DEL PROPRIO CONSULENTE QUANDO SI VERIFICIANO EPISODI SPIACEVOLI COME QUELLO CHE ABBIANMO INTESO RACCONTARE.

QUESTO E' UN CASO ECLATANTE DI VENDITA IMMOBILIARE,TRASFORMATOSI IN UN BIDONE,MA VALEVA LA PENA DI ESSERE RACCONTATO,PER L'ENORME DANNO ORIGINAROSI E PERCHE' IN FONDO E' UN CASO DI SCUOLA,SIA GIURIDICA,LA DOPPIA VENDITA IMMOBILIARE ( LA PREVALENZA DELLE TRASCRIZIONI NEGLI ATTI DI COMPRAVENDITA) E SIA PROFESSIONALE.

MA OGGI CI DOMANDIAMO,OLTRE LA BEFFA,IL DANNO,LE PESTE E LE CORNA,DI QUESTA TARANTELLA NAPOLETANA,CHI RISARCIRA' LE SIGNORE DEL DANNO SUBITO?

Michele Rossi

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti