CORSERA CRONACA NERA CHEVALINE STERMINATA FAMIGLIA DI INGLESI

(AGI) - Chevaline (Francia), 6 set. - Una bimba di 4 anni rimasta sotto il corpo della madre morta per otto ore, nella stessa auto dove giacevano i cadaveri del padre e della nonna, tutti crivellati di colpi; un ciclista morto accanto alla vettura; un'altra bimba, poco piu' grande, sopravvissuta e in gravi condizioni in ospedale. Sono gli 'ingredienti' di un raccapricciante 'horror' accaduto sullo sfondo delle Alpi dell'Alta Savoia.

I cadaveri sono stati scoperti mercoledi' pomeriggio in una zona boschiva della localita' di Chevaline, sul lago di Annecy, poco lontano dai confini di Svizzera e Italia; nella notte e' stata trovata la bimba nascosta sotto il cadavere. Secondo la versione ufficiale, gli agenti hanno constatato la morte delle quattro persone, evacuato la piccola di 8 anni ferita (probabilmente

la sorella della bimba ritrovata viva) e poi non hanno toccato nulla sulla scena del crimine fino a quando non sono arrivati gli esperti della polizia scientifica, ma ormai era gia' notte. La bimba non e' stata individuata dunque fino a mezzanotte, otto ore dopo la sparatoria: era nascosta sotto le gambe della madre. Gli inquirenti stanno cercando di venire a capo del giallo. La famiglia, arrivata in Francia a fine agosto in una zona, vicino Doussard, molto popolare tra i britannici durante i mesi estivi, stava trascorrendo le vacanze in un camping, a Sant Jorioz.

La scomparsa del gruppo era stata denunciata mercoledi' da un'altra famiglia britannica. Stamane i corpi sono stati rimossi dall'auto, dopo che gli esperti avevano lavorato per tutta la notte. A scoprire l'auto con i cadaveri, una BMW immatricolata in Gran Bretagna, un ciclista poco prima delle quattro del pomeriggio ora locale

Commenta questo articolo

Tutti i commenti