CORSERA ECONOMIA HERMAN VON ROMPUY IMPERATIVO SOSTEGNO A MARIO DRAGHI
(AGI) - Bruxelles, 5 set - Il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy ha rinnovato il suo pieno sostegno alla Banca centrale europea su ogni possibile azione, anche a breve termine, mirata a contrastare la frammentazione in atto nei mercati finanziari, "che rende molto difficile portare avanti una comune politica monetaria." "Il 2 agosto la Banca centrale europea ha presentato una lista di possibili azioni per far fronte alla frammentazione nei mercati finanziari. Sostengo pienamente gli sforzi della Bce su questo," ha detto Van Rompuy nel corso di una conferenza a Bruxelles.
  Il comportamento delle agenzie di rating internazionali e' spesso "sproporzionato" e mina la loro credibilita', ma "creare un'agenzia di rating europea non sarebbe una soluzione alla crisi di credibilita'", ha detto Van Rompuy. Il presidente del Consigli europeo ha spiegato meglio il concetto con una battuta: "Creare una nostra agenzia di rating che dia credibili rating ai nostri paesi non

e' molto credibile".
  Infine, i differenziali di rendimento tra Bund tedeschi e i titoli di Stato di alcuni paesi dell'Eurozona non sono giustificati dai fondamentali delle economie che pagano gli spread piu' elevati, secondo Van Rompuy. "I premi di rischio di alcuni paesi non sono sempre giustificati dai loro fondamentali economici". Van Rompuy ha chiarito che i tassi di interesse in alcuni paesi "sono troppo alti in rapporto alla situazione reale dell'economia", mentre "sono troppo bassi in altri paesi, al punto da trasformarli in paesi rifugio". (AGI) .
 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti