BCE EWALD NOWOTNY ESM BAZOOKA PRONTO ALL'USO

Un esponente di primo piano della Banca centrale europea, il Governatore della Banca centrale dell'Austria Ewald Nowotny, ha aperto all'ipotesi di concedere una licenza bancaria al futuro fondo salva-Stati permanente dell'Unione europea, l'Esm. Si tratta di una misura che potenzierebbe enormemente le capacità di intervento dello stesso fondo: con una licenza bancaria, l'Esm potrebbe avere accesso ai prestiti della Bce dribblando il problema della limitata dotazione del fondo, i 500 miliardi di euro insufficienti nel caso Spagna o Italia non riuscissero più ad accedere ai mercati. Le Borse l'hanno capito, con il rimbalzo di Madrid e Milano.

Nowotn

Un esponente di primo piano della Banca centrale europea, il Governatore della Banca centrale dell'Austria Ewald Nowotny, ha aperto all'ipotesi di concedere una licenza bancaria al futuro fondo salva-Stati permanente dell'Unione europea, l'Esm. Si tratta di una misura che potenzierebbe enormemente le capacità di intervento dello stesso fondo: con una licenza bancaria, l'Esm potrebbe avere accesso ai prestiti della Bce dribblando il problema della limitata dotazione del fondo, i 500 miliardi di euro insufficienti nel caso Spagna o Italia non riuscissero più ad accedere ai mercati. Le Borse l'hanno capito, con il rimbalzo di Madrid e Milano.

Nowotny, in una intervista a Bloomberg, ha offerto questa apertura con toni cauti, con dichiarazioni che la fanno apparire più una sua posizione personale che un parere della Bce. Il banchiere centrale austriaco ha precisato di «non essere a conoscenza al momento di discussioni di questo tipo» in seno al direttorio della Bce. Tuttavia resta una apertura significativa su una questione che finora sembrava vedere Francoforte decisamente contraria. «Ritengo - ha detto - che vi siano degli argomenti a favore» per concedere la licenza bancaria al Esm. «Ci sono anche altri argomenti ma vedrei la questione come una discussione in corso».

Con l'eventuale licenza bancaria si creerebbe un effetto moltiplicatore sulle capacità del Esm, sul quale i Paesi europei si sono finora impegnati ad effettuare conferimenti che ne porteranno la mole a 500 miliardi di euro, comunque una cifra molto più bassa del necessario a mettere al riparo Spagna e Italia. Una volta effettuati eventuali acquisti di titoli di Stato per abbassare gli spread, grazie alla licenza bancaria l'Esm potrebbe riutilizzare questi bond come garanzie (collaterali) per ottenere rifinanziamenti della Bce e in questo modo ottenere altre liquidità per nuovi
Commenta questo articolo

Tutti i commenti