GAZA.BENEDETTO XVI MARIA MADDALENA IL MISTERO DELLA CROCIFISSIONE.

Gaza 28.12.08 (corsera.it) a cura di Matteo Corsini

La strage di Gaza evoca per noi cristiani l’immagine del pianto di Maria seduta ai piedi della croce con il figlio Gesù cadavere tra le sue braccia,zuppo di sangue e sporco di fango.Il corpo del figlio di Dio venuto in Terra per liberare gli uomini dai peccati del mondo,così recita la tradizione Cristiana.Il sacrificio supremo del Signore,l’atto di sfida contro ogni Male,la tortura del corpo umano,le sevizie,la morte in uno spasmo di sangue.I giorni di Natale 2008 sono anche questo,e’ la grande evocazione di quel mistero della crocifissione da cui germoglia la fede cattolica,che riempie il pianeta e gli uomini della terra di speranza.

 E’ la legge e sono le parole di Dio,quelle che Benedetto XVI invia al mondo,che legge misuratamente da dentro il suo pensiero e il cuore,che vorrebbe sorretto da tutto il suo popolo. Il Papa dunque cammina tra le rovine di Gaza,sospira,incede fin dall’alba presso ognuno di quei figli ammazzati,ognuno di quei corpi strappati all’amore della Madre. Il pianto delle madri di Gaza è il pianto del mondo cattolico,la fede di Dio che ripete il suo miracolo,che prende con sé la sofferenza e soffoca la maledizione.Gaza è il miraggio puro della cristianità,il cielo riempito di stelle,il luogo dove si ricorda la storia dell’Uomo.

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti